Martedì 19 Settembre 2017 - 20:30

Scossa magnitudo 7 nel sud del Messico: bambini sotto le macerie, oltre 120 morti

Almeno 27 le palazzine crollate nella capitale: soccorritori scavano a mani nude

Fortissima scossa di terremoto in Messico: migliaia di persone in strada

Un terremoto di magnitudo 7 ha colpito il centro del Messico alle 13 circa ora locale, con epicentro a 12 km a sud-est di Axochiapan nello Stato di Morelos, a 57 km di profondità, a poca distanza dallo Stato di Puebla e a 120 km dalla capitale. Una tragica fatalità proprio nel giorno dell'anniversario del devastante sisma che ha ucciso migliaia di persone a Città del Messico il 19 settembre 1985 e che arriva a neanche due settimane dalla scossa di magnitudo 8.1, la più potente dal 1932, che ha colpito il Paese il 7 settembre, uccidendo almeno 98 persone al Sud.

 

Il bilancio delle vittime di questo nuovo sisma è in costante aggiornamento, si parla di decine di morti, almeno 60, tra lo Stato di Città del Messico, Morelos e Puebla. Almeno ventisette edifici sono crollati nella capitale, una megalopoli da 20 milioni di abitanti, dove diverse persone sono rimaste intrappolate tra le macerie e gli incendi che ne sono conseguiti. In molti si sono riversati nelle strade in preda al panico e i voli nell'aeroporto di Città del Messico sono stati sospesi. Le squadre di soccorso sono all'opera per salvare i feriti e i dispersi. La compagnia petrolifera Pemex ha attivato i protocolli di sicurezza e avviato le verifiche agli impianti per accertare eventuali danni.

Loading the player...

Il presidente messicano Enrique Peña Nieto è volato nella capitale e ha convocato il Comitato nazionale di emergenza. Ha ordinato anche che gli ospedali che hanno riportato danni fossero evacuati. Solidarietà è stata espressa su Twitter dal presidente americano Donald Trump, che ha scritto il messaggio: "Dio benedica i cittadini di Città del Messico. Siamo con voi e ci saremo per voi" . 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

La Proactiva Open Arms in azione al largo della Libia

Open Arms: "Nessuna denuncia contro l'Italia". La Libia respinge le accuse

Per l'ong la guardia costiera libica è colpevole di omissione di soccorso e omicidio colposo in relazione alla morte di due migranti. Tripoli nega: "Solo calunnie"

Foto diffusa dal profilo Instagram di Kensington Palace - Credit: Matt Porteus

Il principe George compie 5 anni: tanti auguri al royal baby più amato

Pioggia di messaggi affettuosi sui social. E in dono arriva anche una moneta commemorativa

Usa, barricato nel market di Hollywood uccide una donna: bloccato

Prima ha sparato alla nonna e alla fidanzata: durante la fuga si è rifugiato nel supermercato prendendo in ostaggio diverse persone. Alla fine si è arreso

TOPSHOT-LIBYA-EU-MIGRANTS-RESCUE

Migranti, Open Arms accusa Libia e Italia. Viminale: "Bugie, li denunciamo"

La nave sbarca in Spagna con a bordo i cadaveri della donna e del bimbo recuperati a largo delle coste della Libia e Josepha, unica sopravvissuta al naufragio