Giovedì 27 Ottobre 2016 - 12:00

Sisma, nuovi crolli ad Amatrice: distrutto il 'palazzo rosso'

Protezione civile: "L'area è sempre a rischio, possono esserci solo altri danni"

Terremoto, nuovi crolli ad Amatrice: distrutto il 'palazzo rosso'

Nuovi crolli sono stati registrati nella notte nel centro storico di Amatrice dove è venuto giù il palazzo rosso rimasto in piedi dopo il sisma del 24 agosto, anche se danneggiato.

Intanto sono in corso i rilievi sul palazzetto dello sport della cittadina che ospita il liceo dal sisma del 24 agosto. Gli studenti, spiega la preside Maria Rita Pitoni, sono ospitati a San Cipriano.

Sono invece regolarmente in classe i ragazzi delle scuole materna, elementare e media di Amatrice, nei locali costruita nelle settimane successive al 24 agosto e inaugurati a metà settembre. Il 7 novembre saranno aperti anche i nuovi locali del liceo scientifico, nella stessa area.

"Stiamo monitorando la situazione ad Amatrice, il centro operativo è sempre convocato. L'area è sempre a rischio, possono esserci solo altri danni. La chiesa si è danneggiata, ma i vigili del fuoco hanno fatto i lavori di messa in sicurezza", ha detto a Rainews24 Fabrizio Cola della Protezione civile del Lazio. "Siamo pronti ad accogliere molti in tenda. Circa 80 questa notte ad Amatrice hanno dormito nelle tende", ha aggiunto.

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Cadaveri di tre alpinisti segnalati sul Monte Bianco

Cadaveri di tre alpinisti segnalati sul Monte Bianco

Non  si esclude che possa trattarsi di un incidente avvenuto in tempi  non recenti

Continuano le indagini sullo scandalo alimentare delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil

Uova contaminate, migliaia sequestrate ad Ancona e Viterbo

Si aggiungono a quelli già comunicati dal Ministero della Salute

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2