Sabato 27 Agosto 2016 - 09:45

Terremoto, Mattarella con i soccorritori: Grazie per ciò che fate

Il capo dello Stato oggi parteciperà ai funerali delle vittime ad Ascoli Piceno

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella visita l'area terremotata di Amatrice

Lo Stato si stringe attorno alle vittime del terremoto che ha colpito il Centro Italia la notte tra il 23 e il 24 agosto. Oggi lutto nazionale, con le bandiere a mezz'asta sugli edifici pubblici dell'intero territorio italiano, in occasione dei funerali di Stato per i morti delle Marche. Le esequie si svolgeranno ad Ascoli Piceno alle 11.30 alla presenza del capo dello Stato, Sergio Mattarella del premier Matteo Renzi, e dei presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, saranno celebrate dal vescovo monsignor Giovanni D'Ercole nella palestra adiacente all'ospedale 'Mazzoni'.

Il capo dello Stato poco prima delle 9 è arrivato in elicottero ad Amatrice per visitare la zona rossa della cittadina del reatino e incontrare gli sfollati. Ad accoglierlo il sindaco Sergio Pirozzi, il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. "Grazie per tutto ciò che state facendo - ha detto il capo dello Stato parlando con i volontari e i vigili del fuoco - è uno sforzo straordinario". A seguire il presidente si recherà ad Accumoli e poi ad Ascoli Piceno per i funerali delle 49 vittime delle Marche. Ad Amatrice, che questa mattina è stata colpita da un'altra forte scossa alle 4.50 di magnitudo 4, sono stati estratti altri due corpi dalle macerie dell'Hotel Roma. Sale così a 223 il bilancio dei morti nella cittadina e a 283 quello del terremoto del 24 agosto.

 

l territorio marchigiano conta in tutto 49 vittime, un bilancio che  si è chiuso ieri con l'annuncio della Protezione civile. Questa fa sapere infatti che "al momento non risultano più dispersi" in questo territorio. Non c'è più nessuno da cercare, quindi, tra le macerie di Arquata del Tronto. Per questo oggi l'Italia piangerà chi è morto, vinto dalla violenza di un terremoto. Sergio Mattarella, è rientrato a Roma da Palermo già martedì, appena appresa la notizia del sisma. Ha quindi seguito da vicino la situazione del Centro Italia, in contatto con palazzo Chigi e la protezione civile.

Il presidente Mattarella, la mattina del sisma, aveva fatti appello "alla comune responsabilità" e aveva invitato tutta l'Italia "a stringersi con solidarietà attorno alle popolazioni colpite". Anche il presidente Grasso, dopo le esequie ad Ascoli Piceno, visiterà Amatrice e Accumoli. Altrettanto farà la presidente della Camera, Laura Boldrini. Presente, inoltre, una delegazione parlamentare di Sinistra Italiana composta dal capogruppo Arturo Scotto, dalla deputata marchigiana Lara Ricciatti e da Alfredo D'Attorre dell'esecutivo nazionale.

I morti laziali di Amatrice e Accumoli, invece, saranno onorati martedì prossimo, alle 18, in un giardino all'aperto nel paesino del reatino "senza le salme", per una questione di spazio, ha annunciato il Domenico Pompili, vescovo di Rieti. "Questo - ha spiegato - sarà un modo per rielaborare il lutto". Martedì sarà presente anche il premier Matteo Renzi.

Scritto da 
  • Donatella Di Nitto
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Migranti, Gratteri: Zuccaro è stato crocifisso, ma è una persona seria

Migranti, Gratteri: Zuccaro è stato crocifisso, ma è una persona seria

"Non è uno che spara le cose ad effetto. mi è venuto spontaneo difenderlo"

Legge elettorale, Prodi: Proporzionale devasta il Paese

Legge elettorale, Prodi: Proporzionale devasta il Paese

Berlusconi è "il più furbo": "è arrivato perfino al partito degli animalisti"

 Boschi: Da luglio bonus nido 1000 euro per bimbi fino a 3 anni

Boschi: Bonus nido da 1000 euro per bimbi fino a 3 anni

"Un altro provvedimento che aiuterà la vita di molte famiglie#avanti"