Giovedì 17 Novembre 2016 - 09:30

Sisma, Mattarella: Garantire ai giovani diritto all'istruzione

Messaggio per la Giornata nazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

Terremoto, Mattarella: Garantire ai giovani diritto all'istruzione

 "Il terremoto ha pesantemente inciso sulla condizione di tanti bambini e adolescenti. Alcuni hanno perso la vita, altri sono stati testimoni del sisma trovandosi ora ad affrontare paure inedite e il più delle volte una vita in insediamenti mobili o lontani dalle loro case. A questi giovani dobbiamo garantire il diritto all'istruzione e all'accesso a luoghi di svago adatti alla diversa eta". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un passaggio del messaggio in occasione della Giornata nazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.
 

 "Oggi i bambini e gli adolescenti sono sottoposti a sollecitazioni e sfide nuove, quali quelle derivanti soprattutto dalla rete e dai social media. Questi strumenti espongono i giovani a diversi rischi ed è importante che i luoghi di formazione dei bambini e degli adolescenti, a partire dalla famiglia e dalla scuola, spingano verso una corretta informazione ed un uso responsabile di questi mezzi", ha concluso.  "I bambini e gli adolescenti sono la speranza del Paese e abbiamo il dovere di offrire loro un futuro, garantendo ad essi, particolarmente a quelli che si trovano in situazioni disagevoli, tutte le opportunità che possono concorrere a questo scopo. Occorre dunque partire anzitutto dalla opportunità che possiamo offrire ai giovani, particolarmente a coloro che si trovano in situazioni di disagio" ha aggiunto Mattarella. "Centrale è il ruolo dell'istruzione, che ha lo scopo di sviluppare al meglio la personalità dei bambini, le loro capacità mentali e fisiche e insegnare a vivere in maniera responsabile, in una società libera, nel rispetto degli altri", ha aggiunto.

 "Oggi i bambini e gli adolescenti sono sottoposti a sollecitazioni e sfide nuove, quali quelle derivanti soprattutto dalla rete e dai social media. Questi strumenti espongono i giovani a diversi rischi ed è importante che i luoghi di formazione dei bambini e degli adolescenti, a partire dalla famiglia e dalla scuola, spingano verso una corretta informazione ed un uso responsabile di questi mezzi", ha concluso.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Berlusconi: Se Renzi perde lascia la politica? Meno male

Berlusconi: Se Renzi perde lascia la politica? Meno male

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, lo ha detto parlando con i ragazzi di Missione Italia

ITALY-ROME-CONSTITUTIONAL REFERENDUM

Referendum, ecco la riforma della Costituzione in pillole

Ecco il testo su cui si dovranno esprimere gli italiani

Referendum

Referendum, il quesito e le polemiche. Non c'è quorum

Ecco la domanda a cui domani dovranno rispondere gli italiani

Referendum

Referendum: quando, come e chi vota domenica 4 dicembre

Urne aperte dalle 7 alle 23: 46.714.950 elettori più quasi 4mila all'estero