Domenica 19 Febbraio 2017 - 13:45

Terremoto, inagibile 1 casa su 2, oltre 110mila i sopralluoghi

A quasi sei mesi dalla prima scossa proseguono le verifiche dei tecnici

Amatrice

A quasi sei mesi dalla prima forte scossa di terremoto del 24 agosto che ha colpito il centro Italia prosegue l'attività delle squadre di tecnici ed esperti abilitati per le verifiche di agibilità, sia con procedura AeDes (Agibilità e Danno in emergenza sismica), avviata fin dai primi giorni successivi alla scossa del 24 agosto, sia con procedura FAST (Fabbricati per l'Agibilità Sintetica post-Terremoto), attivata dopo gli eventi sismici del 26 e del 30 ottobre. A ieri, sono complessivamente 110.724 i sopralluoghi di agibilità effettuati nelle Regioni Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo, grazie all'impegno dei professionisti appartenenti ai Consigli nazionali degli Ingegneri, Architetti, Geometri e Geologi impiegati a titolo volontario, nonché di tecnici dei centri di competenza del Dipartimento, delle Regioni, delle Forze Armate e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Su 43.853 edifici privati, il 45% è risultato agibile, a cui si aggiunge un 6% di edifici che non risultano danneggiati ma sono inagibili per rischio esterno, mentre il 30% è stato dichiarato inagibile e i restanti hanno avuto esiti di parziale o temporanea inagibilità.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Controlli antispaccio della Polizia alle Colonne di San Lorenzo a Milano

Roma, abusava di una studentessa, arrestato il prof di Latino

E' successo al Liceo Massimo (privato) con sede all'Eur. Due mesi di gravi molestie, poi la ragazza si è confidata con i genitori

Spelacchio, l'albero di Natale a Piazza Venezia

Roma, Spelacchio addio: l'albero della discordia passa a nuova vita

L'abete natalizio verrà riciclato: gadget ricordo e una casetta di legno per bimbi

Emergenza rifiuti

Rifiuti Roma, Regione Abruzzo: "Pronti a dare 3 mesi di accoglimento"

Luciano D'Alfonso ha dato l'ok ad aiutare la Capitale

Emergenza rifiuti

Rifiuti, Emilia Romagna accorre in aiuto del Lazio e di Roma

La giunta emiliana ha approvato una delibera che consente di smaltire luna parte della spazzatura della Capitale