Lunedì 12 Settembre 2016 - 11:45

Terremoto, Comune di Amatrice querela Charlie Hebdo

Il settimanale satirico accusato di diffamazione per le vignette pubblicate dopo il sisma

Terremoto, il Comune di Amatrice querela Charlie Hebdo

Il Comune di Amatrice ha depositato presso la procura di Rieti una querela per diffamazione in merito alle le vignette pubblicate dal periodico satirico francese Charlie Hebdo. A presentare la denuncia è stato l'avvocato Mario Cicchetti, che rappresenta il Comune colpito dal sisma del 24 agosto. Il caso era esploso quando il settimanale aveva pubblicato due vignette sulle vittime del terremoto in Centro Italia. "Sisma all'italiana: penne al pomodoro, penne al gratin, lasagne" era la didascalia a corredo di un disegno che mostrava due superstiti insaguinati e feriti, accostati rispettivamente alle penne al pomodoro (il sangue) e al gratin (le ferite), e una pila di morti sepolti da macerie, in un'immagine che ricorda gli strati delle lasagne. La vignetta, firmata dal vignettista Felix, aveva scatenato moltissime reazioni negative sui social network. Ma il settimanale aveva risposto alle polemiche con una seconda vignetta. Nel disegno si vedeva un uomo ancora vivo ma ferito in mezzo alle macerie. A commento la scritta: "Italiani, non è Charlie Hebdo che costruisce le vostre case, è la mafia".

LEGGI ANCHE 'Charlie Hebdo, vignetta irride vittime del terremoto italiano'

LEGGI ANCHE 'Terremoto, Charlie Hebdo fa satira sui morti: è polemica'

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'Italia ancora nella morsa del freddo. Neve e venti forti

L'Italia ancora nella morsa del freddo: neve e venti forti

Nord nel gelo, centro-sud ed Emilia dovranno fare i conti con la neve

Roma, truccavano manutenzione bus: un arresto, 50 indagati

Roma, truccavano manutenzione bus: un arresto, 50 indagati

Arrestato il titolare di una società affidataria dell'appalto

Milano, altro femminicidio: donna uccisa in casa

Milano, altro femminicidio: donna uccisa in casa

A trovarla è stato il marito, da chiarire il suo ruolo

Catania, arrestato il pericoloso boss Nizza

Catania, arrestato boss Nizza: era tra i 100 latitanti più pericolosi

Minniti soddisfatto: "Successo investigativo di alto livello"