Giovedì 08 Settembre 2016 - 11:00

Terremoto, Curcio: Per costruire 'casette' servono sette mesi

Continua la raccolta fondi della Protezione civile: totalizzati 13,5 milioni

Terremoto centro Italia, il campo sfollati di Arquata del Tronto sotto la pioggia

"Ci attende un percorso molto molto lungo, e ribadisco che in questo momento il sistema ha dato una buona prova in termini di risposta. Ad oggi abbiamo avuto oltre 6mila scosse, una forte attività dunque che continua a pesare sulle persone che vivono nel luogo colpito dal sisma". Queste le parole del capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, nel corso di un'audizione in Commissione Ambiente della Camera dedicata al terremoto che ha colpito l'Italia centrale il 24 agosto scorso che ha provocato 295 vittime. "Per la realizzazione delle 'casette', che non saranno necessariamente in legno, noi abbiamo stimato un tempo credibile massimo di sette mesi". 

La Protezione civile, continua Curcio, ha raccolto, "a oggi, più di 13,5 milioni" tramite il 'Contact center' per l'emergenza terremoto.

VITTIME E SFOLLATI. "Ad oggi sono 295 le vittime. Si sta continuando a scavare e oggi è il quattordicesimo giorno dopo il sisma quindi se da una parte stiamo parlando di ricostruzione dall'altra stiamo ancora scavando. Quindi faccio un invito a razionalizzare un po' le fasi. In questo momento c'è un'area ad Amatrice in cui si sta ancora scavando, per noi è ancora soccorso. È evidente che non ci aspettiamo di recuperare persone vive ma è evidente che il recupero delle vittime è altrettanto importante", aggiunge Curcio. 

"Sono 4.500 le persone assistite nelle tendopoli. C'è la necessità e urgenza di portarle vie. La situazione del clima non è sostenibile, ma abbiamo una difficoltà pratica di una popolazione che dopo 14 giorni non è pronta ad andare via".

VALUTAZIONE DEL DANNO. "La tipologia edilizia non ha uniformità e quindi, al di là delle zone dove ci sono stati crolli completi, la valutazione del danno è molto difficile proprio per questa differenza che c'è", prosegue il capo della Protezione civile. 

SOLIDARIETA'. "Su questo evento, in questa prima fase, come paese abbiamo dato una testimonianza di grandissimo cuore, solidarietà, capacità a tutti i livelli, non c'è stato settore che non abbia fino ad oggi messo testa, competenza, cuore, su questo dramma che ha colpito il paese", conclude Curcio.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Rigopiano, si continua a scavare sotto la neve

Rigopiano, individuata la sesta vittima. Gentiloni: Più poteri a Protezione civile

La superstite: "Io, al buio in uno spazio stretto". Il bilancio è, per ora, di 11 sopravvissuti. I dispersi salgono a 24

Hotel Rigopiano, valanga potente come 4000 tir a 100 km l'ora

Hotel Rigopiano, valanga potente come 4000 tir a 100 km l'ora

Il calcolo lo fa il servizio Meteomont dei carabinieri

Papa: Incoraggio i soccorritori, sono vicino a famiglie vittime

Papa: Incoraggio i soccorritori, sono vicino a famiglie vittime

Il pontefice si è così rivolto alle popolazioni del centro Italia compite dal terremoto e dal maltempo

Verona, bus ungherese prende fuoco su A4, i resti del mezzo

Bus in fiamme su A4, 16 morti: polizia ungherese apre indagini

Si stanno concentrando sulla verifica delle condizioni tecniche del bus al momento della partenza