Mercoledì 24 Agosto 2016 - 08:30

Terremoto, fotografo LaPresse salvo per miracolo: E' crollato tutto

La casa dei genitori è completamente crollata e la famiglia è dovuta uscire scavando fra le macerie

Terremoto, fotografo LaPresse salvo per miracolo: E' crollato tutto

Salvi per miracolo, sotto le macerie di una casa crollata. E' la testimonianza del fotografo di LaPresse Roberto Monaldo rimasto coinvolto nei crolli in seguito al terremoto a Amatrice. La casa dei suoi genitori, nella quale si trovava lui stesso, è completamente crollata e la famiglia è dovuta uscire scavando fra le macerie. "Non so come facciamo ad essere tutti vivi", racconta. Sotto le macerie sono rimasti tutti i loro averi, ma nessuno di loro ha riportato ferite gravi, solo leggere escoriazioni. Le comunicazioni sono molto difficili.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Otto persone indagate per blitz Forza Nuova sotto la sede di Repubblica: una è minorenne

Sono state riconosciute con l'aiuto dei video delle telecamere di sorveglianza

Roma, esploso ordigno all'esterno della caserma dei Carabinieri Caccamo

Roma, gli anarchici rivendicano l'attentato alla caserma dei carabinieri di San Giovanni

La bomba è esplosa alle 5,30 in via Birmania. Nessun ferito. La Federazione Anarchica Informale: "Portata la guerra a casa di Minniti"

Spedizione di Forza Nuova sotto la sede di Repubblica

Una dozzina i militanti con bandiere e fumogeni. Su Fb la rivendicazione. Solidarietà da Renzi a Beppe Grillo passando per Giorgia Meloni

Roma, donna trascinata dalla metro: Atac reintegra il macchinista

Il dipendente non sarà impiegato nel servizio passeggeri, ma nella manovra dei treni in deposito