Mercoledì 02 Novembre 2016 - 15:30

Terremoto, 50mila beni artistici da salvare prima della neve

"Gli interventi costeranno 3 miliardi", spiega a LaPresse il prefetto responsabile dell'unità di crisi del Mibact

Terremoto, 50mila beni da salvare prima delle neve

Sono almeno 50mila i beni e le opere d'arte da mettere in salvo in seguito ai terremoti del centro Italia "prima che arrivi la neve". E' l'allarme lanciato la Fabio Carapezza Guttuso, prefetto responsabile dell'unità di crisi del Mibact che coordina il recupero e la messa in sicurezza del patrimonio culturale colpito dal sisma. Sentito da LaPresse, Carapezza Guttuso spiega che sono arrivate "segnalazioni di danni, in alcuni casi gravissimi, su oltre 5.000 immobili di pregio perlopiù chiese, nelle quali è conservato l'80 per cento delle opere a rischio: tele, statue, paramenti sacri, affreschi, opere di oreficeria e organi".

"Ci vorranno almeno tre miliardi di euro per il recupero di questi beni - sottolinea il prefetto - anche perché in moltissimi casi non basta più la messa in sicurezza" e dove tutto è crollato ci sono costi importanti da mettere in conto per la raccolta delle macerie che vanno catalogate per la ricostruzione.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bussi, la discarica dei veleni: 10 condanne per disastro colposo aggravato

Discarica Bussi, 10 condanne per disastro colposo aggravato

Ribaltata la sentenza sull'ex impianto Montedison in Abruzzo

Amanda Knox racconta il legame con una detenuta lesbica in carcere

Amanda Knox racconta il legame con una detenuta lesbica in carcere

Un rapporto nato nel terzo anno in carcere e poi interrotto per un bacio non gradito

 Papa: La politica si è abbassata tanto, mancanza lavoro porta terrorismo

Papa: La politica si è abbassata tanto, mancanza lavoro porta terrorismo

Presente alla cerimonia la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli

Papa: Inaccettabile ci sia tanta disoccupazione giovanile in Ue

Papa: Assenza lavoro può spingere ad arruolarsi coi terroristi

Visita del Pontefice all'Università di Roma Tre