Venerdì 21 Luglio 2017 - 13:30

Scontri e vittime a Gerusalemme. Uccisi tre coloni israeliani

I palestinesi in piazza contro le nuove limitazioni all'accesso nella spianata. Cadono tre manifestanti. Al tramonto la vendetta

Gerusalemme, tensioni sulla spianata delle moschee durante la preghiera del venerdì

Tensione, scontri, feriti e anche alcune vittime (in totale sei, tre palestinesi e tre israeliani) a Gerusalemme e in Cisgiordania. Al centro delle nuove fiammate di violenza le limitazioni impostae da Israele per l'accesso dei palestinesi alla zona sacra.

Tre israeliani uccisi - Una giornata terribile, finita malissimo. In serata, un palestinese armato di coltello ha ucciso tre israeliani e gravemente ferito un quarto in una casa privata di un insediamento in Cisgiordania, prima  di essere a sua volta ucciso. Lo riferisce un ufficiale israeliano. L'attacco si è verificato nell'insediamento di Neve Tsuf. Secondo quanto riportato da Israel Radio, l'assalitore sarebbe un giovane di 19 anni proveniente dal villaggio di Khobar, nella West Bank, nei pressi di Ramallah.

Disordini, scontri e tre morti a Gerusalemme - Dalla mattinata migliaia di fedeli musulmani si sono radunati nelle strade intorno alla Spianata delle moschee per pregare e protestare contro le nuove limitazioni imposte da Israele all'accesso nella zona sacra. Negli scontri sono rimasti uccisi tre giovani palestinesi, 200 i feriti. 

Secondo la Mezzaluna Rossa, i feriti sono almeno 193, sia a Gerusalemme sia in Cisgiordania. Quarantuno i feriti nel centro di Gerusalemme, portati in centri di soccorso medico, in maggioranza perché sono stati colpiti da oggetti, proiettili di gomma e hanno riportato ustioni, mentre altri 31 sono stati curati sul posto. Nel quartiere di Isariya, due persone sono state ferite da munizioni vere, 10 da proiettili di gomma, 40 sono state curate per aver inalato gas lacrimogeni e ustioni.

Disordini anche a Qalandiya, a nord di Gerusalemme, dove circa 400 palestinesi hanno lanciato pietre contro le forze di sicurezza a un posto di blocco. Testimoni citati dai media internazionali hanno riferito che la polizia israeliana ha usato contro i palestinesi gas lacrimogeni e proiettili di gomma.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Russiagate, da Mueller mandato comparizione per Bannon

L'ex capo stratega della Casa Bianca chiamato per testimoniare davanti a un grand jury sui possibili legami fra lo staff di Trump e la Russia durante la campagna elettorale

Papa Francesco in Cile

Cile, altre 3 chiese attaccate all'alba: 9 da scorsa settimana

Gli ultimi attacchi incendiari qualche ora dopo l'arrivo di Papa Francesco.

Papa Francesco Incontro con le Autorità, con la Società civile di Santiago

Cile, Papa chiede perdono per scandali pedofilia: "Vergogna, non si ripeta"

Il pontefice parlando alle autorità cilene nel Palacio de la Moneda di Santiago su decenni di episodi perpetrati da sacerdoti

Verginità all'asta per pagarsi gli studi: 18enne italiana raccoglie 1 milione di euro

Vuole studiare a Cambridge, acquistare una casa e viaggiare: perciò ha preso la decisione di vendersi sul web. The Sun l'ha sentita e assicura che non è un falso