Giovedì 21 Luglio 2016 - 11:45

Doping, Tas respinge ricorso russo sull'esclusione da Rio 2016

A novembre la Iaaf aveva sospeso la Federazione russa dopo lo scoppio dello scandalo. Isinbayeva: Funerale dell'atletica

Tas respinge ricorso della Russia sull' esclusione degli atleti da Rio

Il Tribunale di arbitrato per lo sport di Losanna ha respinno il ricorso presentato dal Comitato olimpico della Russia e da 68 componenti della squadra di atletica leggera relativo all'esclusione dalle Olimpiadi di Rio a causa del doping. Lo ha annunciato lo stesso Tribunale in un comunicato sul proprio sito internet. 

Lo scorso 13 novembre la Iaaf, la Federazione internazionale di atletica leggera, aveva sospeso la Federazione russa dopo lo scoppio dello scandalo legato al doping. Una decisione confermata nei due successivi appelli presentati dalla Russia. Il Tas ha esaminato il ricorso presentato lo scorso 3 luglio dal Comitato Olimpico russo e dai 68 atleti componenti la squadra russa confermando la decisione della Iaaf. Pertanto la Russia non potrà prendere parte alle gare di atletica leggera alle Olimpiadi di Rio de Janeiro del prossimo mese di agosto.

ISINBAYEVA: FUNERALE DELL'ATLETICA. "E' il funerale dell' atletica leggera". Così la campionessa olimpica di salto con l'asta Elena Isinbayeva ha commentato all'agenzia TASS la decisione della Corte di arbitrato per lo Sport di respingere l'appello presentato dalla Russia.
 

MUTKO: DECISIONE INACCETTABILE. Anche il ministro dello sport russo Vitaly Mutko si è detto dispiaciuto per la decisione del Tas di Losanna: "Mi dispiace per questa decisione", ha detto Mutko come riporta l'agenzia Interfax. "Purtroppo, è stato stabilito un precedente importante con la responsabilità collettiva" per le violazioni per doping individuali. Mutko ha aggiunto che i dirigenti russi prenderanno in considerazione quali misure adottare alla luce della decisione della Corte, e che le cose non dovrebbero essere lasciate così come sono.  Anche il Cremlino ha commentato la decisione del Tas. Il portavoce si è detto profondamente rammaricato. "Mi dispiace certamente per tale decisione relativa a tutti i nostri atleti", ha detto Dmitry Peskov in una conference call con i giornalisti. "Il principio della responsabilità collettiva è difficilmente accettabile", ha aggiunto Peskov. Dmitry Shlyakhtin, presidente della Federazione russa, ha dichiarato che la sua organizzazione farà di tutto per assicurare la presenza degli atleti Russi alle Olimpiadi di Rio.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ciclismo, presentazione del Giro d'Italia 2018

Giro d'Italia parte da Gerusalemme ovest e Israele minaccia di annullarlo

L'ira dei ministri israeliani per la partenza da "West Jerusalem": "C'è una sola capitale"

Ciclismo, presentazione del Giro d'Italia 2018

Ciclismo, svelato Giro 2018: da Gerusalemme a Roma, al via anche Froome

Presentato il percorso della edizione 101 della corsa rosa. Partenza in Israele il 4 maggio e arrivo nella capitale il 27. La novità è la presenza del britannico

"I Roveri" di Torino premiato al World of Leading Golf

La struttura del Royal Park ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per i "Migliori servizi"

Former USA Gymnastics' team physician Nassar, poses in this photo released November 10, 2017

Il medico delle ginnaste Usa ammette: "Le ho molestate, chiedo scusa"

Larry Nassar si è dichiarato colpevole di 13 casi di abusi sessuali. Rischia 25 anni di carcere. L'ultima accusa da Gabby Douglas