uragano

Pagina 1 di 12
Lunedì, Ottobre 16, 2017 - 12:00

L'uragano Ophelia arriva in Irlanda

Scuole chiuse oggi in tutta l'Irlanda che si prepara a ricevere l'uragano Ophelia, sceso ad uragano di categoria 1 ma comunque potenzialmente devastante. Divieto di percorrere le strade a ciclisti e motociclisti , in vista di venti che potrebbero raggiungere i 130 chilometri orari. Il livello di allerta elevato da arancione a rosso, il massimo, per tutto il Paese. Soppressa anche la maggioranza dei traghetti tra Irlanda e Gran Bretagna. Si temono onde che potrebbero raggiungere altezze di 10 metri. Nello scorso fine settimana Ophelia ha raggiunto categoria 3 (un record per la zona nord-orientale dell’Atlantico), prima di ridursi a categoira 2 e poi 1.

Giovedì, Ottobre 12, 2017 - 12:45

Ophelia punta verso l'Europa

Comincia a far paura la tempesta tropicale Ophelia che viaggia nell'Atlantico a circa 1.195 chilometri a sudovest delle Azzorre in direzione dell'Europa alla velocità di 7 km all'ora. La perturbazione è diventata uragano di categoria 1 con venti fino a 135 km/h. Se mantenesse l'attuale direzione, potrebbe arrivare nel fine settimana e lunedì prossimo alle coste di Portogallo, Spagna e Gran Bretagna. L’allarme arriva dal National Hurricane Center di Miami. Ophelia è la 15maa tempesta tropicale atlantica del 2017, la decima a trasformarsi in uragano: raggiungendo un record stagionale che era imbattuto dal 1893.

Martedì, Ottobre 10, 2017 - 10:00

Uragano Nate: la Louisiana fa i conti con i danni

Il secondo "landfall" dell'uragano Nate sulle coste della Louisiana ha generato una forte mareggiata nella città di Biloxi, affacciata sul Golfo del Messico, causando danni ingenti. In precedenza, le autorità avevano chiesto ai residenti di evacuare le zone più esposte. Nate, il terzo urgano che colpisce il sud degli Stati Uniti in meno di due mesi, dopo essere stato classificato ciclone di 1^ categoria, si è indebolito ed è stato declassato a tempesta tropicale, proseguendo il suo cammino sugli Stati di Mississippi e Alabama.

Lunedì, Ottobre 9, 2017 - 14:30

L'uragano Nate perde forza ma i disagi restano

Declassato a depressione tropicale, l'ex uragano Nate continua a creare disagi negli Stati Uniti con forti piogge e vento che si stanno abbattendo soprattutto tra Alabama e Tennessee. La situazione viene costantemente monitorata dal Centro Nazionale degli Uragani secondo cui Nate si sta muovendo in direzione Nord/Nord-est ad una velocità di 37 chilometri orari sospinto da venti che soffiano oltre i 50 chilometri orari. L'ormai ex uragano ha ucciso 30 persone e dopo Harvey e Irma è il terzo a toccare il suolo americano durante questa stagione. C'è ancora il rischio inondazioni e frane per via della grande quantità di acqua caduta in diversi Stati.

Sabato, Ottobre 7, 2017 - 18:00

VIDEO L'uragano Nate si avvicina al Messico: almeno 23 morti

Nate fa paura: la tempesta tropicale con 128 chilometri orari, trasformatasi in uragano di categoria 1 ha già causato almeno 23 morti e si sta avvicinando al Messico. Nei giorni scorsi la perturbazione ha devastato Costa Rica, Honduras e Nicaragua provocando vittime, feriti e moltissimi danni. Sale la preoccupazione anche negli Stati Uniti: le autorità di Louisiana e Mississippi hanno dichiarato lo stato di emergenza e ordinato alla popolazione costiera di evacuare. Allerta uragani in particolare per l'area metropolitana di New Orleans.

Venerdì, Ottobre 6, 2017 - 12:00

Germania, 6 morti per l'uragano Xavier

Il nord della Germania è stato flagellato dall'uragano Xavier, che ha provocato almeno 6 morti con raffiche violente di vento fino a 140 chilometri all'ora. In tutti i casi si è trattato di incidenti dovuti alla caduta di alberi. La polizia ha allertato la popolazione, invitandola a non uscire di casa. Fermi i treni, soprattutto quelli della linea tra Amburgo e Berlino. Sospesa anche la linea metropolitana in superficie. Gli aeroporti della capitale hanno ripreso in serata le procedure di imbarco e di sbarco dei passeggeri, rimasti a lungo bloccati in aereo a causa del forte vento.

Giovedì, Settembre 28, 2017 - 13:45

Le devastazioni dell'uragano Maria sulla città di San Juan

(LaPresse) Un video ripreso da un drone mostra gli effetti dell’uragano Maria sulla città di San Juan, nell'isola di Porto Rico: nel filmato si vedono case e strade distrutte, mentre decine di persone si mettono in coda per fare rifornimento di carburante. L’uragano, il più potente negli ultimi 90 anni, ha privato molte città di elettricità e provocato un disastro naturale definito dal governatore Ricardo “senza precedenti”. La situazione rimane complicata: mancano cibo, acqua potabile e medicine e molti ospedali sono ancora fuori uso. Per fronteggiare l'emergenza, sull'isola sono stati inviati anche militari dell'esercito americano.

Mercoledì, Settembre 27, 2017 - 10:15

Scrivono "Help" sul tetto, salvati dopo passaggio uragano Maria

Una famiglia è stata salvata da un elicottero della Air and Marine Operations dopo aver dipinto la parola "Aiuto" sul tetto della propria casa a Porto Rico, nel tentativo di aiutare i soccorritori a localizzarne la posizione. È accaduto durante il passaggio dell’uragano Maria, il più potente arrivato nel Paese negli ultimi 90 anni, che ha provocato la morte di 10 persone e distrutto intere infrastrutture, lasciando anche città senz’acqua e corrente. Alle operazioni di soccorso hanno partecipato anche 4000 uomini inviati dall’esercito americano.

Giovedì, Settembre 21, 2017 - 10:30

L'uragano Maria si abbatte su Porto Rico

Nonostante si sia ulteriormente indebolito - è stato declassato a categoria 2 da categoria 3 - l'uragano Maria ha fatto gravi danni a Porto Rico. Sull'isola c'è un blackout totale, secondo quanto dichiarato da un portavoce dell'ufficio del governatore; al momento funzionano solo i generatori di corrente. Oggi Maria potrebbe aumentare nuovamente di potenza.

Pagine