ue

Pagina 1 di 205
Martedì, Agosto 7, 2018 - 23:00

Trump all'Ue: "Chi fa affari con l'Iran ha chiuso con gli Usa"

Il presidente americano Donald Trump vuole fare terra bruciata attorno a Teheran e minaccia l'Europa: "Le sanzioni sono ufficialmente partite, chi fa affari con l'Iran non li potrà più fare con gli Stati Uniti". L'avvertimento è diretto a Federica Mogherini: l'Alto rappresentante per la politca estera europea ha fatto sapere che l'intenzione di Bruxelles è invece quella di favorire gli affari dei Paesi comunitari con Teheran. Oggi la Casa Bianca ha reintrodotto le sanzioni economiche abolite dopo l'accordo sul nucleare del 2015, accordo da cui Trump si è sfilato lo scorso maggio.

Martedì, Luglio 17, 2018 - 20:15

Ue e Giappone dicono no al protezionismo

Europa e Giappone rispondono al protezionismo americano. I vertici dell'Unione Europea e quelli giapponesi hanno firmato oggi a Tokyo una storica intesa di libero scambio. Il cosiddetto accordo Jefta (Japan-Ue free trade agreement), ovvero un partenariato strategico ed economico che copre un'area di libero scambio che riguarda quasi un terzo del Pil mondiale. L’intesa permetterà all'85% dei prodotti agroalimentari Ue di entrare in Giappone senza dazi doganali. "Oggi è un momento storico per il nostro partenariato duraturo", ha affermato il presidente dell'Unione Europea Jean Claude Juncker

Giovedì, Luglio 12, 2018 - 19:30

Ue taglia crescita dell'Italia

La Commissione europea rivede al ribasso le stime sul Prodotto interno lordo dell'Italia. Per quest'anno passano al +1.3 per cento, dall'1,5 previsto a maggio e nel 2019 all'1,1 per cento dall'1,2 di due mesi fa. A pesare negativamente, sottolinea Bruxelles, è una "riaccesa incertezza di politiche a livello globale", ma anche il "riemergere di timori o incertezze sulle politiche economiche a livello interno". L'Italia ultima in Europa per la crescita: nel 2018 è la più bassa dei 28 assieme a quella del Regno Unito, nel 2019 chiudiamo da soli la classifica.

Mercoledì, Luglio 11, 2018 - 11:00

Google, multa miliardaria in arrivo dall'Ue

L'Antitrust europea si prepara a comminare una multa miliardaria a Google per abuso di posizione dominante con il suo sistema operativo Android. La maxi sanzione, secondo fonti svelate dal “Wall Street Journal”, potrebbe superare quella da 2,4 miliardi di euro già inflitta dall'Unione europea a Google lo scorso anno. La riunione dei rappresentanti delle autorità antitrust nell’Unione Europea, che si sarebbe dovuta tenere questa settimana, si svolgerà a Bruxelles il 17 luglio. È probabile che lo slittamento sia dovuto alla presenza nella capitale belga del presidente americano Donald Trump per il vertice Nato. La Commissione Europea è stata accusata in passato di avere inflitto pesanti multe a Google per provare a penalizzare le grandi aziende statunitensi di Internet.

Martedì, Luglio 10, 2018 - 17:15

Migranti, digiuno in Piazza San Pietro: la voce dei preti contro la politica

Preti e suore di strada hanno manifestato in Piazza San Pietro, a Roma, contro le politiche migratorie del governo e della Ue, dando il via a un digiuno a staffetta. La protesta continuerà poi sotto le finestre di Montecitorio. "E' un digiuno di solidarietà. Siamo davanti a una situazione gravissima. E' in ballo la vita delle persone. Ciò che sta accadendo non è solo il naufragio dei migranti, ma il naufragio dell'Europa", ha commentato padre Alex Zanotelli della comunità missionaria dei Comboniani

Giovedì, Luglio 5, 2018 - 18:15

Ue, rimandata a settembre la riforma del copyright

E' stato rinviato a settembre l'esame della riforma del Copyright. La Plenaria del Parlamento europeo ha infatti votato contro l'avvio dei negoziati fra Parlamento, Consiglio e Commissione Ue sulla proposta di direttiva che aveva provocato molte critiche. Sono stati 318 gli eurodeputati a votare contro la misura, 278 quelli che si sono espressi a favore, 31 gli astenuti. Soddisfatti ministri Salvini e Di Maio che lo avevano definito un bavaglio alla rete. L'obiettivo principale della misura, proposta dalla Commissione europea nel 2016, è modernizzare il diritto d'autore nell'era della rivoluzione digitale, visto che l'ultima legge in merito risale al 2001.

Giovedì, Giugno 21, 2018 - 07:45

Migranti, Italia irritata su bozza vertice Ue

Il premier Conte, non andrà a Bruxelles al prevertice europeo sui migranti per sottoscrivere una bozza già preparata. Fonti di governo sottolineano l'irritazione dell'esecutivo per i contenuti anticipati che prevedono di ridurre gli arrivi illegali, i movimenti tra i Paesi europei e accelerare i trasferimenti verso lo Stato competente. Ma per l'Italia la questione dei ricollocamenti va affrontata solo dopo aver chiarito i principi della prima accoglienza nei Paesi di approdo. "Se andiamo a Buxelles per avere il compitino già scritto da Francia e Germania, se pensano di mandarci altri migranti invece di aiutarci, allora non andiamo nemmeno, risparmiamo i soldi del viaggio", avverte il ministro dell'Interno Salvini

Mercoledì 20 Giugno 2018 - 10:30

Mattarella: Italia solidale e accogliente, ma la Ue faccia di più per i rifugiati

Il messaggio del Capo dello Stato in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato. "Non lasciare tutto sulle spalle dei Paesi d'ingresso"

Martedì, Giugno 19, 2018 - 17:45

Salvini: "Su censimento rom non mollo"

Matteo Salvini non molla sul censimento dei rom. "Se lo propone la sinistra va bene, se lo propongo io è razzismo. Io vado dritto!. Prima gli italiani e la loro sicurezza", scrive su Facebook il ministro dell'Interno., rispondendo alle polemiche dopo la sua proposta di ieri. "L'obiettivo non è schedare o prendere impronte digitali a nessuno, ma tutelare prima di tutto migliaia di bambini", aveva aggiunto ieri sera. L'Europa mette in guardia: "Non è legale espellere un cittadino comunitario sulla base della sua etnia", ricorda il portavoce della Commissione Alexander Winterstein. Critiche alla politica sui migranti sono arrivate anche dal commissario europeo Moscovici anche se sottolinea che l'Unione europea non può lasciare l'Italia da sola.

Lunedì, Giugno 11, 2018 - 17:30

Ue, Marcegaglia: "Ci sono cose da cambiare, ma si cambiano dall'interno e con iniziative forti"

"Le dichiarazioni di Tria mi sono sembrate corrette e in linea con quello che è necessario fare". Così la presidente di Eni, Emma Marcegaglia, lasciando il Consob Day, a Milano, ha commentato le parole del ministro dell'Economia rilasciate al Corriere della Sera, che aveva rassicurato i mercati sulla permanenza dell’Italia nell’euro. "Sicuramente, l'Europa - ha aggiunto Marcegaglia - sta discutendo cambiamenti. C'è questa discussione sulla necessità di dare più spazio e più forza all'unione monetaria europea. Credo che ci sono delle cose da cambiare ma ovviamente, come sempre, le cose si cambiano dall'interno, stando seduti ai tavoli e portando delle iniziative forti"

Pagine