ue

Pagina 1 di 204
Lunedì, Giugno 11, 2018 - 17:30

Ue, Marcegaglia: "Ci sono cose da cambiare, ma si cambiano dall'interno e con iniziative forti"

"Le dichiarazioni di Tria mi sono sembrate corrette e in linea con quello che è necessario fare". Così la presidente di Eni, Emma Marcegaglia, lasciando il Consob Day, a Milano, ha commentato le parole del ministro dell'Economia rilasciate al Corriere della Sera, che aveva rassicurato i mercati sulla permanenza dell’Italia nell’euro. "Sicuramente, l'Europa - ha aggiunto Marcegaglia - sta discutendo cambiamenti. C'è questa discussione sulla necessità di dare più spazio e più forza all'unione monetaria europea. Credo che ci sono delle cose da cambiare ma ovviamente, come sempre, le cose si cambiano dall'interno, stando seduti ai tavoli e portando delle iniziative forti"

Mercoledì, Giugno 6, 2018 - 08:00

Vertice Lussemburgo, salta l'intesa sul regolamento di Dublino

Europa divisa al vertice in Lussemburgo, dove i ministri degli Interni hanno discusso la proposta della presidenza bulgara di riformare il regolamento di Dublino che disciplina il diritto d'asilo per i migranti. "Non c'è solo l'Italia ad opporsi, anche i Paesi Visegard sono contrari e il governo tedesco critica punti precisi", fa sapere il segretario di Stato tedesco, Stephan Mayer. Oltre all'Italia hanno detto no alla riforma altri dieci Paesi. "La riforma del regolamento di Dublino è morta", fa sapere il segretario di Stato belga Francken che elogia la linea di Matteo Salvini e invita a riprendere i respingimenti.

Lunedì, Giugno 4, 2018 - 23:00

Ue, Salvini: "Con Orban lavoreremo per cambiare regole"

"Oggi ho avuto una telefonata lunga e cordiale col primo ministro ungherese Victor Orban, che ci ha fatto gli auguri di buon lavoro e con cui lavoreremo per cambiare le regole di questa Unione Europea". Lo ha detto Matteo Salvini durante il suo comizio a Fiumicino (Roma). "Chi scappa dalla guerra avrà nel mio paese la massima accoglienza, ma chi non scappa dala guerra deve preparare le valigie e tornare a casa", ha aggiunto, annunciando collaborazione "con gli altri paesi africani e gli altri paesi europei". "Farò di tutto - ha concluso - per dare un futuro di speranza, lavoro e famiglia nel loro paese a quelle migliaia di disperati che invece adesso salgono su un barcone e muoiono nel Mar Mediterraneo".

Mercoledì, Maggio 23, 2018 - 18:30

La Ue promuove i conti italiani, ma con riserva

È arrivata la decisione dell'Unione Europea sui conti pubblici dell’Italia. Bruxelles non aprirà una procedura per debito eccessivo per il nostro Paese, come fa sapere il vicepresidente della Commissione europea Dombrovskis, che sottolinea: sulla base del rispetto del Patto di Stabilità, per il 2017 il giudizio è positivo. Poi però l'avvertimento: "Il bilancio 2018 appare inadeguato, serve una correzione". Da Dombrovskis anche un messaggio che definisce "politico": "L'Italia deve continuare a ridurre il suo debito che è il secondo più altro dopo quello della Grecia" e ha invitato il prossimo esecutivo a prendere misure credibili affinché il deficit si riduca di almeno lo 0,6 per cento nel 2019.

Mercoledì, Maggio 16, 2018 - 12:30

Governo, Toninelli (M5s): "Le nostre idee gioveranno anche all'Ue"

Danilo Toninelli conferma che quello di oggi potrebbe essere il giorno giusto per chiudere il contratto di governo con la Lega. "Restano da sciogliere 4-5 nodi, se riusciremo ci sarà la firma del contratto e dopo verrà affrontata la questione premiership" spiega il capogruppo al Senato del Movimento 5 Stelle che poi cerca di rassicurare l'Europa. "Deve vedere il governo 5 Stelle-Lega come favorevole all';Europa stessa. Se riusciremo a mettere in campo le nostre idee ne avrà vantaggio tutta l'Ue".

Martedì, Maggio 15, 2018 - 18:00

Governo, pressing europeo sull'Italia

Preoccupazione dall'Europa per la prospettiva di un possibile governo a trazione Lega-M5s, soprattutto in materia di immigrazione e conti pubblici. "Il governo che verrà dovrà continuare a ridurre deficiti e debito pubblico", avverte il vicepresidnte della Commissione Ue Dombrovskis. L'allarme arriva anche dal commissario alla Migrazione Avramopoulos: "Speriamo - ha detto - che non ci siano cambiamenti sulla linea della politica migratoria". Immediata la reazione di Matteo Salvini: "E' l'ennesima inaccetabile interferenza di non eletti", attacca il leader della Lega. Intanto sono ancora in salita le trattative tra Lega e M5s per il contratto di governo

Martedì, Maggio 15, 2018 - 11:45

Francia e Gb condannano gli attacchi lungo il confine di Gaza

Dura condanna della comunità internazionale dopo gli scontri di ieri lungo il confine tra Gaza e Israele, che ha causato oltre 50 morti e quasi 3000 feriti tra i palestinesi. La Francia chiede di fermare la nuova escalation di violenza. Per il governo britannico, quanto accaduto è scioccante. “Ci aspettiamo che tutti agiscano con la massima moderazione per evitare ulteriori perdite di vite”, ha detto l'Alto rappresentante per la politica estera dell'Unione europea, Federica Mogherini, mentre Amnesty International denuncia "una ripugnante violazione delle norme internazionali e dei diritti umani".

Lunedì, Aprile 23, 2018 - 17:45

Alitalia, avviata indagine Ue sul prestito ponte

La Commissione europea ha avviato una "indagine approfondita" sul prestito ponte che era stato concesso dallo Stato italiano ad Alitalia. L'obiettivo è quello di chiarire se la somma concessa alla compagnia, per un importo complessivo di 900 milioni di euro, sia in linea con le norme europee in materia di aiuti di Stato per le aziende in difficoltà. Bruxelles teme che la durata del prestito, da maggio 2017 a almeno dicembre 2018, superi la durata massima di 6 mesi consentita dalle regole dell’Unione europea.

Martedì, Aprile 17, 2018 - 17:30

L'allarme di Macron: "Rischio guerra civile europea"

La ricetta del presidente francese per rilanciare la Ue. "Contro gli egoismi nazionali la risposta è l'autorità della democrazia, non la democrazia autoritaria" spiega Macron parlando all'Europarlamento prima di lanciare l'allarme: "Si rischia una guerra civile europea". L'applauso di Juncker. "Sono ampiamente d'accordo con Macron", commenta il presidente della Commissione Ue. Mentre arrivano dalle Germania le critiche al progetto di rifondazione dell'Europa lanciato dal presidente francese in particolare dal partito conservatore che fa capo alla cancelliera Merkel

Lunedì, Marzo 19, 2018 - 17:30

Brexit, Ue: "Abbiamo un accordo per uscita"

Il Regno Unito e l'Unione europea hanno "raggiunto un accordo sul periodo di transizione" post-Brexit che non potrà durare più di 21 mesi e dovrebbe partite il 29 marzo del 2019 e terminare a fine dicembre del 2020. Lo ha dichiarato il negoziatore dell'Ue Michel Barnier, dopo aver incontrato a Bruxelles la controparte britannica, David Davis. C'è accordo sui diritti dei cittadini europei e britannici nei rispettivi territori e sui costi del divorzio: in particolare verranno garantiti i diritti di cittadini Ue anche a coloro che si registreranno nel Regno Unito dopo la data della Brexit ma entro la fine del periodo transitorio. Eentrambe le parti sperano che il testo possa essere firmato in settimana al vertice Ue. Resta invece da chiudere la questione irlandese.

Pagine