trapani

Pagina 1 di 21
Giovedì, Luglio 12, 2018 - 17:45

Migranti sulla Diciotti, sindaco di Trapani: "Chi ha commesso reati va perseguito"

"Se c'è qualcuno che ha commesso reati perseguibili secondo le leggi italiane, va perseguito". Così il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida riguardo i migranti a bordo della nave della Guardia Costiera Diciotti arrivata nella città siciliana. "Credo che l'organizzazione messa su dalla Prefettura e dal Ministero possa dare una risposta positiva a tante persone compresi i soggetti deboli a bordo della nave".

Giovedì 12 Luglio 2018 - 12:00

La nave "Diciotti" attracca a Trapani. Due migranti indagati. Interviene Mattarella

Salvini da Innsbruck: "Non transigo". Il capo dello Stato chiede notizie sulla nave a Conte. La protesta a bordo della Vos Thalassa scattata quando i migranti si sono accorti che stavano per essere consegnati a una motovedetta libica

Mercoledì, Marzo 14, 2018 - 12:45

Scoperta a Trapani la casa di riposo delle torture

La Guardia di finanza ha arrestato due coniugi che gestivano una casa di riposo per anziani abusiva nella propria abitazione di Paceco, in provincia di Trapani. Guadagnavano 1.000 euro al mese, non dichiarati, per ogni assistito che maltrattavano sistematicamente. Le immagini mostrano violenze di natura verbale, fisica e psicologica. Somministrati medicinali senza alcun controllo con lo scopo di sedarli

Martedì, Marzo 13, 2018 - 13:30

Mafia, arrestato il "re dell'eolico": finanziava il boss Messina Denaro

Colpo a fiancheggiatori del capomafia latitante Matteo Messina Denaro. Un blitz dei carabinieri di Trapani, del Ros e della Direzione investigativa antimafia, ha portato all'arresto di 12 persone, tra loro anche l'imprenditore Vito Nicastri. L'uomo, considerato il "re degli impianti eolici da Roma in giù" è sospettato di aver finanziato la latitanza del boss. È accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. La Direzione distrettuale antimafia di Palermo, con le sue indagini, continua a stringere il cerchio attorno al superboss, condannato all'ergastolo per le stragi mafiose del 1993. Individuati coloro i quali vengono ritenuti i nuovi colonnelli di Messina Denaro: i capi delle famiglie di Vita e Salemi, Salvatore Crimi e Michele Guacciardi. In manette invece sono finiti anche diversi gregari che erano riusciti a realizzare notevoli investimenti in colture innovative per la produzione di legname o in attività di ristorazione.

Martedì, Novembre 28, 2017 - 12:45

Trapani, le immagini dei maltrattamenti in casa di riposo

(LaPresse) - Anziani picchiati, maltrattati, costretti a subire ogni tipo di angherie. É questa la situazione che i carabinieri di Alcamo e i colleghi di Castellammare del Golfo (Trapani) hanno trovato all'interno di una casa di riposo. Le indagini coordinate dalla Procura di Trapani, condotte anche attraverso telecamere ben nascoste, per mesi avevano registrato le violenze subite dagli anziani. Il personale dava schiaffi, li insultava, li maltrattava continuamente. Se qualche ospite tentava di ribellarsi o parlava con i propri parenti delle violenze subite, gli infermieri della struttura aumentavano la dose di maltrattamenti proprio per non perdere la retta mensile. Gli ospiti presi di mira erano soprattutto tre, tra cui una signora 90enne già in precarie condizioni di salute. Arrestati dai Carabinieri di Alcamo il gestore della casa di riposo e tre dipendenti che dovranno rispondere di sequestro di persona aggravato in concorso, violenza privata pluriaggravata continuata in concorso e maltrattamenti aggravati contro familiari e conviventi in concorso.

Giovedì, Novembre 2, 2017 - 13:30

Trapani, catturati i tre evasi dal carcere di Favignana

(LaPresse) I carabinieri di Trapani hanno individuato la scorsa notte i tre uomini evasi dal carcere di Favignana il 28 ottobre scorso, mentre cercavano di allontanarsi dall'isola. Due dei fuggitivi (Adriano Avolese, condannato all'ergastolo e Giuseppe Scardino, fine pena 2032) sono stati immediatamente bloccati dagli uomini dell'Arma. Il terzo (Massimo Salvatore Angione, fine pena 2037) è riuscito in un primo momento a sfuggire alla cattura, ma è stato rintracciato, poco dopo, dai carabinieri e da personale della polizia penitenziaria arrivata in ausilio.

Pagine