strage

Pagina 1 di 26
Domenica, Luglio 1, 2018 - 10:30

Strage via d'Amelio, la corte: "Grave depistaggio di apparati dello Stato"

La strage di via D'Amelio, l'attentato mafioso che nel '92 costò la vita al magistrato Paolo Borsellino e agli agenti della sua scorta, "è uno dei più gravi depistaggi della storia giudiziaria italiana". Lo sostengono i giudici della corte d'assise di Caltanissetta che hanno depositato le motivazioni della sentenza Borsellino quater. Nelle oltre 1800 pagine si punta il dito contro "soggetti inseriti negli apparati dello Stato" che costruirono a tavolino falsi pentiti, come Vincenzo Scarantino, per depistare le indagini: tra questi anche l'allora capo della squadra mobile di Palermo, Arnaldo La Barbera, nel frattempo deceduto, che coordinò le indagini sull'attentato. Il depistaggio era costato la condanna all'ergastolo a sette innocenti, poi scarcerati e scagionati nel processo di revisione.

Martedì, Maggio 22, 2018 - 18:00

26 anni fa la strage di Capaci

Il 23 maggio 1992 ci fu l’attentato mafioso di Capaci, in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i 3 uomini della sua scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Il 23 maggio è la Giornata della legalità

Mercoledì, Marzo 21, 2018 - 12:30

Nuovo processo sulla Strage della stazione di Bologna

Gilberto Cavallini, ex terrorista dei Nuclei Armati Rivoluzionari, è imputato nel processo sulla Strage della stazione di Bologna. Il 2 agosto 1980 una bomba esplosa nella sala di aspetto uccise 85 persone e ne ferì più di 200. In aula non c’è stato il terrorista nero, ma i familiari delle vittime della strage e il presidente della loro associazione Paolo Bolognesi: “C’è la possibilità di fare un passo avanti per quanto riguarda la verità”. Per l’avvocato Andrea Speranzoni, che rappresenta più di 60 parenti delle vittime: “Non dimentichiamo che l’imputato di questo processo è Gilberto Cavallini”

Venerdì, Marzo 2, 2018 - 08:00

Strage Latina, Capasso fu giudicato idoneo al servizio

Luigi Capasso, il carabiniere autore della strage di Latina, di recente aveva rifiutato un sostegno psicologico offerto dall'Arma per superare la separazione. Per questo era stato obbligato a sottoporsi a una visita medica davanti a una commissione che gli aveva dato otto giorni di riposo, dichiarandolo poi idoneo al servizio. Mercoledì Capasso ha sparato alla moglie, ferendola gravemente, poi ha ucciso le figlie di 8 e 13 anni e si è tolto la vita. La moglie aveva presentato il primo esposto a settembre. In diverse occasioni si era rivolta alle forze dell'ordine, agli amici e agli assistenti sociali per chiedere aiuto contro il marito, diventato violento e ossessivo.

Sabato, Febbraio 24, 2018 - 12:45

Somalia, due autobomba fanno strage a Mogadiscio

Due autobomba sono esplose venerdì sera a Mogadiscio, capitale della Somalia, uccidendo almeno 38 persone. Lo hanno riferito fonti del servizio di soccorso ambulatorio. Le esplosioni sono avvenute nei pressi del palazzo presidenziale, la prima e di un hotel di lusso la seconda. E subito dopo è scoppiato uno scontro a fuoco tra agenti di polizia e miliziani. L'attacco kamikaze è stato rivendicato via radio dal gruppo islamista al-Shabaab. Ieri il ministero della Sicurezza Nazionale somalo aveva messo in guardia gli abitanti di Mogadiscio proprio per un possibile imminente attacco.

Giovedì, Febbraio 22, 2018 - 21:00

Strage in Florida, Trump: “Non ho mai detto di armare gli insegnanti”

"Non ho mai detto diamo armi agli insegnanti. Ho detto di valutare la possibilità di darle a insegnanti esperti con esperienza militare e addestramento speciale". Sono le dichiarazioni del presidente americano Donald Trump che ha chiarito le dichiarazioni rilasciate durante un incontro con gli studenti sopravvissuti alla sparatoria. Donald Trump corregge il tiro. Il capo della Casa Bianca sottolinea che questa ipotesi consentirebbe di salvare vite e sarebbe un deterrente per i "codardi" che vogliono attaccare

Giovedì, Febbraio 15, 2018 - 22:30

Trump parla in tv dopo la strage a scuola in Florida

Si rivolge direttamenti ai bambini il presidente americano Donald Trump che parla in tv dopo la strage a scuola in Florida. "Voglio parlare ai bambini americani, specialmente quelli che si sentono persi, soli, confusi o addirittura spaventati, voglio che sappiate che non siete soli", dice il capo della Casa Bianca che assicura: "Rendere le scuole più sicure sarà una delle nostre priorità"

Giovedì, Febbraio 15, 2018 - 19:45

Florida, strage a scuola: 17 morti

È di 17 morti il bilancio confermato dalle forze dell'ordine nella sparatoria avvenuta in Florida, in un liceo di Parkland. Identificata la prima vittima: si tratta di una studentessa di 17 anni. Non sono ancora state diffuse le generalità delle altre 16 vittime. Stando alle prime ricostruzioni il killer, un ex studente di 19 anni, era stato espluso per una lite con il fidanzato della sua ex e forse per questo, armato di fucile, ha aperto il fuoco ucidendo 17 persone. Sulla vicenda è intrvenuto il presidente americano Trump che ha annunciato una visita sul luogo della strage. In un tweet aveva scritto: "L'assassino della Florida era mentalmenbte disturbato. I suoi vicini e compagni di classe sapevano che era un grande problema. Bisogna segnalare sempre questi casi alle autorità"

Lunedì, Gennaio 8, 2018 - 15:15

40 anni della strage di Acca Larentia: centinaia al corteo di Casa Pound

Grande partecipazione al corteo promosso da Casa Pound, ieri a Roma, in occasione del 40esimo anniversario della strage di Acca Larentia: il 7 gennaio 1978 furono uccisi i militanti missini Franco Bigonzetti, Francesco Ciavatta e Stefano Recchioni.

Martedì 12 Dicembre 2017 - 11:15

Strage di Piazza Fontana, sono 48 anni. Mattarella: "Manca verità esaustiva"

Il Capo dello Stato ha ricordato la bomba fascista che fece 17 morti e 88 feriti. I processi non hanno messo la parola fine

Pagine