sequestro

Pagina 1 di 29
Venerdì, Febbraio 23, 2018 - 12:00

Italiani spariti in Messico e "ceduti" ai narcos, tre poliziotti arrestati

Tre agenti della polizia messicana sono stati arrestati in relazione alla scomparsa di Vincenzo Cimmino, Raffaele e Antonio Russo, i tre cittadini italiani, originari di Napoli, spariti dallo scorso 31 gennaio da Tecalitlán, Jalisco. Sono sospettati di aver consegnato gli italiani a un gruppo armato. Un quarto rappresentante delle forze dell'ordine è ricercato. La zona è considerata un feudo di una delle organizzazioni criminali più potenti del Messico

Giovedì, Gennaio 11, 2018 - 11:15

Catania, sequestrato patrimonio di una catena di supermercati legati alla cosca

La polizia di Stato di Catania ha dato esecuzione ad un decreto del tribunale di Catania sezione misure di prevenzione sequestrando beni illecitamente conseguiti da soggetti gravitanti nell´area della cosca Cappello-Bonaccorsi. Sottoposto a sequestro l´intero patrimonio aziendale di una catena di supermercati presenti nell´area urbana e nella provincia catanese, per un valore di oltre 41 milioni di euro.

Lunedì, Gennaio 1, 2018 - 14:30

Napoli, 70 chili di ordigni esplosivi nascosti in casa

Settanta chili di ordigni esplosivi artigianali: è quanto i carabinieri della provincia di Napoli hanno trovato nella taverna di zio e nipote, Gennaro Parisi, 45enne e Vincenzo Parisi, 23enne, a Qualiano. I due nascondevano, nello specifico, 297 'cobra', 35 'capsule' e 36 'spolette con ritardo', oltre a circa 160 chili di materiale esplodente di IV e V categoria, una centralina per l'accensione a distanza di batterie mediante telecomando e 89 tubi da mortaio di vario calibro. Si è trattato solo di uno dei tanti sequestri compiuti dalle forze dell'ordine prima della mezzanotte del 31 dicembre. A Casalnuovo è stato arrestato il titolare di una ditta produttrice di fuochi d'artificio, Carmine Terracciano, che deteneva 100 'track' ad elevato potenziale esplosivo e materiale per il confezionamento. A Frattamaggiore due uomini sono stati denunciati per detenzione illegale di materiale esplodente: nei loro banchetti erano arrivati ad esporre fino a 60 chili di botti proibiti. A Vico Equense, infine, i carabinieri hanno sequestrato 62 chili in totale di candelotti e mortai pirotecnici illegali

Mercoledì, Ottobre 18, 2017 - 15:15

Perù, maxi sequestro di droga destinata al Messico

La polizia peruviana ha sequestrato un carico di 1,3 tonnellate di tubi sintetici fatti di cocaina e di uno speciale materiale per rendere la droga inodore al fiuto dei cani. La merce, pronta per essere spedita in Messico e venduta al locale cartello di Sinaloa, è stata trovata all’interno di un magazzino nel porto di Callao, vicino Lima. L’operazione ha portato all’arresto di 17 persone.

Sabato, Settembre 16, 2017 - 11:30

Un milione di euro sequestrato a un pregiudicato dalla Polizia di Bari

Quasi un milione di euro, chiusi in buste di plastica e nascosti fra le pareti di casa. La Polizia di Bari ha sequestrato l'ingente somma di denaro a un noto pregiudicato della città. L'uomo non ha dato spiegazioni sulla provenienza dei soldi, frutto, secondo gli investigatori, di reati legati a un traffico di droga messo in atto dalla criminalità organizzata. Indagata una donna per favoreggiamento.

Venerdì 15 Settembre 2017 - 15:45

Lega, Salvini: Toghe ultrarosse, è attacco politico: faremo ricorso contro sequestro

Siamo trattati peggio dei mafiosi perché facciamo paura", ha dichiarato il segretario della Lega Nord

Lunedì, Settembre 11, 2017 - 13:15

Scoperto arsenale criminalità organizzata a Bari

Un 54enne pregiudicato e la figlia 28enne incensurata sono stati arrestati dalla polizia di Stato a Bari, nella flagranza dei reati di detenzione abusiva di armi, anche clandestine, ricettazione aggravata e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. I poliziotti della squadra mobile hanno trovato e sequestrato, nell'abitazione degli arrestati nel quartiere Japigia, anche numerose armi, proiettili, giubbotti antiproiettile e sostanze stupefacenti. Le armi, tutte perfettamente funzionanti, i proiettili e lo stupefacente, erano nascosti in incavi delle pareti dell'appartamento.

Mercoledì, Agosto 16, 2017 - 09:45

Nave Ong minacciata e sequestrata dalla Guardia costiera libica

Con il ritorno della Guardia Costiera Libica a pattugliare l'area di sua competenza, le navi delle Ong non hanno vita facile a largo delle coste libiche. Nel pomeriggio di ferragosto La Golfo azzurro della Proactiva Open Arms ha lanciato l'allarme: "Minacciano di spararci contro se non li seguiremo nelle loro acque territoriali, è un sequestro in piena regola", ha denucniato via Twitter Oscar Camps, rappresentante della Ong spagnola. Secondo altre fonti la Golfo Azzurro è stata solamente invitata dai libici ad allontanarsi dalla loro zona Sar. Nella complessità della vicenda a gioire è stata la C star, l'imbarcazione dell'organizzazione di estrema destra "Defend Europe" che nel tentativo di contrastare l'arrivo dei migranri in Europa, marca a vista e tallona le navi delle Ong in azione. E' toccato prima all'Aquarius, l'unità navale di Sos Mediterranée, e poi proprio alla Golfo Azzurro, che si è trovata messa alla strette da un parte dalla C Star e dall'altra dalle unità navali di Tripoli. Quando la situazione è precipitata con lo scontro tra gli attivisti della Proactiva e la Guardia Costiera libica, la C Star ha cantato vittoria: " Un capitano della Guardia Costiera libica ci ha contattati e ha dichiarato che loro hanno il nostro stesso obiettivo. Abbiamo offerto la nostra cooperazione», hanno fatto sapere dall'organizzazione di destra.

Mercoledì 09 Agosto 2017 - 11:30

Vacchi nei guai: sequestrate ville e yacht per 10 milioni

Dopo i pignoramenti, sono scattate le azioni esecutive di Banco Bpm

Mercoledì 02 Agosto 2017 - 19:30

Iuventa sequestrata: la nave aveva contatti diretti con gli scafisti

Appartiene alla Ong Jugend Rattet che non ha firmato l'accordo. Ma la questione è relativa al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Pagine