Russiagate

Pagina 1 di 6
Lunedì, Maggio 21, 2018 - 17:15

Russiagate, Trump chiede di indagare sull’Fbi

In un tweet Donald Trump ha annunciato di voler chiedere al Dipartimento di Giustizia Usa di indagare su eventuali infiltrazioni dell'Fbi, portate avanti con "scopi inappropriati", nella sua campagna presidenziale del 2016. Il presidente americano scrive di voler sapere se a dare questo ordine siano state persone interne all'amministrazione del suo predecessore, Barack Obama. La decisione arriva dopo che i media americani hanno parlato di un incontro tra alcuni componenti della campagna con l'Fbi

Lunedì, Maggio 7, 2018 - 10:15

Russiagate, l’avvocato di Trump: “Non è obbligato a testimoniare”

Per l'ex sindaco di New York Rudolph Giuliani, ora entrato nella squadra legale di Donald Trump, il presidente americano non sarebbe obbligato a presentarsi, qualora ricevesse un mandato di comparizione dal procuratore speciale per il Russiagate, Robert Mueller. "Si tratta del presidente degli Stati Uniti. Possiamo far valere lo stesso privilegio di altri presidenti" ha spiegato Giuliani aggiungendo che Trump è comunque disposto a essere interrogato solo se "trattato in modo giusto"

Giovedì, Maggio 3, 2018 - 07:15

Russiagate, Trump minaccia lʼuso dei poteri presidenziali

Donald Trump torna ad attaccare il procuratore speciale del Russiagate Robert Mueller. Il presidente americano minaccia di usare i suoi poteri, che comprendono la possibilità di licenziare qualsiasi dipendente del governo, e intervenire nell'attività del dipartimento di giustizia. "Perché non vogliono consegnare i documenti al Congresso?", scrive Trump su Twitter. "Un sistema truccato - prosegue Trump -. Perché così tanti omissis? Perché questa 'giustizia' iniqua? A un certo punto non avrò altra scelta che usare i poteri garantiti alla presidenza ed essere coinvolto!"

Sabato, Febbraio 24, 2018 - 12:15

Russiagate, Rick Gates si dichiara colpevole

Richard Gates si dichiara colpevole di cospirazione e di aver mentito agli investigatori che indagano sul Russiagate. Una decisione legata a motivi familiari quella dell’ex top manager della campagna elettorale di Donald Trump. Gates è sotto indagine per 32 capi di imputazione che, di fatto, prevedono anche la frode e il riciclaggio di denaro. La Casa Bianca ha preso subito le distanze. Intanto il presidente Trump sta valutando l'introduzione di dazi del 24% sulle importazioni di acciaio e del 10% su quelle di alluminio negli Stati Uniti.

Venerdì, Febbraio 23, 2018 - 11:45

Russiagate, Manafort e Gates di nuovo indagati

Paul Manafort e Rick Gates - rispettivamente capo del team elettorale di Donald Trump alle presidenziali del 2016 e il suo braccio destro - sono indagati dal procuratore speciale del Russiagate Robert Mueller per 32 nuovi capi d’accusa, che vanno dalla frode fiscale a quella bancaria e che possono costare decenni di carcere. Manafort e Gates - già incriminati lo scorso ottobre per dodici capi d'accusa - avrebbero riciclato 30 milioni di dollari, ma, soprattutto, avrebbero agito come “agenti non registrati di un governo straniero e di partiti politici stranieri, in particolare “del governo e del presidente dell’Ucraina”

Martedì, Febbraio 20, 2018 - 11:15

Russiagate, nel mirino il genero del Presidente Trump

Sono nel mirino del procuratore Robert Mueller, coordinatore delle indagini sul Russiagate, i contatti tra la Cina e il genero del presidente Trump Jared Kushner. Gli investigatori, che parallelamente proseguono nell''inchiesta per verificare i contatti di Kushner con Mosca, hanno messo sotto la lente di ingrandimento alcune operazioni finanziarie con imprese straniere del marito di Ivanka Trump durante il periodo di transizione presidenziale, quando cioè Trump era già presidente "in pectore"

Lunedì, Febbraio 19, 2018 - 19:45

Russiagate, Mosca: "Non esistono prove"

Mosca prova a spegnere la polemica sul Russiagate, la vicenda legata a presunte interferenze del Cremlino sulle elezioni presidenziali americane del 2016. “Non esiste nessuna prova di interferenze da parte di Mosca”, ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. Ieri Donald Trump aveva dichiarato che l'obiettivo della Russia era seminare discordia e caos precisando poi su Twitter: "Potrebbe essere la Russia, o la cina o un altro Paese o gruppo, o anche un genio da 400 libbre seduto su un letto mentre gioca al computer"

Sabato, Febbraio 17, 2018 - 11:45

Russiagate, tredici russi incriminati

Il procuratore speciale del Russiagate, Robert Mueller, ha annunciato che un grand giurì federale ha incriminato 13 cittadini russi per le interferenze di Mosca nelle elezioni presidenziali americane del 2016. Da inizio a metà 2016 avrebbero sostenuto la campagna dell'allora candidato repubblicano Donald Trump per danneggiare Hilary Clinton. Inoltre un'organizzazione, nota come Internet Research Agency LLC, avrebbe condotto una guerra dell'informazione contro gli Stati Uniti attraverso finti profili sui social. "I risultati delle elezioni non sono stati alterati. Nessuna collusione da parte della mia campagna", si è difeso in un tweet il presidente Trump.

Martedì, Febbraio 6, 2018 - 11:15

Russiagate, i legali consigliano a Trump di non testimoniare

Secondo il New York Times i legali di Donald Trump hanno consigliato al presidente americano di non testimoniare davanti al procuratore speciale Robert Mueller nell'ambito del Russiagate, l'inchiesta sulle presunte interferenze di Mosca nelle presidenziali americane del 2016. Il timore, secondo le fonti citate dal NYT, è che Trump possa contraddirsi o rilasciare dichiarazioni false. Gli avvocati, inoltre, ritengono che su alcuni punti dell'indagine Mueller non abbia lo status giuridico per interrogare il presidente

Sabato, Febbraio 3, 2018 - 10:30

Russiagate: Trump contro l'Fbi

Nuova offensiva del presidente americano Donald Trump contro l'FBI e i vertici del Dipartimento della Giustizia, accusati di aver avuto un atteggiamento di parte nella fase iniziale dell'inchiesta Russiagate a favore dei democratici e contro i repubblicani. In un tweet il capo della Casa Bianca ha denunciato la situazione e dato il via libera alla diffusione del dossier Nunes della Commissione Intelligence della Camera, che denuncia presunti abusi dell'FBI e dei vertici della Giustizia nell'intercettazione di Carter Page, ex consigliere del team del presidente, sospettato di legami con i russi

Pagine