Renzi

Pagina 1 di 259
Martedì, Luglio 31, 2018 - 10:15

Renzi: "Su aereo solo bufale e propaganda M5S. La doccia? Spero la usino"

Il cosiddetto “Air Force Renzi” è una delle più grandi bufale messe in campo dal M5S”, un “attacco personale, perché non hanno possibilità di fare un ragionamento sull’export”. Così, in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook, il senatore ed ex premier Matteo Renzi dice la sua in merito alla questione dell’aereo di Stato al centro di un video dei ministri Di Maio e Toninelli diventato virale sul web. “L’aereo era stato scelto dalla Repubblica italiana per valorizzare il nostro export, che nel 2017 valeva 448 miliardi di euro”, spiega Renzi, sottolineando come “secondo il business plan fatto dai tecnici, se utilizzato per le missioni si sarebbe ripagato il costo del leasing semplicemente con la presenza di almeno 2/3 de posti per gli imprenditori”, che avrebbero pagato un biglietto. Renzi mostra poi le foto che lo ritraggono con la moglie Agnese all’arrivo a Washington qualche anno fa, mentre scende dall’aereo di Stato “che è quello usato da qualunque presidente del Consiglio prima e dopo di me e anche da Conte”, nella sua recente visita alla Casa Bianca. Infine, in merito alla questione della Jacuzzi, “declassata” poi a doccia, l’ex premier punta sul sarcasmo: “Non capisco cosa abbiano i M5scontro la doccia, ma la doccia nell’aereo di stato presidenziale c’è già da 20 anni e mi auguro che tutti la utilizzino”.

Sabato, Luglio 7, 2018 - 17:15

Pd, Orlando a Renzi: "Non è colpa di LeU, Gentiloni o minoranze"

(LaPresse) - "Non mi sarei aspettato che la sconfitta elettorale fosse liquidata con le colpe di LeU, lo scarso carisma di Gentiloni e la rumorosità delle minoranze interne". Così Andrea Orlando, commentando le parole di Matteo Renzi nel suo intervento all'assemblea nazionale del Pd all'hotel Ergife di Roma

Sabato, Luglio 7, 2018 - 15:45

Pd, Zingaretti: "Renzi? Non si predispone mai all'ascolto degli altri"

"Se ho condiviso l'intervento di Renzi? Quello che mi ha colpito e dispiaciuto è che alla fine non si predispone mai all'ascolto degli altri e questo è un limite grosso per un leader". Così il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, a margine dell'assemblea del Pd ribadendo la sua intenzione di candidarsi come segretario. "Io sarò in campo, l'ho sempre detto". Poi sul M5S: "E' un insieme di identità e tantissime contraddizioni. Dobbiamo smetterla di pensare che tutto quello che non è Pd sono i nemici del Pd"

Sabato, Luglio 7, 2018 - 13:00

Delrio: "Pd senza Renzi è possibile? Le persone non sono indispensabili a un progetto politico"

"Martina segretario è un accordo forte". Così Graziano Delrio a margine dell'Assemblea nazionale del Pd all'hotel Ergife di Roma. "Il Pd deve ripartire dalla gente, dalle associazioni e dalle comunità locali e dopo in un secondo momento ci sarà anche la competizione tra le persone che interpretano il progetto", ha aggiunto il capogruppo democratico alla Camera che poi ha aggiunto. "Un Pd senza Renzi è possibile? Le persone non sono indispensabili a un progetto politico ma ne fanno parte. Renzi ne fa parte come me e come altri".

Sabato, Luglio 7, 2018 - 13:00

Renzi: "M5S è la vecchia destra"

All'Assemblea nazionale del Pd Matteo Renzi spiega perché si è fortemente opposto all'accordo di governo col Movimento 5 Stelle dopo le elezioni. "Sono la vecchia destra, il Vaffa Day si è fermato a Pontida", ha affermato l'ex segretario dem dal palco dell'hotel Ergife di Roma.

Sabato, Luglio 7, 2018 - 12:15

Renzi: "Pd è l'argine al populismo, nel partito divisioni assurde"

Matteo Renzi interviene all'Assemblea nazionale del Pd e analizza i motivi dell'ultima sconfitta elettorale. L'ex segretario si assume la responsabilità ma sottolinea come non sia stato il solo responsabile: "Il Pd è stato per 4 anni l'argine al populismo e chi negli ultimi quattro anni ha cercato quotidianamente di demolire il partito democratico ha distrutto non il Pd ma la possibilità di alternativa al populismo", afferma dal palco l'ex premier.

Sabato, Luglio 7, 2018 - 12:00

Assemblea Pd, Renzi: "Guidano il Paese coi tweet, egomania di Salvini"

Lungo intervento di Matteo Renzi all'Assemblea nazionale del Pd all'hotel Ergife a Roma. L'ex segretario dem fa un'analisi dei motivi della sconfitta alle ultime elezioni, facendo anche mea culpa. Renzi non perde però l'occasione di attaccare Lega e M5S: "Guidano il Paese più con i tweet che con i decreti. L'obiettivo è l'egemonia e per quanto riguarda Salvini direi egomania, visto che da ministro dell'Interno si mette in piscina a fare il bagno", ha detto l'ex leader del Partito Democratico.

Mercoledì, Luglio 4, 2018 - 12:45

Renzi: "Decreto dignità? Chiamatelo pure decreto gelosia"

Matteo Renzi ironizza sul primo provvedimento del governo gialloverde: "Il decreto dignità o anche decreto disoccupazione, decreto lavoro in nero o decreto gelosia, chiamatelo come vi pare" ha detto l'ex segretario dem durante una diretta Facebook. "Il vice premier Di Maio, molto geloso della visibilità del collega Salvini, ha puntato i piedi per una serie di norme che invece di colpire la disoccupazione colpiscono chi produce posti di lavoro" ha spiegato Renzi tornando poi a difendere il Jobs Act

Martedì, Giugno 19, 2018 - 15:45

Stadio Roma, Renzi: "Bonafede? Malafede in realtà..."

Matteo Renzi torna sull'inchiesta con al centro il nuovo stadio della Roma che coinvolge uomini vicino al Movimento 5 Stelle. "Peccato che il ministro Bonafede, in realtà 'malafede' visto come si comporta, abbia detto che non verrà in Parlamento a riferire", sottolinea il senatore Pd durante una diretta Facebook. "Bonafede - continua - a inizio carriera chiedeva trasparenza al Comune di Firenze con una webcam, trasparenza che ora varrebbe anche per lui".

Venerdì, Giugno 15, 2018 - 18:45

Stadio Roma, Renzi: "Meno male che ci sono Anac e Cantone"

"Dobbiamo fare una grande battaglia, nel rispetto del garantismo, per difendere i poteri dell'Anac: meno male che c'è Cantone e che ci sono le autorità indipendenti contro la corruzione". Così Matteo Renzi in una diretta Facebook ha commentato le indagini sullo Stadio della Roma. L'ex premier ha poi invitato il ministro della Giustizia Bonafede a riferire in Senato sui suoi rapporti con Lanzalone.

Pagine