Renzi

Pagina 1 di 258
Venerdì, Giugno 15, 2018 - 18:45

Stadio Roma, Renzi: "Meno male che ci sono Anac e Cantone"

"Dobbiamo fare una grande battaglia, nel rispetto del garantismo, per difendere i poteri dell'Anac: meno male che c'è Cantone e che ci sono le autorità indipendenti contro la corruzione". Così Matteo Renzi in una diretta Facebook ha commentato le indagini sullo Stadio della Roma. L'ex premier ha poi invitato il ministro della Giustizia Bonafede a riferire in Senato sui suoi rapporti con Lanzalone.

Venerdì, Giugno 15, 2018 - 18:00

Mondiali 2018, l'in bocca al lupo di Matteo Renzi a Rocchi, "ma che desolazione l'Italia senza mondiali"

"Vorrei mandare in bocca al lupo all'unico italiano che ci rappresenta ai Mondiali, l'arbitro Gianluca Rocchi: in bocca al lupo Gianluca, ma che desolazione l'Italia senza mondiali. Rosico tanto". Lo ha detto in un video su Facebook Matteo Renzi, al termine di una lunga diretta in cui ha criticato il governo M5S-Lega. Rocchi arbitrerà il match Spagna-Portogallo, previsto per il 15 giugno alle 20 (ora italiana).

Venerdì, Giugno 15, 2018 - 17:45

Renzi: "Solo spreco di tempo, altro che governo del cambiamento"

“Dopo cento giorni esatti dall'inizio della legislatura ancora non sono state create le commissioni parlamentari. E’ la prima volta in 18 legislature. Altro che governo del cambiamento, qui siamo in presenza del più grande spreco politico. Dovevano combattere gli sprechi politici, ma lo spreco è il tempo che fanno perdere". Così Matteo Renzi, in diretta Facebook, critica il lavoro del governo giallo verde. "In questi cento giorni ce ne siamo trovati di tutti i colori – ha proseguito – un impeachment poi rientrato, gente che scrive la storia otto volte in cento giorni, annunci roboanti, una bozza di contratto che è costata agli italiani cento punti, pari a fine anno a due miliardi di euro in più di interessi sul debito". "Tutte le promesse che hanno portato a votare M5S e Lega sono rimaste nel cassetto - ha aggiunto Renzi -. Non sono realizzabili e noi dovremo controllare".

Martedì, Giugno 5, 2018 - 12:45

Farinetti: “Renzi vive un momento così, poverino, mi dispiace per lui”

“Sono un fedele per natura. E’ quarant’anni che sono sposato con mia moglie e sono contento, tifo la Juve da tutta la vita e voglio bene agli amici per sempre. Adesso lui (Renzi, n.d.r.) vive un momento così, poverino mi dispiace per lui ma… è la storia della politica. Mi dica un presidente del Consiglio che non ha avuto problemi, mi dispiace. Chi non fa errori?”. Così Oscar Farinetti, patron di Eataly, sul suo rapporto con Matteo Renzi

Giovedì, Maggio 31, 2018 - 16:00

Ternini, aspettando Conte spunta Renzi

Sorpresa a Roma Termini dove numerosi giornalisti erano in attesa dell’arrivo di Giuseppe Conte quando a sorpresa è spuntato dai binari Matteo Renzi. L’ex segretario del Pd, dopo essere stato accolto con un "buffone" da alcune persone, ha rasserenato i giornalisti sull'arrivo del professore: "Conte sta arrivando, è di là"

Venerdì, Maggio 11, 2018 - 13:15

Sallusti rivela: "Quando Renzi mi disse 'Ti spacco le gambe'"

“Ti spacco le gambe, bastardo”. Così Matteo Renzi avrebbe apostrofato Alessandro Sallusti, direttore de Il Giornale e prossimo ospite di Peter Gomez a 'La Confessione', in onda venerdì 11 maggio alle 23:00 sul canale NOVE di Discovery Italia. Il giornalista rivela nei dettagli la storia dell'alterco avuto con l'ex premier. “Lei ha raccontato di aver ricevuto una telefonata da Renzi mentre era presidente del Consiglio, in cui lui le dice che se avesse continuato su una certa linea le avrebbe spezzato le gambe - rammenta il conduttore. Ci racconta bene cosa è successo?”.

Mercoledì, Maggio 9, 2018 - 10:45

Governo, Salvini: "Ci provo fino all'ultimo"

"Non esistono governi neutrali. Mattarella avrebbe dovuto dare l'incarico a me, avrebbe avuto comunque numeri più ampi del suo esecutivo sostenuto solo dal Pd. Io ci provo fino all'ultimo". Così il leader della Lega Matteo Salvini boccia l'esecutivo di servizio che il presidente Mattarella è pronto a varare per traghettare il paese verso il voto, a fine anno. "Noi e Forza Italia ci siamo presentati insieme, non cambio idea" ha sottolineato Salvini che così allontana un'ipotesi di asse con il M5s senza Berlusconi, con cui condivide però il no a ogni governo "tecnico": "Non partirà mai, si deve tornare a votare" ha sottolineato il leader Di Maio. In caso di voto il Pd ha il suo candidato: "Sarà Gentiloni" ha detto ieri l'ex segretario dem Matteo Renzi.

Mercoledì, Maggio 9, 2018 - 10:00

Di Maio e Renzi a DiMartedì: il meglio

Matteo Renzi conferma che non si ricandiderà alle prossime primarie del Pd. L'ex segretario dem lo ha ribadito a Giovanni Floris, durante l'ultima puntata di DiMartedì su La7. Prima di lui sulla stessa poltrona si è seduto il capo politico dei Cinque Stelle Luigi Di Maio: “Qualunque sarà il governo abbiamo intenzione la settimana prossima di chiedere di emanare un decreto di emergenza che consenta di modificare un parametro sul voto degli italiani all’estero e quindi andare a votare ancor prima di luglio”.

Venerdì, Maggio 4, 2018 - 14:15

Di Maio: "Berlusconi e Renzi ci hanno sabotato"

Luigi Di Maio punta il dito contro Renzi e Berlusconi: "Ci hanno sabotato sin dall'inizio, vogliono ancora una volta uno di quei governi che fanno favori alle banche e alle solite lobby". Il capo politico del Movimento 5 Stelle allora si rivolge al leader della Lega: "Se questo è l'obiettivo, allora Salvini è l'ago della bilancia, vediamo se li aiuterà a fare un governo del genere".

Venerdì, Maggio 4, 2018 - 11:00

Pd, scoppia la pace tra Martina e Renzi

Il partito democratico esce unito dalla Direzione nazionale dopo l’approvazione, all’unanimità, della relazione del segretario reggente Maurizio Martina, con il secco “no” a un governo con Cinque Stelle o Lega. Sancita dunque la pace con l’ala renziana del partito. Soddisfatto il premier Paolo Gentiloni, seduto in prima fila, a fine riunione twitta: "La Direzione unanime nella fiducia a Maurizio Martina. Più forza al Pd per affrontare i passaggi difficili delle prossime settimane". Ma la tregua è destinata a durare solo fino all’Assemblea nazionale. Martina continuerà a guidare il partito anche nelle prossime consultazioni al Quirinale.

Pagine