Onu

Pagina 1 di 87
Domenica, Gennaio 21, 2018 - 09:30

Onu denuncia il 'gender pay gap": in nessun Paese le donne guadagnano come gli uomini

È noto come il "gender pay gap", il fenomeno per cui le donne guadagnano meno degli uomini: in media, nel mondo, il 23% in meno, secondo i dati diffusi dall'Onu. "È il più grande furto della storia", ha commentato il consigliere delle Nazioni Unite, Anuradha Seth. Secondo i dati dell'organizzazione non ci sono distinzioni di aree, comparti, età o qualifiche, dal momento che non esiste "un solo paese né un solo settore in cui le donne abbiano gli stessi stipendi degli uomini". Si calcola che per ogni dollaro guadagnato da un uomo, una donna guadagna in media 77 centesimi

Sabato 13 Gennaio 2018 - 02:45

Gli ambasciatori africani all'Onu: "Adesso Trump deve chiedere scusa"

I diplomatici di 54 nazioni chiedono che ritiri le sue parole sui Paesi "shithole". La visita medica: "Il presidente gode di ottima salute"

Venerdì, Gennaio 12, 2018 - 22:15

Onu contro Trump: "Commenti razzisti"

E' arrivata una dura condanna da parte delle Nazioni Unite per le parole pronunciate dal presidente americano Donald Trump sui migranti provenienti da Haiti, El Salvador e Africa. "Perché gli Stati Uniti dovrebbero accogliere gente che arriva da questi cessi di Paesi?", aveva detto il tycoon. "Sono commenti scioccanti e vergognosi. Non ci sono altre parole da usare se non 'razzista" ha dichiarato il portavoce dell'ufficio per i dirirtti umani delle Nazioni Unite. Trump si è difeso dicendo di non aver usato un linguaggio così, ma di essere, sì, stato duro. Imbarazzo del segretario di stato americano Rex Tillerson, che nei giorni scorsi aveva difeso i 'valori' degli Stati Uniti e tenuto un discorso sul 'rispetto' e 'diversità'

Martedì, Dicembre 26, 2017 - 11:00

Gerusalemme, la vendetta degli Usa: tagliati i fondi all'Onu

Il taglio di 285 milioni di dollari di fondi all'Onu è la prima rappresaglia di Washington al voto con cui l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha bocciato la decisione del presidente Donald Trump di riconoscere Gerusalemme quale capitale di Israele. "L'inefficienza e le spese facili delle Onu sono ben note" ha denunciato l'ambasciatrice americana al Palazzo di Vetro, Nikky Haley, che poi ha aggiunto: "Non consentiremo più che la generosità del popolo americano sia sfruttata". Sono 128 i Paesi, tra cui l'Italia, che hanno votato contro lo strappo del capo della Casa Bianca.

Domenica, Dicembre 24, 2017 - 11:30

Nord Corea attacca: "Sanzioni Onu sono atto di guerra"

La Corea del Nord ha bollato come un "atto di guerra" le nuove sanzioni imposte dall'Onu, un duro provvedimento delle Nazioni Unite contro Pyongyang che limita l'accesso ai prodotti petroliferi e blocca l'export nordcoreano in vari settori. Il regime di Kim Jong Un parla di attacco violento alla sovranità della nostra repubblica e ribadisce l'intenzione di continuare a sviluppare le sue capacità di "autodifesa nucleare per sradica re radicalmente le minacce nucleari degli Usa, i loro ricatti e le mosse ostili per stabilire un equilibrio con i loro armamenti", fa sapere in una nota il ministero degli Esteri di Pyongyang.

Sabato, Dicembre 23, 2017 - 11:45

Onu approva nuove sanzioni contro Pyongyang

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all'unanimità nuove sanzioni contro la Corea del Nord. Fra queste un netto taglio alle importazioni di petrolio, una stretta sulle spedizioni marittime e il rientro di tutti i suoi lavoratori all'estero entro 12 mesi in modo da limitare le risorse economiche in valuta estera della Corea del Nord. Si tratta delle "sanzioni più forti di sempre" emesse contro il paese retto da Kim Jong-un, dopo l'ultimo lancio del missile balistico Hwasong-15, che può colpire qualsiasi parte del mondo. "Pyongyang ha scelto la strada dell'isolamento", il commento dell'ambasciatrice americana all'Onu, Nikki Haley.

Giovedì, Dicembre 21, 2017 - 19:30

Gerusalemme capitale, l'Onu condanna Trump

La rabbia degli Stati Uniti durante l'assemblea generale delle Nazione Unite che ha votato la risoluzione che condanna la decisione del presidente americano Trump di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele. 128 i Paesi a favore della risoluzione tra cui l'Italia oltre Francia, Germania e Regno Unito, nove i contrari. "L'America sposterà la sua ambasciata a Gerusalemme, ed è questa la cosa giusta da fare. Nessun voto alle Nazioni Unite farà la differenza. Ma questo è un voto che gli Stati Uniti ricorderanno", ha detto nel suo duro intervento l'ambasciatrice americana all'Onu, Nikki Haley. Sulla stessa linea Israele. "Questo voto finirà nel secchio della spazzatura della storia" ha dichiarato l'ambasciatore israeliano.

Giovedì, Dicembre 21, 2017 - 19:30

Gerusalemme capitale, Haley: "Ci ricorderemo questo voto"

L'Assemblea generale delle Nazioni unite ha votato a favore della risoluzione che rifiuta la decisione degli Usa di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele. I voti favorevoli sono stati 128, i contrari nove, le astensioni 35. La rabbia dell'ambasciatrice americana alle Nazioni unite, Nikki Haley. "Questo voto renderà diverso il modo in cui gli Stati Uniti guarderanno alle Nazioni unite e come guarderemo ai Paesi che ci mancheranno di rispetto all'Onu", "questo giorno sarà ricordato".

Giovedì 21 Dicembre 2017 - 17:30

Caso Gerusalemme all'Onu, 128 Paesi sfidano gli Usa: approvata la risoluzione anti Trump

Nove i contrari e 35 gli astenuti all'Assemblea generale. Haley minacciosa: "Ci ricorderemo di questo giorno"

Giovedì, Dicembre 21, 2017 - 13:00

Gerusalemme capitale, Trump minaccia Paesi contrari

"Lasciamo che i Paesi che prendono i nostri soldi votino contro di noi nel Consiglio di Sicurezza dell'Onu o nell'Assemblea, osserveremo i voti e risparmieremo molti soldi". Così il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, durante una riunione del Gabinetto della Casa Bianca, ha "minacciato" di tagliare gli aiuti ai Paesi dell'Onu che voteranno contro la sua decisione di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele. Giovedì 21 dicembre, al Palazzo di Vetro, l'Assemblea generale dell'Onu voterà in sessione straordinaria la risoluzione che condanna la decisione statunitense. Gli Stati Uniti al momento si trovano isolati, rispetto agli altri 14 paesi, compresa l'Italia, che si oppongono a Gerusalemme capitale. Le dichiarazioni di Trump rafforzano quelle già esternate martedì scorso dall'ambasciatrice degli Stati Uniti all'Onu, Nikki Haley, che su Twitter aveva avvertito: "Prenderemo i nomi di chi ci critica"

Pagine