messina

Pagina 1 di 17
Venerdì, Giugno 15, 2018 - 18:00

Incendio Messina, 2 bimbi morti. Il cugino: "Così ho messo in salvo altri 2 fratellini"

E' morto per tentare di salvare il fratello più piccolo: Filippo, 13 anni, ha perso la vita insieme al fratello di 10 nell'incendio divampato all'alba nella loro abitazione in via dei Mille a Messina. In casa c'erano anche i genitori e i fratelli minori di 8 e 6 anni che sono riusciti a mettersi in salvo, grazie anche all'aiuto del cugino che vive nello stabile e che racconta quei momenti.

Venerdì, Giugno 15, 2018 - 13:15

Incendio Messina, un testimone: "Attimi terribili, non saprei descriverli"

(LaPresse) "Abbiamo sentito un rumore terribile nelle scale. C'era fumo e sono stati attimi terribili. Non saprei nemmeno descriverli". E' la testimonianza di Ferdinando Rizzo, svegliato nel cuore della notte dalle grida provenienti dalle scale del palazzo in cui abita, lo stabile antico dove si è consumata la tragedia. Un incendio è divampato, forse a causa di un corto circuito, nell'appartamento dove viveva una famiglia composta da 6 persone. Due bambini di 10 e 13 anni sono morti, i genitori e gli altri due fratelli di 8 e 6 anni sono stati portati in salvo

Giovedì, Aprile 5, 2018 - 09:15

Messina, assenteismo: interdetti 16 dipendenti comunali a Ficarra, 23 indagati

Ventitre dipendenti del Comune di Ficarra (Messina) sotto indagine per assenteismo. Il Comando Provinciale Carabinieri di Messina ha dato esecuzione ad una ordinanza applicativa di misura cautelare personale interdittiva della sospensione dall'esercizio del pubblico ufficio e/o servizio, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Patti (ME) su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di 16 soggetti, su 23 indagati, ritenuti responsabili di truffa aggravata e continuata ai danni dell'Ente Pubblico e di false attestazioni o certificazioni. Il provvedimento scaturisce dagli esiti di una complessa attività di indagine, sviluppata sin dal 2016 dalla Compagnia di Patti, che ha documentato anche mediante attività tecnica di videoripresa, una cronica, diffusa e generalizzata abitudine degli indagati, dipendenti a vario titolo del Comune di Ficarra (ME), ad allontanarsi fraudolentemente dai rispettivi uffici in assenza di ragioni di servizio ed al solo fine di attendere a incombenze di carattere strettamente personale, provocando così evidenti disservizi all'utenza e recando grave nocumento all'immagine ed alle casse dell'Ente comunale di appartenenza.

Venerdì, Dicembre 22, 2017 - 22:45

Terremoti, scoperta una 'finestra' sotto lo Ionio

Scoperta la "finestra" sotto lo Ionio: si tratta di un sistema di spaccature profonde che sta separando la Sicilia dal resto dell'Italia nella regione compresa tra lo stretto di Messina e l'Etna. A riferirlo è un team di ricercatori del Cnr che spiega: "si tratta di una vera e propria finestra sotto il fondale del Mar Ionio, che consente di osservare da vicino blocchi dell'antico oceano, svelando i processi che hanno portato alla sua formazione". "Aver scoperto questo sistema di faglie in mare- spiega la ricercatrice Alina Polonio - è positivo. Faglie a terra, infatti, farebbero senz'altro più danni. "Si tratta - prosegue la scienziata- di processi lenti e non catastrofici - che confermano i rischi geologici che la zona conosce".

Martedì, Dicembre 5, 2017 - 12:45

Messina, truffa all'Inps: 33 misure cautelari, 102 indagati

(LaPresse) Truffavano l'Inps con un giro di perizie e certificazioni mediche false grazie alle quali si potevano poi ottenere attestazioni di invalidità per aver pensioni o assegni di accompagnamento. Un danno per la Pubblica Amministrazione, stimabile in oltre un milione di euro. I Carabinieri hanno eseguito all'alba, nella provincia di Messina, un'ordinanza di misura cautelare nei confronti di 33 persone, tra cui medici, avvocati, periti e collaboratori di diversi patronati. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, truffa ai danni dell'Inps, falsa perizia e falso in atto pubblico. Avvisi di garanzia per altri 69 indagati.

Giovedì, Novembre 2, 2017 - 17:15

Arresti domiciliari per il piromane di Messina

Questa mattina i carabinieri della compagnia di Milazzo, su delega della Procura della Repubblica di Messina, hanno arrestato un 65enne ritenuto responsabile di incendio boschivo continuato. L'indagine ha consentito di fare piena luce sui roghi di questa estate in località Rometta, in provincia di Messina. Sulla base delle segnalazioni di testimoni era partita l'indagine sull'origine degli incendi del 30 giugno e del 7 luglio 2017 che hanno devastato la provincia di Messina.

Venerdì, Settembre 29, 2017 - 17:45

Messina, sequestrato il complesso immobiliare "Villa Cappellani"

(LaPresse) Un riciclaggio di denaro da diversi milioni di euro avrebbe permesso di costruire il complesso immobiliare messinese di 'Villa Cappellani'. Con questa accusa, all'alba di venerdì, la Direzione investiva antimafia e la guardia di finanza di Messina hanno messo sotto sequestro l'intera area. Un'operazione che coinvolge il patrimonio della Immobiliare Cappellani, per un valore complessivo di circa 10 milioni di euro. Le indagini sono iniziate nel 2009 dopo segnalazioni in seguito a sospette operazioni di rientro di capitali dal Lussemburgo. Al momento risultano indagate quattro persone tra cui i fratelli Dino e Aldo Cuzzocrea, noti imprenditori della zona.

Domenica, Luglio 16, 2017 - 22:15

Migranti, continuano le proteste nel messinese

Proseguono le proteste contro l'arrivo dei migranti innescate ieri dalle barricate del sindaco e dei cittadini a Castell’Umberto, in provincia di Messina, dove il prefetto ha deciso di mandare 50 migranti in un albergo inagibile. Altri trenta sindaci dei Nebrodi si ribellano per le quote di profughi previste dal ministero dell'Interno. Da Piacenza Matteo Salvini si schiera con gli amministratori locali e cittadini del Sud che protestano e chiedono un piano per l'accoglienza: "Fanno bene. Quando la Lega sarà al Governo difenderà i confini", dice il segretario del Carroccio.

Sabato 15 Luglio 2017 - 15:00

Messina, 50 migranti in hotel inagibile: sindaco guida protesta

E intanto continuano gli sbarchi: solo ieri sono arrivati in quasi 5mila, attese altre 1600 persone tra oggi e domani

Giovedì, Luglio 6, 2017 - 10:30

Mafia, colpita cellula clan Santapaola: le intercettazioni dei carabinieri

Le mani di Cosa nostra su Messina. È quanto emerge da un'operazione dei carabinieri del Ros che ha portato all'arresto di 30 persone. In manette funzionari del Comune, professionisti e imprenditori. Smantellata una cellula mafiosa catanese, gestita da Romeo Francesco e Romeo Vincenzo (il cognato ed il nipote del boss Nitto Santapaola, perché rispettivamente marito e figlio della sorella Santapaola Concetta) volutamente distante dalle bande armate e collocata all’interno dell’economia reale e delle relazioni socioeconomiche, con agganci in ogni settore della società che conta.

Pagine