manifestazione

Pagina 1 di 17
Mercoledì, Agosto 8, 2018 - 12:15

Foggia, manifestazione dei berretti rossi: "Mai schiavi"

Centinaia di braccianti hanno partecipato alla "marcia dei berretti rossi" indetta a Foggia dai sindacati confederali e dall’Usb contro il caporalato e lo sfruttamento dei migranti dopo le tragedie di sabato e lunedì, con la morte di sedici braccianti africani in due incidenti stradali. Al grido di "schiavi mai", i braccianti hanno marciato con i berretti rossi che normalmente indossano nei campi come protezione dal sole "mentre raccolgono pomodori per la vergognosa paga di un euro al quintale", come ha commentato l'Unione sindacale di base.

Giovedì, Luglio 26, 2018 - 10:00

Aborto, la manifestazione argentina si ispira a "Il racconto dell'ancella"

Alcune manifestanti hanno marciato per le strade di Buenos Aires, in Argentina, a favore della legalizzazione dell'aborto. Una protesta silenziosa che ha preso in prestito i costumi della serie televisive "Il racconto dell'ancella", ispirata al romanzo femminista e distopico di Margaret Atwood. Le donne hanno indossato cuffie bianche e mantelli rossi, la stessa divisa indossata dalle ancelle nel racconto della scrittrice canadese. Il corteo è arrivato davanti al Congresso argentino impegnato in un dibattito sulla questione.

Lunedì, Luglio 23, 2018 - 21:30

Migranti, manifestazione delle "mani rosse" davanti al Viminale

Continua la protesta silenziosa e non violenta del movimento "Mani rosse" che per il quarto giorno è sceso in piazza a Roma per dire basta alle morti in mare. Partiti dal Teatro dell’Opera, gli attivisti sono arrivati davanti al Viminale verso il quale hanno rivolto le loro mani dipinte di rosso a simboleggiare le morti nel Mediterraneo

Giovedì, Luglio 19, 2018 - 10:15

Argentina, donne in piazza per la depenalizzazione dell'aborto

Bandiere e bandane di colore verde hanno riempito le strade di Buenos Aires. Le femministe di tutto il Paese si sono riunite nella capitale argentina per manifestare la loro richiesta: depenalizzare l'aborto. Dopo l'approvazione della Camera dei Deputati che nel giugno scorso aveva approvato la mozione di depenalizzazione con 131 voti a favore, 123 contrari e una astensione, nel mese di luglio si riunisce il Senato per la votazione. In Argentina l'aborto è consentito solo in casi di stupro o pericolo di vita per la madre derivante dalla gravidanza. La legge al vaglio del Senato introduce la possibilità di abortire legalmente entro la 14esima settimana in qualunque caso

Sabato, Luglio 14, 2018 - 17:30

Ventimiglia città aperta: il corteo pacifico pro migranti

Una manifestazione non violenta, fatta di musica e balli, quella di Ventimiglia. Il corteo nella città ligure, a cui si sono uniti attivisti pro migranti da tutta Italia ma anche da Francia e Spagna, ha chiesto alle istituzioni comunitarie passaporto europeo per consentire ai rifugiati di spostarsi liberamente nei paesi della Ue. "Passaporto per tutti o tutti senza passaporti" era il coro di alcune attiviste spagnole. "Apriamo le frontiere, Ventimiglia esempio di un gioco sulla pelle dei migranti" la denuncia di un ragazzo francese. "E' disumano, nel 2018, la caccia ai migranti alle frontiere" ha detto una donna migrante. Il corteo ha sfilato per le strade della città accompagnato dalla Banda degli ottoni a Scoppio. Sono intervenuti anche personaggi noti come Vauro Senesi.

Sabato, Luglio 14, 2018 - 17:00

Vauro alla manifestazione pro migranti di Ventimiglia: "Prima l'Italia che accoglie"

C'era anche Vauro Senesi, celebre vignettista, alla manifestazione pro migranti di Ventimiglia che ha visto la partecipazione di circa 5000 persone:"Agli intellettuali voglio dire che non bastano le firme e i video: serve la presenza fisica là dove c'è la disumanizzazione e l'inbarbarimento della nostra società" l'appello accorato del disegnatore. "Prima l'Italia che accoglie, prima gli italiani e le italiane civili" concluso.

Lunedì, Luglio 9, 2018 - 22:45

Roma, manifestazione CasaPound contro campo nomadi: "Espulsione per chi delinque"

Alcuni esponenti di CasaPound hanno manifestato a Roma, su via Tiberina, per chiedere la chiusura del campo nomadi Camping River. Sugli striscioni la scritta: "Chiusura dei campi ed espulsione per chi delinque. Questo è l'unico piano rom". "Manifestiamo perché vogliamo il rispetto delle promesse da parte del Comune di Roma che si era impegnato a sgomberare questo campo entro il 30 giugno", ha dichiarato Andrea Antonini, vicepresidente nazionale di CasaPound.

Lunedì, Luglio 9, 2018 - 14:30

Camping River, i rom contro la manifestazione di Casapound: "Assurdo autorizzarla"

"È assurdo autorizzare il corteo di Casapound davanti al campo nomadi River. Noi avevamo chiesto al ministro dell'Interno, alla Prefettura e alla Questura, di vietare la manifestazione perchè questi signori di Casapound ci hanno minacciato di morte". Così Marcello Zunisi, legale rappresentante dell'Associazione nazionale rom sulla manifestazione del movimento di estrema destra prevista nei pressi del campo River, a Roma

Sabato, Giugno 16, 2018 - 23:30

Pontida, sport e musica alla "festa dell'orgoglio migrante"

Concerti da pomeriggio a sera e un torneo di calcio antirazzista. È la festa "dell'orgoglio migrante e terrone" a Pontida, terra simbolo del Carroccio. La manifestazione 'Pontidamore', giunta alla sua seconda edizione e organizzata dai centri sociali di Napoli tra cui Insurgencia, Bergamo e Milano, nel campo poco distante dal 'pratone' dove tra due settimane la Lega terrà il suo storico raduno. Quest'anno è dedicata a Soumaila Sacko, il 29enne del Mali ucciso in Calabria. Le forze dell'ordine in tenuta anti sommossa hanno presidiato le vie d'ingresso della cittadina bergamasca, mentre la polizia locale ha monitorato la viabilità

Mercoledì, Giugno 6, 2018 - 19:30

Roma, manifestazione dei sindcati in Campidoglio

Manifestazione a Roma, davanti al Campidoglio, indetta da Cgil, Cisl e Uil contro la giunta per i problemi della capitale. "Siamo qui perché un anno fa abbiamo dato un'apertura di credito a questa amministrazione dicendo: 'Cambiamo Roma', ma la giunta non sta facendo nulla. Siamo fermi sui rifiuti, sul trasporto pubblico locale e, soprattutto, nelle periferie con la povertà e la solitudine delle persone", ha dichiarato Michele Azzola, segretario generale Cgil di Roma e Lazio.

Pagine