Coni

Pagina 1 di 10
Mercoledì, Novembre 22, 2017 - 20:45

Malagò: "Per ora il Coni non commissarierà la Figc"

"La mia posizione è netta, direi categorica: il calcio italiano va riformato e cambiato". Lo ha dichiarato il presidente del CONI, Giovanni Malagò, al termine del vertice straordinario del CONI, durato quasi due ore, durante il quale si è deciso di non commissariare, almeno per ora, la Federcalcio. Si aspetterà una ventina di giorni, nell'attesa che la Serie B e la Serie A eleggano i loro presidenti. Dopodiché, in caso di esito negativo, Malagò ha annunciato che la Figc sarà commissariata.

Giovedì, Novembre 16, 2017 - 07:45

Tavecchio, Malagò: "Possono rimanere le stesse persone ma devono fare molto di più"

Ventura esonerato e Tavecchio ancora presidente,è condizione soddisfacente per far ripartire il calcio? Io ho visto quanto deciso oggi delle agenzie, ne prendo atto. L'ho sempre detto che il Coni non può commissariare dal punto di vista tecnico, ora vediamo, insomma mi dicono che c'è un'assunzione di responsabilità, è la vita". Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò, a margine della presentazione del libro di Franco Carraro.

Venerdì 04 Agosto 2017 - 15:15

Stadi, addio tessera del tifoso, biglietti in vendita libera

Sottoscritto il protocollo Coni-Ministeri Interni e Sport: "Diventerà una fidelity card". Dialogo ed esclusione dei violenti. Riammessi tamburi e megafoni

Martedì, Luglio 25, 2017 - 16:45

Accordo tra Coni e Governo: 100 milioni per 'Sport e Periferie'

"Quando, nell'ottobre 2016, abbiamo lanciato il bando, avete scommesso con il Governo e con il Coni. Le infrastrutture sportive possono essere considerate una parte dello sviluppo delle periferie. Oggi, tutti insieme, facciamo un passo importante e vogliamo essere un governo che investe nelle infrastrutture sportive".Così il Ministro dello Sport, Luca Lotti alla presentazione del Piano 'Sport e periferie', cui partecipano attivamente Anci e Coni. Una convenzione firmata con 32 comuni. Riconfermato anche per l'anno prossimo lo stanziamento da 100 milioni, con il bando sarà che disponibile da ottobre e si rivolgerà a tutte le discipline sportive.

Martedì, Giugno 13, 2017 - 10:00

Dino Meneghin: "Contestazione ad Armani? Follia pura"

(LaPresse) A margine della visita di Sergio Mattarella al Coni, Dino Meneghin commenta i playoff di basket. "Non mi aspettavo che Milano uscisse, ma la finale Venezia-Trento è una bellissima sorpresa, se la meritano". Poi sulla contestazione ad Armani dei tifosi aggiunge: "Una follia pura, capisco l'amarezza ma tutti quanti ogni mattina dovremmo accendere un cero alla Madonna perché ce lo conservi per altri mille anni".

Lunedì, Giugno 12, 2017 - 22:15

Campriani: "Ringrazierò Mattarella a nome di tutti i tiratori"

"E' un segnale forte, io ho sempre creduto nello sport come strumento di crescita, ringrazierò il presidente a nome di tutti i tiratori". Così il campione olimpico Niccolò Campriani sulla visita del presidente della Repubblica Mattarella al Coni.

Lunedì, Giugno 12, 2017 - 22:00

VIDEO Zanardi: "Sport è metafora per migliorare la nostra vita"

"Lo sport è una metafora di come ci si debba impegnare nella quotidianità, anche per migliorare il nostro Paese. Anche per questo il presidente della Repubblica ci fa visita oggi".Così Alex Zanardi a margine della visita di Sergio Mattarella al Coni.

Lunedì, Giugno 12, 2017 - 22:00

VIDEO Ranieri: "Addio Totti? No, per l'amor di Dio!"

Claudio Ranieri, in occasione della visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Coni, esprime il suo parere sulla Nazionale. "Con la Spagna sarà una partita molto difficile, ma l'Italia di Ventura mi piace molto" dice l'allenatore romano, che poi a chi gli chiede dell'addio di Totti alla maglia giallorossa risponde con una battuta: "No, per l'amor di Dio!"

Giovedì 11 Maggio 2017 - 11:45

Giovanni Malagò confermato presidente del Coni

Ha superato lo sfidante Sergio Grifoni, 79anni, ex presidente della Federazione orientamento

Mercoledì, Febbraio 22, 2017 - 10:45

La Spezia, traffico di farmaci dopanti

(LaPresse) Un'indagine della Squadra Mobile di La Spezia, cominciata nel luglio 2016, ha portato alla luce un vasto traffico di medicinali dopanti nell'ambiente del ciclismo amatoriale e professionistico. Al centro dell'inchiesta un infermiere 51enne dell'Ospedale S. Andrea della Spezia, ciclista a livello amatoriale che sottraeva le sostanze alla struttura ospedaliera. A fargli da spalla altri sportivi, tra i quali il proprietario di un negozio di Sarzana. Ciclista professionista, squalificato dal Coni nel 2008 per aver assunto farmaci dopanti, smerciava i medicinali tra i clienti della sua attività. Tutti militavano da circa un anno in una nota società sportiva di Forlì. I farmaci commercializzati erano i cosiddetti "ormoni della crescita" ed è stato possibilie risalire al traffico illecito grazie ai test antidoping effettuati al termine delle gare ciclistiche. I decreti di perquisizione  hanno interessato non solo La Spezia, ma anche Forlì e Cesena.

Pagine