Catalogna

Pagina 1 di 16
Giovedì, Dicembre 7, 2017 - 19:15

Bruxelles, in 45 mila alla manifestazione per l'indipendenza della Catalogna

"La Catalogna è il miglior volto dell'Europa" e "vogliamo un'Europa di cittadini liberi, che ascolti i suoi cittadini oltre ad ascoltare gli Stati". È quanto ha detto l'ex governatore della Catalogna, Carles Puigdemont, in chiusura della manifestazione indipendentista a Bruxelles, alla quale secondo la polizia belga hanno partecipato 45mila persone. Puigdemont ha rimproverato all'Ue il fatto di avere "dato sostegno" al premier spagnolo Mariano Rajoy e si è appellato direttamente al presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, affinché "l'Europa si renda conto che ancora può giocare un ruolo" nella crisi catalana.

Lunedì 04 Dicembre 2017 - 10:45

Catalogna rifiutata cauzione al vicepresidente Junqueras

Risposta positiva per sei dei sette ministri in carcere per sedizione. Negata anche a due leader politici

Sabato, Novembre 25, 2017 - 19:45

Catalogna, Puigdemont presenta lista per elezioni

L'ex presidente della Generalitat della Catalogna, Carles Puigdemont, ha presentato la sua lista in vista delle elezioni regionali del 21 dicembre, e ha invitato gli elettori a favore dell'indipendenza a mobilitarsi per "scrivere la storia". Puigdemont ha dichiarato che i partiti di opposizione "non sono legittimati" a governare dopo aver sostenuto il "commissarimento" da parte del governo di Madrid. Puigdemont ha presentato la sua candidatura insieme a 90 membri della lista di "Junts per Catalunya" in un hotel vicino a Bruges, nel Belgio orientale, dove rimane in libertà vigilata fino a quando i giudici belgi decideranno in merito alla sua estradizione in Spagna, dove è accusato di sedizione e ribellione

Lunedì 13 Novembre 2017 - 10:30

Catalogna, Puigdemont frena: "C'è alternativa all'indipendenza"

L'ex governatore catalano, in autoesilio a Bruxelles, rilancia l'idea di un tavolo di trattativa. Ma Rajoy è stato molto duro con l'idea indipendentista

Domenica, Novembre 12, 2017 - 10:45

Catalogna, la marcia degli indipendentisti

Sono stati 750 mila, secondo i dati della polizia urbana, a partecipare alla manifestazione di sabato a Barcellona per chiedere la liberazione degli indipendentisti Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, noti come 'Due Jordi', leader delle organizzazioni Asamblea nacional catalana (Anc) e Omnium, nonché degli otto ex ministri del Govern destituito che sono ancora in prigione. Il corteo si è snodato per le strade della città catalana in un percorso di circa tre chilometri. A 15 giorni dalla dichiarazione di indipendenza, la Catalogna si ritrova con il presidente destituito Puigdemont e quattro ministri in esilio a Bruxelles, inseguiti da mandati di arresto e richiesta di estradizione, mentre il vicepresidente Oriol Junqueras e altri sette ministri sono in carcere

Venerdì, Novembre 10, 2017 - 12:30

Arrestata presidente del parlamento della Catalogna

Arrestata e costretta a trascorrere la notte in carcere Carmen Forcadell, 62enne presidente del parlamento catalano. La decisione di un giudice spagnolo dopo una giornata di interrogatori: è accusata di ribellione e sedizione per aver fatto votare le risoluzioni sull'indipendenza. Per Forcadell è stato ordinato il carcere preventivo, con una cauzione altissima, fissata a 150mila euro. Altri quattro deputati dovranno pagare una cauzione di 25mila euro entro una settimana per evitare la prigione.

Giovedì 09 Novembre 2017 - 14:00

Catalogna, Puigdemont annuncia 'struttura stabile' del Govern in Belgio

Prossimi obiettivi la vittoria del movimento indipendentista alle elezioni regionali del 21 dicembre e la libertà dei "prigionieri politici"

Giovedì, Novembre 9, 2017 - 12:30

Annullata la dichiarazione di indipendenza della Catalogna

La Corte costituzionale spagnola ha annullato la dichiarazione unilaterale di indipendenza approvata dal Parlamento catalano lo scorso 27 ottobre. Intanto il premier del Belgio sottolinea che il deposto presidente catalano Puigdemont "è un cittadino europeo che deve rispondere delle proprie azioni, con i suoi diritti e doveri, senza privilegi". E lo stesso leader secessionista attacca il presidente della Commissione europea: "Juncker accoglie sindaci e governatori, ma non vuole incontrare me”, ha dichiarato Puigdemont.

Giovedì, Novembre 9, 2017 - 07:45

Catalogna, sciopero generale. La protesta degli studenti

Alcune centinaia di studenti hanno invaso i binari della stazione dell'alta velocità di Sants, a Barcellona bloccando in particolare i collegamenti con Madrid. La protesta nel giorno dello sciopero generale proclamato per la liberazione dei "detenuti politici" e per denunciare la "repressione" da parte del governo centrale di Madrid, con migliaia di persone scese in piazza in tutta la Catalogna. Bloccata per diverse ore anche la linea dell'alta velocità verso la Francia a Girona. Intanto, dal Belgio, il presidente destituito della Catalogna, Carles Puigdemont, attacca presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. "Non vuole incontrarmi", ha dichiarato Puigdemont. "Le persone che gestiscono l'Ue adesso stanno distruggendo l'Europa".

Mercoledì, Novembre 8, 2017 - 11:45

Sciopero generale in Catalogna: i cortei bloccano le strade

Strade e treni bloccati, traffico in tilt: sciopero generale in Catalogna, proclamato contro la repressione dello Stato spagnolo e per la liberazione dei detenuti politici. Tante le persone che a Barcellona non sono riuscite ad andare a lavoro. Prese d'assalto anche le fermate metro. Cortei controllati dalle forze dell'ordine.

Pagine