Bruxelles

Pagina 1 di 40
Sabato, Luglio 28, 2018 - 13:00

Catalogna, Puigdemont a Bruxelles: "Continuerò a viaggiare per la nostra causa"

Carles Puigdemont continua la sua battaglia per l'indipendenza della Catalogna. Il leader separatista catalano è rientrato in Belgio dalla Germania e ha tenuto una conferenza stampa a Bruxelles. L'ex presidente della regione autonoma spagnola era stato arrestato a fine marzo dalle autorità tedesche su mandato d'arresto europeo emanato da Madrid, mandato che però il 19 luglio scorso il Tribunale supremo spagnolo ha ritirato. Ora Puigdemont è libero di spostarsi in Europa, ma se dovesse tornare in Spagna sarebbe arrestato per diversi reati tra cui quello di ribellione.

Venerdì, Giugno 29, 2018 - 07:00

Vertice Ue, Conte: "Da oggi l'Italia non è più sola"

I 28 leader Ue hanno trovato un accordo sulle conclusioni del Consiglio Ue, inclusa l'immigrazione. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, al termine del vertice durato oltre 13 ore. Soddisfatto Giuseppe Conte: "Da oggi l'Italia non è più sola", sottolinea il premier.

Giovedì, Giugno 28, 2018 - 19:30

Migranti, al via a Bruxelles la due giorni del Consiglio europeo

Al via a Bruxelles la due giorni del Consiglio europeo con i 28 impegnati sul tema caldo dell'immigrazione. E' uno dei vertici più difficili degli ultimi anni: i leader europei arrivano più divisi che mai. "Non possiamo lasciare soli i Paesi in cui si verifica la maggior parte degli arrivi", ha dichiarato Merkel che poi ha aggiunto: "Se non ci sarà un consenso a 28, si andrà avanti con una coalizione di volenterosi". Un bilaterale tra la cancelliera tedesca e Giuseppe Conte ha anticipato il vertice. "L'incontro sarà uno spartiacque. Dall'Ue aspettiamo fatti concreti. Spero di non dover utilizzare il veto", ha spiegato il premier italiano che punta a far riconoscere il principio della responsabilità comune sui salvataggi.

Domenica, Giugno 24, 2018 - 10:15

Migranti, a Bruxelles il vertice informale tra 16 Paesi Ue

Si tiene oggi il vertice informale di Bruxelles sui migranti tra 16 Paesi dell'Unione europea, dove tiene ancora banco lo scontro tra Spagna e Francia, da una parte, e l'Italia dall'altra. Il nuovo premier spagnolo, Pedro Sanchez, sposa la linea di Emmanuel Macron e e va all'attacco di Roma. "Ci sono governi, come quello italiano, che fanno un discorso anti-europeo e dove l'egoismo nazionale è più diffuso", sostiene Sanchez. "L'Italia mente, non sta vivendo una crisi migratoria", aggiunge il presidente francese Macron. "In Italia l'emergenza immigrazione esiste", ribatte Luigi Di Maio, mentre il ministro dell'Interno Matteo Salvini aggiunge: "Invitiamo l'arrogante Macron a smetterla con gli insulti e a dimostrare la generosità con i fatti aprendo i porti".

Venerdì, Giugno 22, 2018 - 08:00

Migranti, a Bruxelles la proposta italiana

Centri di protezione europei nei paesi di origine e transito per la valutazione del diritto di asilo; incremento dei rapporti con i paesi terzi per fermare i "traffici di morte" e rafforzamento delle frontiere. Sarebbero questi alcuni dei principali punti della proposta italiana sull' immigrazione che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte porterà domenica al vertice informale dei leader europei a Bruxelles. Accantonata la bozza dell'Unione europea che aveva fatto irritare il nostro esecutivo e messo in forse la partecipazione di Giuseppe Conte.

Giovedì, Giugno 21, 2018 - 11:45

Il premier Conte a Bruxelles per il prevertice europeo sui migranti

Il premier Conte andrà a Bruxelles al prevertice europeo sui migranti ma dal governo arrivano forti critiche alla bozza Ue. Il nodo cruciale sono i movimenti interni all’Europa dei migranti sbarcati. Proprio per questo per l'Italia la questione dei ricollocamenti va affrontata solo dopo aver chiarito i principi della prima accoglienza nei Paesi di approdo. O c'è una proposta utile, anche per difendere i rifugiati, o cambiano queste regole, o diciamo no" ha detto il ministro dell'Interno Salvini annunciando la partecipazione di Conte al prevertice: "Ha totale sostegno mio e del governo per discutere qualcosa di utile alla nostra sicurezza"

Giovedì, Giugno 21, 2018 - 08:00

Migranti, Salvini: "Non andiamo a Bruxelles con compitino già scritto"

Il governo italiano irritato per i contenuti anticipati della bozza del vertice informale Ue di domenica a Bruxelles. "E' finito il tempo in cui Francia e Germania mandano il compitino al resto d'Europa, l'Italia paga e accoglie immigrati" avverte il ministro dell'Interno Salvini, ospite a 'Porta a Porta'

Lunedì, Maggio 28, 2018 - 13:00

Bruxelles, 4500 paia di scarpe per le vittime di Gaza

Una gigantesca installazione realizzata con 4.500 paia di scarpe è stata creata a Bruxelles da attivisti filo-palestinesi per attirare l'attenzione sulla difficile situazione delle persone a Gaza. L'iniziativa del movimento attivista globale Avaaz arriva a poche ore da un incontro dei ministri degli esteri dell'UE nella capitale belga. Gli attivisti di Avaaz chiedono ai leader europei di imporre sanzioni a Israele. I recenti eventi a Gaza e il trasferimento dell'ambasciata USA a Gerusalemme sono all'ordine del giorno dei ministri degli esteri dell'UE, tra le altre questioni internazionali. Gli attivisti dicono che le scarpe rappresentano i 4.500 palestinesi e israeliani che hanno perso la vita nel conflitto negli ultimi dieci anni

Mercoledì, Maggio 16, 2018 - 22:30

Facebook, Zuckerberg a rapporto a Bruxelles

Mark Zuckerberg ha accettato di comparire davanti al Parlamento Europeo per chiarire le questioni legate all'uso dei dati personali degli utenti di Facebook dopo lo scandalo Cambridge Analytica. A renderlo noto il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani. Il fondatore del social network sarà a Bruxelles già la prossima settimana. Tra i temi dell'incontro vi dovrebbero essere quelli legati alla protezione dei dati personali degli utenti europei e il coinvolgimento di Facebook nei processi elettorali che hanno riguardato il Vecchio Continente negli ultimi mesi.

Martedì, Maggio 15, 2018 - 11:45

Arrancano i negoziati sulla Brexit, per Bruxelles “nessun progresso”

Arrancano i negoziati sulla Brexit. A sottolinearlo è l'Unione europea al termine del consiglio Affari generali a 27, col capo negoziatore dell'Unione Michel Barnier: "Rispetto al Consiglio di marzo, non sono stati fatti progressi significativi". In una dichiarazione la ministra degli Esteri della Bulgaria, Paese con la presidenza di turno, Ekaterina Zaharieva ha precisato: "Speriamo in un maggiore impegno da parte della Gran Bretagna nelle prossime settimane poiché alcuni punti chiave dell'accordo sul ritiro devono essere ancora risolti".

Pagine