Belgio

Pagina 1 di 25
Sabato, Luglio 7, 2018 - 08:15

Russia 2018, Brasile eliminato dal Belgio: le reazioni a Bruxelles e Rio

II Brasile dice addio ai Mondiali, conquista invece la semifinale di Russia 2018 il Belgio. La nazionale verdeoro è stata battuta 2-1 ai quarti di finale: reazioni opposte dei tifosi riuniti a Bruxelles e Rio de Janeiro davanti ai maxischermi. Entusiasmo alle stelle nella capitale belga, rabbia e delusione tra i sostenitori della Selecao. A sbloccare il match un autogol di Fernandinho al 13', poi il raddoppio dei belgi con De Bruyne al 30'. Nella ripresa arriva la rete di Renato Augusto al 76 per i carioca, ma è troppo tardi. Martedì 10 i Diavoli Rossi sfideranno la Francia che ha battuto l'Uruguay.

Venerdì, Luglio 6, 2018 - 23:45

Mondiali, il Belgio elimina il Brasile

Addio al Campionato del Mondo per il Brasile: il Belgio ha infatti battuto per 2-1 la Selecao e si è qualificato per la semifinale dei Mondiali russi, dove a sfidarsi saranno solo squadre europee. A sbloccare il match un autogol di Fernandinho al 13', il raddoppio dei belgi arriva con De Bruyne al 30'. Nella ripresa arriva la rete di Renato Augusto al 76 per i carioca, ma è troppo tardi. Martedì 10 i Diavoli Rossi sfideranno la Francia che ha battuto l'Uruguay. Domani si giocano gli altri due posti in semifinale Svezia e Inghilterra alle 16, in serata alle 20 sfida Russia-Croazia.

Martedì, Maggio 29, 2018 - 13:00

Sparatoria in Belgio: tre morti, ucciso l'assalitore

Torna l'incubo terrorismo in Belgio. A Liegi, un uomo ha sparato e ucciso due poliziotti che lo avevano fermato per un controllo. Morta una persona che si trovava in auto. L'assalitore ha aperto il fuoco contro gli agenti davanti a un caffè del centro, durante la fuga ha preso in ostaggio una donna. Poi è stato abbattuto dalla polizia. Secondo testimoni avrebbe urlato "Allah Akbar". Nelle immagini la gente in fuga dalla zona dove è avvenuta la sparatoria e l'arrivo delle forze dell'ordine a sirene spiegate.

Martedì 22 Maggio 2018 - 13:45

"Portate Nainggolan ai Mondiali". Proteste e petizioni in Belgio

Quasi una rivolta popolare in rete dopo l'esclusione ("motivi tattici") del centrocampista decisa dal ct Martinez. Il Ninja: "Ho chiuso con la nazionale"

Lunedì 21 Maggio 2018 - 12:45

Belgio e Spagna: ai mondiali senza Nainggolan e Morata

Assenze importanti nelle rose di due nazionali tra le più forti. Non c'è il "Ninja", mancano anche Callejon, Suso e Luis Alberto

Venerdì, Maggio 18, 2018 - 20:00

Belgio, bimba migrante uccisa durante inseguimento della polizia

È stato uccisa da un proiettile la bambina di 2 anni di origine curda morta ieri in Belgio dopo che la polizia aveva inseguito il furgone su cui viaggiava con altri migranti e aveva aperto il fuoco contro il veicolo. A stabilirlo l'autopsia. Lo ha fatto sapere il procuratore di Mons, Frederic Bariseau, dicendosi "prudente" sull'ipotesi che quello sparo sia stato esploso dalla polizia. Il procuratore aveva anche precisato che a bordo del van viaggiavano 30 persone, di cui 26 adulte, tutte di origine curda

Lunedì, Gennaio 22, 2018 - 14:15

Puigdemont lascia il Belgio, la Spagna chiede l'arresto

La procura generale spagnola ha chiesto al Tribunale supremo di riattivare il mandato di arresto europeo per Carles Puigdemont. Stamattina il leader indipendentista catalano è arrivato a Copenhagen per partecipare a una conferenza sulla Catalogna organizzato dall'università della capitale danese. E' la prima volta, in 80 giorni, che Puigdemont lascia il Belgio, paese in cui si trova per evitare l'arresto in Spagna per ribellione, secessione e malversazione, in relazione alla dichiarazione unilaterale di indipendenza del 27 ottobre scorso. Il mandato d'arresto europeo era stato ritirato a dicembre. Intanto il presidente del Parlamento catalano, Roger Torrent, ha proposto proprio Puigdemont come presidente della Generalitat, in quanto unico candidato proposto e quello con più sostegno. La sessione di investitura del nuovo presidente catalano è prevista entro il 31 gennaio.

Venerdì, Gennaio 19, 2018 - 19:45

Puigdemont: "Governo anche dal Belgio"

Punta alla rielezione dall'esilio autoimposto: è Carles Puigdemont che ha assicurato di poter governare la Catalogna anche dal Belgio. "Dal carcere invece sicuramente non potrei farlo", ha dichiarato l'ex presidente catalano che si trova in questo momento a Bruxelles. Il fronte indipendentista che ha la maggioranza assoluta nel Parlament preme perché Puigdemont sia investito nuovo presidente a fine mese per via telematica senza rientrare in Spagna, dove rischia l'arresto immediato. Il premier spagnolo Rajoy ha minacciato di prolungare il commissariamento ex-articolo 155 della costituzione se Puigdemont sarà rieletto dall'esilio senza tornare in Spagna

Pagine