Venerdì 31 Marzo 2017 - 21:15

Taglialatela: Per me stop a riunioni in Antimafia sul caso Juve

"La strumentalizzazione che c'è stata, soprattutto sui social media"

Taglialatela: Per me stop a riunioni in Antimafia sul caso Juve

"La strumentalizzazione che c'è stata, soprattutto sui social media, della presenza dei vertici della società Juventus nella Commissione parlamentare antimafia, le battute che mi sono state strappate da un'emittente radiofonica e quelle, completamente inventate, che sono seguite nei giorni successivi, m'inducono a chiarire alcune cose: non ho mai chiesto la convocazione dei vertici della società bianconera in commissione;  non ho posto domande al legale suo nel corso dell'audizione; non ho chiesto la convocazione del presidente Agnelli; ho profondo rispetto per tutte le tifoserie calcistiche e sportive e, se fosse stato percepito un mio comportamento ostile preconcetto chiederei scusa a chi si è sentito offeso". È quanto ha dichiarato il deputato di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale Marcello Taglialatela, componente della commissione Antimafia.

"Ma ad evitare che la gente di fede bianconera, anche elettori di Fdi, sulla scorta di quanto narrato in queste ore possa non sentirsi garantita dalla mia presenza in commissione, anche dopo essermi consultato con il presidente Meloni e il capogruppo di FDI Rampelli ho deciso di non partecipare ad alcuna riunione che fosse convocata dalla presidente Bindi con all'ordine del giorno le vicende della società juventina - ha aggiunto - Continuerò con orgoglio a svolgere il mio lavoro in questa commissione d'inchiesta per contrastare la criminalità organizzata, la mafia, la camorra, la ndrangheta, la sacra corona unita, a scrivere nuove pagine sulle collusioni con il potere e con pezzi dello Stato".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Italian Foreign Minister Angelino Alfano talks next to U.N. Special Representative for Libya Ghassan Salame during a news conference in Rome

Terrorismo, Gentiloni e Alfano: Difenderemo la nostra libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie