Giovedì 16 Marzo 2017 - 17:15

Svelato il London Bridge: cosa accadrà a morte di Elisabetta II

A pubblicare i dettagli dell'operazione è stato il Guardian

Svelato il piano segreto 'London Bridge': ecco cosa accadrà il giorno della morte di Elisabetta II

'London Bridge - Ponte di Londra' è il nome del piano che il Regno Unito attuerà nel giorno della morte della Regina Elisabetta II, secondo quanto pubblica oggi il Guardian con un articolo dal titolo 'Operazione London Bridge': il piano segreto per i giorni dopo la morte della Regina'. Secondo il quotidiano, che assicura come l'articolo sia basato su fatti, la risposta del Paese alla morte di Elisabetta II, di 90 anni, sarà 'monumentale' rispetto a quella avvenuta per lady D, morta nel 1997.
In base all'operazione, il segretario privato della regina, Christopher Geidt, sarà il primo funzionario che avrà il compito di attendere la prima reazione alla notizia della morte. Geidt si metterà quindi in contatto con il capo del governo di turno (al momento è la premier Theresa May) che dovrà essere svegliato anche in caso la morte della sovrana avvenisse di notte. Il resto dei funzionari sarà informato attraverso una linea interna sicura con l messaggio 'il ponte di Londra è caduto'.

Dal cosiddetto 'centro di risposta globale' del ministero degli Esteri, ubicato in un luogo segreto di Londra, la notizia sarà comunicata ai governi dei 15 Paesi di cui Elisabetta II è sovrana e agli Paesi del Commonwealth.

Si prevede che la popolazione sarà immediatamente informata con un lancio dell'agenzia di stampa britannica Pa. Il Guardian ricorda che quando re Giorgio VI, padre di Elisabetta II, morì alle 7.30 della mattina del 6 febbraio 1952 la Bbc lo comunicò quattro ore dopo.

In questo stesso tempo, un cameriere vestito a lutto uscirà da Buckingham Palace per appendere al cancello della residenza reale una nota ufficiale che informi della morte della sovrana.

Secondo 'London Bridge', i presentatori dei notiziari tv dovranno essere vestiti a lutto e verranno sospesi tutti gli altri programmi. Vi saranno alcuni giorni di lutto nazionale e il principe Carlo, ereditiero della corona britannica, sarà proclamato re il giorno seguente la morte alle 11 della mattina.

Un piano parallelo è stato pensato anche nel caso in cui la regina, che ad aprile compirà 91 anni, dovesse morire nel castello scozzese di Balmoral o all'estero.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Afghanistan, attacco armato a Save the Children: 11 feriti

Ancora nessuna rivendicazione: i media afgani mostrano una colonna di fumo nero alzarsi dall'edificio e quello che sembra essere un veicolo in fiamme

Djalali, sospesa condanna a morte del ricercatore iraniano in Piemonte

La Corte suprema dovrà ora riesaminare il caso dell'accademico accusato di spionaggio

Russiagate, il ministro Sessions interrogato da team del procuratore Mueller

È la prima volta che un membro del governo del presidente Trump viene ascoltato nell'ambito delle indagini

Usa, studente 15enne spara in liceo in Kentucky: due morti. Fermato il killer

Lo annuncia il governatore di questo Stato della zona centro-orientale degli Usa