Domenica 03 Aprile 2016 - 18:30

Suso show: Genoa travolge Frosinone 4-0 a Marassi

Rossoblù praticamente salvi, speranze che invece per la squadra di Stellone sembrano essere ridotte al lumicino

Genoa - Frosinone

Vittoria schiacciante del Genoa che viene trascinato da un super-Suso, supera 4-0 il Frosinone e inguaia pesantemente la squadra laziale.

Partono meglio i ciociari che si rendono pericolosi con Dionisi e Kragl, che però peccano di precisione, mentre Gasperini perde l'ennesimo giocatore per infortunio quando si fa male Pandev che deve essere sostituito da Matav . La squadra di Stellone tiene bene il campo e va vicinissima al gol con Dionisi che sbaglia la mira in contropiede, venendo puntualmente punita proprio in chiusura di tempo: al minuto 43' infatti Suso prende palla sulla trequarti, si avvicina alla porta e lascia partire un tiro a giro imparabile per Leali.

Nella ripresa però è tutto uno show del Genoa e di Suso. Al quattordicesimo altra azione personale dello spagnolo ed altra conclusione sul secondo palo che vale il raddoppio. Poi al ventisettesimo tocca a Rigoni: inserimento del centrocampista che si libera di Blanchard e solo, davanti a Leali, realizza con un preciso diagonale. Cinque minuti dopo ancora Suso, altra iniziativa e palla sotto la traversa a battere Leali. Genoa praticamente salvo, speranze che invece per la squadra di Stellone sembrano essere praticamene ridotte al lumicino.
 

www.sportevai.it

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Cagliari - Genoa

Serie A, primo sorriso per il Genoa: 3-2 al Cagliari, Rastelli a rischio

Era la partita della paura ed è stato il Grifone ad uscire dal tunnel, lasciando i sardi al buio

Genoa - Bologna

Serie A, l'ex Palacio condanna il Genoa: Bologna corsaro a Marassi

Quinta sconfitta stagionale, terza in casa, per i rossoblu di Juric usciti fra i fischi dei tifosi

Inter - Genoa

Serie A, Inter passa ancora nel finale: D'Ambrosio stende Genoa

Nella giornata in cui Icardi non brilla e Perisic viaggia a corrente alternata