Venerdì 04 Novembre 2016 - 09:30

Sud Corea, la presidente Park: accetterò indagine se necessaria

"Farò tutto quello che potrò per collaborare" ha detto Park Geun-hye

Sud Corea, la presidente Park: accetterò indagine se necessaria

"Farò tutto quello che potrò per collaborare se è necessario. Accetterò un'indagine". Con queste parole la presidente della Corea del Sud Park Geun-hye ha fatto sapere che accetterà di sottoporsi alle indagini nell'ambito dell'inchiesta su corruzione e traffico d'influenze illecite che coinvolge la sua stretta collaboratrice Sil Choi. Quest'ultima, amica intima della presidente, è accusata di essersi appropriata indebitamente di fondi pubblici e aver influenzato la politica del Paese pur non avendo alcun incarico pubblico. La presidente ha tenuto un discorso pubblico, trasmesso in televisione, ma non ha fornito dettagli sul suo coinvolgimento nella vicenda. Si è limitata a dire che "c'è un'indagine in corso" e che si augura che i procuratori "arrivino al fondo della verità".

 Nessun capo di Stato in Corea del Sud è mai stato indagato dalla procura dalla fondazione del Paese, nel 1948, per cui sarebbe un caso senza precedenti. Nel suo discorso, Park ha offerto "le sue più sincere scuse" ai cittadini sudcoreani. "Mi sento devastata. Mi spezza il cuore aver causato del dolore", ha aggiunto. Il caso ha generato una forte indignazione tra i cittadini che sono scesi in piazza a migliaia per chiedere le dimissioni della presidente.

 Choi Soon-sil è figlia del defunto leader di una setta religiosa che era stato mentore di Park decenni fa. Anche per questo si erano diffuse voci secondo cui la presidente potrebbe essere stata influenza dallo sciamanesimo. Park ha voluto precisare: "Le voci sulle sette e lo sciamanesimo non sono vere". L'indice di gradimento della capa di Stato è caduto vertiginosamente nelle ultime settimane. L'ultimo sondaggio pubblicato oggi parla di un drammatico 5%. Intanto Choi continua a essere tenuta in custodia, mentre i procuratori spulciano i suoi documenti e i conti bancari in vista della presentazione delle accuse formali.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Mogadiscio

Somalia, attentato a Mogadiscio: almeno 15 morti

Autobomba esplode in un mercato, i feriti sono 90

Javad Zarif

Siria, Zarif: Uso armi chimiche è intollerabile

Lo ha detto il ministro degli Esteri dell'Iran intervenendo alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco.

Mosul, Iraq

Iraq, assalto esercito nei quartieri occidentali di Mosul

La città è l'ultimo grande baluardo del gruppo jihadista Stato Islamico

Lenin Moreno

Ecuador oggi al voto per scegliere il successore di Correa

Secondo gli ultimi sondaggi, Moreno è in testa con circa il 28,5% delle intenzioni di voto