Lunedì 11 Aprile 2016 - 12:45

Strage Parigi, fratello Abaaoud in viaggio verso Europa per vendicarlo

Il fratello minore di uno dei presunti responsabili degli attentati di Parigi ha lasciato la Siria ed è in viaggio verso l'Europa per vendicare la sua morte

 Abdelhamid Abaaoud

 Il fratello minore di Abdelhamid Abaaoud, uno dei presunti responsabili degli attentati di Parigi e morto il 18 novembre in un raid della polizia a Saint Denis, ha lasciato la Siria ed è in viaggio verso l'Europa per vendicare la morte del familiare. A riferirlo è il giornale Paris Match. Ad allertare l'Interpol fu una conversazione telefonica del 18 febbraio, in cui il 15enne Younes Abaaoud diceva alla sorella Yasmina, che vive in Belgio: "Arrivo qui alle 10". Gli investigatori belgi lo hanno poi individuato in Arabia Saudita, a Gedda, afferma Paris Match. Avrebbe chiamato la sorella da lì.
 

 Il ragazzino, si legge, potrebbe prendere un aereo "per una qualsiasi destinazione in Turchia, Marocco o Europa". Inoltre, il timore è che "abbia cambiato il suo aspetto fisico e viaggi con documenti falsi", cosa che preoccupa le autorità europee perché renderebbe "difficile ritrovarlo", afferma Paris Match citando investigatori europei.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Forum economico internazionale di San Pietroburgo

Macron tende la mano a Conte: "Mai date lezioni agli italiani"

Il presidente francese dice la sua sul nuovo governo

CUBA-AIR-ACCIDENT

Cuba, muore sopravvissuta a schianto aereo: salgono a 112 i morti

Un'altra dei tre sopravvissuti cubani, una donna di 23 anni, era morta lunedì

Weinstein accusato di violenza sessuale. Libero col braccialetto elettronico

Ha pagato la cauzione di un milione di dollari stabilita dal tribunale di Manhattan. Il procuratore elogia le coraggiose sopravvissute

BULGARIA-EU-SPAIN-POLITICS

Partito Rajoy condannato per corruzione, Ciudadanos chiede nuove elezioni

Caos in Spagna dopo il processo Guertel. E il Psoe presenta una mozione di sfiducia