Domenica 05 Febbraio 2017 - 14:00

Strage di Berlino, trasferiti agenti che hanno ucciso killer Isis

Dopo la sparatoria a Sesto San Giovanni erano scoppiate le polemiche per aver reso note le generalità degli agenti

Strage di Berlino, trasferiti poliziotti che hanno ucciso killer Isis

Luca Scatà e Christian Movio, i due agenti di polizia del commissariato di Sesto San Giovanni, alle porta di Milano, che lo scorso 23 dicembre hanno fermato e ucciso l'attentatore di Berlino Anis Amri in piazza Primo Maggio, davanti alla stazione ferroviaria, sono stati trasferiti ad altri uffici di Polizia in altre città. La decisione è stata presa dal Viminale per precauzione. Una conferma arriva anche dal commissariato di Sesto San Giovanni. All'indomani della sparatoria in seguito alla quale era stato ucciso Amri, era scoppiata la polemica per la diffusione delle generalità dei poliziotti. La strage al mercatino di Natale di Berlino era stato rivendicato dallo Stato islamico e i fatti di Sesto San Giovanni avevano fatto temere possibili vendette.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Torino, Il candidato premier M5s Luigi Di Maio a pranzo con i vertici del Movimento

Parlamentarie M5S, Rousseau a singhiozzo. Disagi e proteste

Molte lamentele perché non si riesce a votare o mancano i nomi di alcuni candidati. Per i collegi uninominali sceglierà Di Maio

Porta a Porta. Ospite Beatrice Lorenzin

Lazio, Lorenzin contro LeU e avverte Zingaretti: "Pronta a candidarmi"

E' possibile che, a livello nazionale, Civica popolare vada con il Pd ma, a livello locale, corra da sola il 4 marzo nell'Election Day

Fontana insiste: "Anche nella Costituzione si parla di razze". E Salvini lo difende

Il candidato di centrodestra in Lombardia: "No al piano Gori-Bonino"

BELGIUM-BRUSSELS-EU-MOSCOVICI-ECONOMY-RECOVERY

Moscovici: "Voto in Italia rischio politico per Ue". E smonta Di Maio: "Deficit oltre il 3% è controsenso"

Il commissario Ue commenta anche le parole di Fontana sulla "razza bianca a rischio": "Dichiarazioni scandalose"