Venerdì 26 Agosto 2016 - 19:15

Stanchi e irritati: 1 italiano su 2 soffre di post-vacation blues

Il rientro dalle ferie per molti è quasi 'fatale'

Stanchi e irritati: 1 italiano su 2 soffre di post-vacation blues

La fine delle vacanze? Fatali per l'umore degli italiani. Pochi divertimenti, traffico e code ai caselli, il lavoro che si avvicina: questi alcuni dei fattori che fiaccano nel fisico e nello spirito degli italiani. Uno su 2 (49%) confessa che gli ultimi giorni di ferie e il momento del ritorno sono il periodo delle vacanze in cui si sente meno in forma. Ritornano lo stress e le preoccupazioni della vita quotidiana, sintomi di quella che gli esperti hanno definito post-vacation blues. I rimedi? Corretta idratazione, sana alimentazione e giusto approccio psicofisico sono le armi in più per affrontare al meglio il ritorno in città. È quanto emerge da uno studio di In a Bottle (www.inabottle.it), condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analisys) su circa 2500 italiani, uomini e donne, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, forum e community digitali per raccogliere ansie e paure sul ritorno in città e su circa 20 esperti tra psicologi, sociologi e nutrizionisti, che spiegano come approcciare il post-vacanze.

Per evitare che la mente vada al rientro a casa, gli italiani sono disposti a tutto: l'importante - secondo quanto emerge dallo studio - è sfuggire dal pensiero della fine delle ferie. Dimenticare: ecco la parola d'ordine. Uno su 3 (31%) per evitare di riflettere sulla fine dei divertimenti cede alla gola. E se un quarto dei monitorati (24%) sceglie di dormire più a lungo, sperando che qualche ora aggiuntiva di sonno serva a prolungare la tranquillità estiva, un altro 25% decide di fare l'opposto. Anziché oziare, trascorre gli ultimi giorni sprecando le poche energie rimaste: il 13% si concede tutti i vizi possibili e il 12% si dedica a varie attività, per centrare l'obiettivo di tenere il corpo impegnato e di avere la mente sgombera da preoccupazioni.

"La fase del rientro risulta talvolta insidiosa e la ripresa lavorativa, oltre che delle abitudini quotidiane, può generare disagio - afferma il dott. Michele Cucchi, psichiatra e Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano - Alcuni studi suggeriscono che addirittura sia il 50% dei vacanzieri a soffrirne. La sintomatologia della post-vacation blues comunemente può essere caratterizzata da senso di stanchezza, difficoltà di concentrazione, mal di testa, sensazione di stordimento, confusione e non presenza, come vivere all'interno di una bolla, attivazione neurofisiologica con tachicardia, persudorazione, dolori muscolari (come dopo un intenso allenamento in palestra) oltre che sintomi a maggior connotazione affettiva come perdita di entusiasmo, irritabilità, rimuginio e chiusura relazionale. Questa evenienza non dipende dal non essere riusciti a staccare e riposarsi durante le vacanze, anzi, talvolta è proprio la buona riuscita del periodo vacanziero che determina la fatica a ripartire".

C'è poi un italiano su 3 (34%) che si sente fisicamente appesantito dopo le "licenze" estive, soprattutto legate all'alimentazione e alla nutrizione. La vacanza spesso determina alcuni effetti nocivi sulla salute - afferma Luca Piretta, nutrizionista e docente dell'Università Campus Bio-Medico di Roma - Spesso è sinonimo di sregolatezza di orari, cambi dei ritmi sonno-veglia si tende ad eccedere con gli alcolici, altro fattore nocivo per l'integrità cellulare, e talvolta ci si lancia in sport estremi o di resistenza senza l'adeguato allenamento o preparazione alimentare. Per ultimo, si rischia di tornare dalle vacanze con qualche chilo di troppo, in particolare le persone che tendono ad ingrassare e che durante la vacanza non potuto o voluto mantenere il loro corretto regime alimentare.

Ma cosa spaventa di più gli italiani? Parlando di lavoro, le preoccupazioni maggiori sono l'idea di tornare a chiudersi in un luogo fisico per lavorare (27%), le incomprensioni con colleghi e datori di lavoro (24%), l'ansia da risultati (18%) e il dover tornare all'organizzazione. (15%). Per quanto riguarda il cambio dello stile di vita, il ritorno in città preoccupa perché riproporrà la cronica insoddisfazione verso quello che si fa (26%), gli sbalzi di umore che rendono irritabili e nervosi (22%), il poco tempo a disposizione per vedere figli, genitori e partner (19%).

Nonostante questo, ben un quarto degli italiani (24%) afferma di non prepararsi in alcun modo perché "solo pensarci fa aumentare l'ansia" mentre il 22% spiega che si predispone riprendendo gradualmente le abitudini quotidiane. Per gli esperti un buon recupero può iniziare da una corretta idratazione. Spiega Luca Piretta: "È fondamentale per permettere un corretto afflusso di sangue a i tessuti e quindi agli antiossidanti di raggiungere tutte le cellule e recuperarle dagli insulti dei radicali liberi. Inoltre è importante ricordare che tutte le reazioni chimiche cellulari avvengono solo se è presente l'acqua e questo ci deve far comprendere quanto sia essenziale questo elemento anche per ammortizzare la post vacation blues".

IL DECALOGO PER BATTERE LA POST VACATION BLUES

1. A tavola segui la regola del 5: ovvero 5 piccoli pasti al giorno

2. Abbonda con frutta e verdure fresche e di stagione

3. Se sei in sovrappeso riduci le calorie a tavola e soprattutto fuori casa

4. Bevi acque ricche di sali minerali per mantenere in equilibrio facoltà intellettive e umore

5. Bandisci l'alcol

6. Pratica un'attività fisica leggera e comunque senza sforzi impegnativi

7. Ristruttura le tue abitudini per sentirti più padrone del tuo tempo

8. Non buttarti a capofitto nell'operatività

9. Riprendi con gradualità capendo le urgenze

10. Poniti obiettivi raggiungibili

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Con Bell'Europa prima volta in edicola la Rough Guide Spagna

Con Bell'Europa prima volta in edicola la Rough Guide Spagna

In allegato al numero di maggio il volume Spagna del Nord e Barcellona

Bell'Italia dedica un numero speciale al Giro d'Italia

Bell'Italia dedica un numero speciale al Giro d'Italia

'Il Giro di Bell'Italia' comprende 13 grandi servizi che celebrano la storia del ciclismo e i paesaggi del nostro Paese

Turismo, musei statali aperti Pasqua e Pasquetta

Turismo, musei statali aperti a Pasqua e Pasquetta

Un weekend all'insegna della cultura: dagli Scavi di Pompei alla Pinacoteca di Brera, dagli Uffizi alla Reggia di Caserta e al Colosseo

Vialattea, grande festa di fine stagione a Sestriere

Vialattea, grande festa di fine stagione a Sestriere

Presente all'incontro tutto il personale della società Sestrieres SpA