Lunedì 19 Dicembre 2016 - 09:15

Speranza: Faccia come il c...? Offesa simbolo dell'arroganza Pd

Il leader della minoranza dem replica all'attacco di Giachetti

Speranza: Faccia come il c...? Offesa simbolo dell'arroganza del Pd

"Non inseguirò Giachetti su questo terreno, queste parole qualificano chi le pronuncia. Ma c'è un aspetto politico: va chiusa la stagione dell'arroganza. Si apra la stagione di un Pd umile, che prova a capire i suoi limiti e i suoi errori". Lo ha detto Roberto Speranza, leader della minoranza del Pd, in un'intervista a La Stampa dopo che Roberto Giachetti durante l'assemblea dem gli ha dato della "faccia come il culo" a proposito della sua posizione sulla legge elettorale. "Il Pd ha dato la sensazione di esser chiuso nel palazzo del potere. Dobbiamo stare nelle periferie, non apparire amici solo di Marchionne e Briatore", accusa Speranza, "Ll'anno del congresso è il 2017 e penso vada fatto prima delle politiche. Certo, sarebbe stato sbagliato improvvisarlo forzando le regole: serve una discussione vera circolo per circolo, dal basso, non un semplice votificio. Stavolta non bastano i gazebo. Sarebbe un errore grave un plebiscito-bis solo perché il capo è arrabbiato e vuole una nuova legittimazione. Vogliamo un centrosinistra o un'altra alleanza con Alfano e Verdini?".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Palazzo Rospigliosi. Convegno "Il Lavoro che cambia"

Bonus giovani, Poletti: "Clausola anti-licenziamenti"

Non ancora definito se gli incentivi assunzione saranno destinati solo agli under 29

Nuovo rimpasto in Campidoglio, via Mazzillo: da Livorno arriva Lemmetti al Bilancio

Raggi cambia giunta: via Mazzillo, arriva Lemmetti al Bilancio

Raggi cambia ancora e ha scelto l'assessore della giunta Nogarin che oggi si è dimesso

Vitalizi, Zanda: "Pd non ha nessuna intenzione di insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

Vitalizi, Zanda: "Pd non vuole insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

I pentastellati attaccano: "E' d'accordo il collega Sposetti nell'affossare il testo, ma non può dirlo apertamente"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

"Si dovrebbe fare una rivisitazione complessiva dei cicli scolastici da un punto di vista della qualità"