Domenica 05 Novembre 2017 - 20:15

Spari in una chiesa del Texas: 26 vittime. Trump: "Killer uno squilibrato. Le armi non sono il problema"

L'uomo si chiamava Devin Kelley. ex militare. Uccisa la figlia del pastore. Ci sono almeno 24 feriti. Trump: "Dio sia con Sutherland Springs"

Usa, sparatoria in una chiesa battista in Texas

Almeno 26 persone sono morte e 24 sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta in mattinata (ora locale) in una chiesa a Sutherland Springs, località del Texas, distante circa 45 chilometri da San Antonio. L'uomo che ha aperto il fuoco si chiamava Devin Kelley, 26 anni, ex militare, texano di Comal County a nord di San Antonio. Si è dato alla fuga e, al termine di un breve inseguimento, è stato trovato morto in macchina al confine tra le contee di Wilson e Guadalupe. Non è chiaro se ucciso nell'inseguimento o se si è tolto la vita. Le vittime, fedeli della Chiesa hanno età compresa tra i 5 e i 72 anni: 23 erano all'interno del tempio, due subito fuori e una è deceduta all'ospedale.

Un testimone racconta di aver visto l'uomo armato entrare nella chiesa battista verso le 11.30, mentre si stava svolgendo una cerimona religiosa. A quanto pare, Kelley aveva un'arma automatica, era vestito completamente di nero e indossava anche un giubotto antiproiettile.

Il killer - I primi elementi raccolti su Kelley porterebbero a escludere il movente terroristico. Il giovane viveva a New Braunfels, un sobborgo di San Antonio. Aveva lavorato per l'Aeronautica militare in qualità di responsabile del trasporto di passeggeri, merci e proprietà militari. Sembra avesse avuto una condanna dalla Corte marziale. Sulla sua pagina Facebook (adesso qualcuno ha creato un suo profilo fake nel quale piovono gli insulti) ci sarebbe l'immagine di un'arma automatica. Alcuni vicini di casa hanno detto di aver sentito degli spari da casa sua nei giorni scorsi.

Trump.

La sparatoria "è stata compiuta da un individuo con enormi problemi mentali, semplicemente uno squilibrato" e non "un'azione dovuta all'uso delle armi". Lo ha ribadito il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante una conferenza stampa. "Non è una situazione di armi" ma "un problema di salute mentale al livello più alto. È un evento molto triste".

Poi su Twitter il presidente Usa ha scritto: "Dio sia con la gente di Sutherland Springs, Texas. L'Fbi e le forze dell'ordine sono scese in campo. Sto monitorando la situazione dal Giappone".

 

"Mentre i dettagli dell'orribile accaduto sono ancora sotto indagine, io e Cecilia desideriamo mandarvi i nostri più sinceri pensieri e preghiamo per tutti quelli che sono stati vittime di questo attacco malvagio". Lo dice il governatore repubblicano del Texas Greg Abbott. "Chiedo a tutti i texani di pregare per la comunità di Sutherland Springs in questo momento di lutto e perdita".

 

Loading the player...

La prima vittima identificata è la figlia quattordicenne del pastore Frank Pomeroy: la madre della ragazza, Sherri Pomeroy, ha raccontato alla Cnn che il marito era fuori città nel momento della sparatoria, ma che in chiesa c'era loro figlia. "Io e mio marito per ironia della sorte eravano fuori città in due diversi stati. Abbiamo perso nostra figlia di 14 anni e molti amici. Rientriamo in città per vedere personalmente la devastazione. Sono all'aeroporto di Charlotte per cercare di tornare a casa il prima possibile", racconta la moglie del pastore. "Nel giro di qualche ora io e Frank saremo a casa con il resto della nostra famiglia. Grazie per tutto l'amore e il supporto".

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

 I Backstreet Boys in concerto a New York

Usa, paura al concerto dei Backstreet Boys. Crolla struttura: 14 fan feriti

Una forte tempesta ha rovesciato l'ingresso del posto che avrebbe dovuto ospitare il live della band a Thackerville, nell'Oklahoma

Migranti, nave Diciotti entra nel porto di Trapani

Nave Diciotti, Salvini: "O interviene l'Europa o riaccompagneremo i migranti in Libia"

Il ministro Toninelli sulla nave Diciotti con 177 persone a bordo attacca Malta: "Ancora inqualificabile. L'Ue si faccia avanti"

Indonesia, si scava tra le macerie dopo il terremoto

Indonesia, terra trema ancora: terremoto di magnitudo 6.3 sull'isola di Lombok

Un'altra violenta scossa a due settimane dal sisma che ha ucciso oltre 460 persone. Avvertita anche a Mataram e Bali

Sochi, conferenza riunita Putin-Merkel

Putin da Merkel: cena in castello Meseberg, in menu Nord Stream 2

Quello del gasdotto è fra i temi caldi sul tavolo, soprattutto dal momento che Russia e Germania sono sotto pressione in merito da parte degli Stati Uniti di Donald Trump