Lunedì 07 Novembre 2016 - 11:15

Sospetto attacco chimico vicino ad Aleppo: 32 intossicati

La Difesa ha pubblicato foto di minori con maschere d'ossigeno

Sospetto attacco chimico vicino ad Aleppo: 32 intossicati

 Almeno 32 persone hanno riportato sintomi da intossicazione in seguito a un presunto attacco chimico avvenuto la scorsa mattina nel paesino di Jan al Asal, a circa 10 chilometri a ovest della città siriana di Aleppo. Lo riporta la Difesa civile, nota anche come 'Caschi bianchi', che fornisce soccorso nelle zone che non sono sotto il controllo delle autorità siriane. Il portavoce ha riferito che elicotteri governativi hanno sferrato un attacco all'1 ora locale, quando in Italia era mezzanotte, con gas al cloro su Jan al Asal. La Difesa civile ha pubblicato varie fotografie di minori con maschere d'ossigeno, accuditi da personale sanitario.

Il direttore dell'Osservatorio siriano per i diritti umani, Rami Abderrahman, ha riferito a Efe che l'organizzazione non può confermare l'episodio. Dopo la tregua umanitaria di dieci ore dichiarata in modo unilaterale dalla Russia e dal governo siriano per la giornata di venerdì, le ostilità su Aleppo sono riprese. Oggi nell'area si registra una relativa calma, interrotta solo da lanci di razzi contro le aree controllate dalle autorità centrali e da raid nelle località periferiche di Kafr Naha e Al Atareb.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Rohani in Paris

Iran: "Aumenteremo nostra potenza militare e capacità balistiche"

Parla del presidente iraniano Hassan Rohani durante una parata militare: "Non chiederemo il permesso"

Il leader Nord Coreano Kim Jong Un firma oordine per lancio di un misssile

Kim Jong-Un minaccia Trump: "Pagherà caro". E si prepara a sganciare bomba H nel Pacifico

L'avvertimento dopo il discorso "folle" del presidente americano all'Onu in cui minacciava di distruggere la Corea del Nord

Addio Liliane Bettencourt, signora dei trucchi e donna più ricca del mondo

Figlia unica del fondatore del marchio di cosmetici L'Oréal, ne era la principale azionista

Catalogna, Guardiola: "Vogliamo solo votare, si tratta di democrazia"

Catalogna, Guardiola: "Vogliamo solo votare, si tratta di democrazia"

"Il popolo catalano ha mostrato una grande educazione civica ancora una volta"