Sabato 09 Settembre 2017 - 08:45

Sisma in Messico: salgono a 61 le vittime, 3 giorni di lutto nazionale

Il potente terremoto ha colpito almeno 50 milioni di persone in 12 stati

Messico, terremoto di magnitudo 8,2: crolli e distruzione

Sono salite a 61 le vittime del violento terremoto di magnitudo 8.2 che ha colpito la costa meridionale del Messico giovedì sera. Il presidente Enrique Pena Nieto ha proclamato tre giorni di lutto nazionale. L'epicentro è stato a 96 chilometri a sud-ovest della città di Pijijiapan nello stato meridionale di Chiapas, a una profondità di 33 chilometri.

Il potente terremoto ha colpito almeno 50 milioni di persone in 12 stati. La città più colpita è Juchitan, nello stato meridionale di Oaxaca, dove almeno 36 corpi sono stati estratti dalle macerie e un gran numero di edifici crollati, tra cui il municipio della città. Oaxaca è uno dei tre stati vicino all'epicentro. Le 61 vittime sono 45 di Oaxaca, 12 del Chiapas e 4 a Tabasco. Il sisma è stato il più potente degli ultimi 30 anni.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Foto tratta da Twitter

Paura in Canada, van travolge pedoni in centro a Toronto: nove morti e sedici feriti

Il conducente, dopo essersi dato alla fuga, è stato arrestato. Non è ancora chiaro se si tratti di un incidente o di un atto deliberato

Estradato in Francia Salah Abdeslam

Belgio, Salah Abdeslam colpevole per la sparatoria a Bruxelles del 2016

È l'unico sopravvissuto agli attentati di Parigi. Il 15 marzo, il conflitto a fuoco con il complice tunisino Sofiane Ayar

FRANCE-HERITAGE-TOURISM-INVESTIGATION

Mont-Saint-Michel, arrestato 36enne sospettato di aver causato evacuazione

L'uomo ha litigato con il proprietario di un bar e durante la discussione ha sollevato minacce contro le forze di sicurezza

Royal baby, è nato il terzo figlio di Kate Middleton e William: è un maschio

È nato il terzo royal baby: un altro maschietto per William e Kate

Il bambino pesa 3,8 kg e, come i suoi fratelli, è nato al St. Mary's Hospital. Arthur, Albert, James e Philip i nomi favoriti