Mercoledì 05 Aprile 2017 - 08:15

Siria, Russia accusa ribelli: Gas uscito da un loro deposito

Mosca appoggia Damasco, che nega di aver usato armi chimiche nell'attacco

Sospetto attacco chimico a Idlib: strage di bambini

Per il ministero della Difesa russo, la contaminazione con sostanze chimiche nella cittadina siriana di Khan Sheikhoun ieri è stata la conseguenza di un raid aereo delle forze governative su un deposito di armi chimiche dei ribelli. "Ieri, dalle 11.30 alle 12.30 ora locale, l'aviazione siriana ha condotto un attacco su un grande deposito di munizioni dei terroristi e una concentrazione di materiale militare alla periferia orientale di Khan Sheikhoun", ha dichiarato il portavoce del ministero di Mosca, Igor Konoshenkov, tramite su YouTube. "Sul territorio del deposito c'erano officine che producevano munizioni per armi chimiche", ha affermato il portavoce. Ha aggiunto che le armi chimiche sono state usate dai ribelli ad Aleppo lo scorso anno.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il presidente Trump alla cerimonia del Gold Medal- Washington

Trump assegna 'Premi per le fake news': vince 'The New York Times'

L'idea del presidente Usa: sul secondo gradino del podio 'ABC News' e al terzo posto ecco la 'CNN'

Medioriente, esercito Israele uccide palestinese sospettato omicidio rabbino

Raid su Jenin. Aveva 22 anni ed era figlio di un militante di Hamas ucciso nella seconda Intifada

Australia, per la prima volta un drone salva la vita a due nuotatori

I giovani in difficoltà dopo esser stati sorpresi da onde alte tre metri

Papa Francesco in visita a Maip

Internet e rock band: così Francesco spiega il Vangelo ai giovani

Bergoglio ai giovani arrivati da tutto il Cile per salutarlo al santuario di Maipù