Mercoledì 05 Aprile 2017 - 08:15

Siria, Russia accusa ribelli: Gas uscito da un loro deposito

Mosca appoggia Damasco, che nega di aver usato armi chimiche nell'attacco

Sospetto attacco chimico a Idlib: strage di bambini

Per il ministero della Difesa russo, la contaminazione con sostanze chimiche nella cittadina siriana di Khan Sheikhoun ieri è stata la conseguenza di un raid aereo delle forze governative su un deposito di armi chimiche dei ribelli. "Ieri, dalle 11.30 alle 12.30 ora locale, l'aviazione siriana ha condotto un attacco su un grande deposito di munizioni dei terroristi e una concentrazione di materiale militare alla periferia orientale di Khan Sheikhoun", ha dichiarato il portavoce del ministero di Mosca, Igor Konoshenkov, tramite su YouTube. "Sul territorio del deposito c'erano officine che producevano munizioni per armi chimiche", ha affermato il portavoce. Ha aggiunto che le armi chimiche sono state usate dai ribelli ad Aleppo lo scorso anno.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Amesbury incident

Spia russa, identificati i responsabili dell'attacco a Skripal

Sarebbero i presunti colpevoli dell'attacco con l'agente nervino Novichok individuati "attraverso le telecamere di sorveglianza"

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"

Portavoce Ue: "Blecua? Accuse infondate, selezionato in base a procedure"

I media internazionali sollevano dubbi sulla provenienza dei fondi usati dal capo della delegazione Ue in iraq per l'acquisto di una lussuosa residenza storica nel centro di Bruxelles

THAILAND-ACCIDENT-WEATHER-CHILDREN-CAVE

Thailandia, dimessi i 12 ragazzi. E per la prima volta raccontano: "È stato un miracolo"

I 'cinghialotti' hanno parlato per la prima volta con la stampa, prima di tornare a casa