Mercoledì 12 Ottobre 2016 - 10:30

Siria, Papa: Cessate il fuoco per evacuare bambini sotto bombe

Invoca una tregua dopo attacco a una scuola e morte 5 bimbi

Siria, Papa: Cessate il fuoco per evacuare bambini sotto bombe

"Voglio sottolineare e ribadire la mia vicinanza a tutte le vittime del disumano conflitto in Siria". Lo ha detto Papa Francesco a conclusione dell'udienza generale del mercoledì in piazza San Pietro. "E' con un senso di urgenza che rinnovo il mio appello, implorando, con tutta la mia forza, i responsabili, affinché si provveda a un immediato cessate il fuoco, che sia imposto e rispettato almeno per il tempo necessario a consentire l`evacuazione dei civili, soprattutto dei bambini, che sono ancora intrappolati sotto i bombardamenti cruenti".

Loading the player...

LA SITUAZIONE IN SIRIA.  È salito a sei morti, fra cui cinque bambini, il bilancio dei diversi razzi caduti su una scuola di Deraa, in Siria, in un quartiere sotto il controllo delle autorità. Lo riferisce l'agenzia di stampa di Stato siriana Sana. Deraa è la città da cui cominciarono nel 2011 le proteste contro il regime di Bashar Assad, che si sono poi estese a tutto il Paese per poi sfociare in conflitto armato che in questi cinque anni ha provocato oltre 300mila morti.

ATTACCO KAMIKAZE. Ma non sono le uniche vittime della giornata. Almeno 10 morti e un numero imprecisato di feriti in un attacco kamikaze compiuto dallo Stato islamico in un villaggio vicino alla città di Manbech, nel nord della provincia settentrionale siriana di Aleppo. L'Osservatorio siriano per i diritti umani spiega che il bilancio complessivo, fra morti e feriti, è di una trentina di vittime. I morti sono per la maggior parte membri della famiglia del parlamentare siriano Diab al Mashi, che si trovava in visita nel suo villaggio natale, quello di Al Mashi, vicino a Manbech appunto. Si tratta di uno dei parlamentari veterani, dal momento che occupa un seggio da 55 anni. L'Osservatorio non ha precisato se Diab al Mashi è fra i morti e feriti o meno.

Il villaggio di Al Mashi è sotto il controllo delle Forze della Siria democratica (Fsd), una coalizione armata curdo-araba, che ad agosto ha cacciato l'Isis da Manbech e dalla periferia della città. Nelle ultime ore lo Stato islamico ha lanciato un attacco nella regione, dove sono scoppiati scontri nella zona di Dandania, vicino Manbech appunto, dove sono esplose tre autobombe.

BOMBE RUSSE. I jet russi hanno ripreso oggi pesanti bombardamenti su Aleppo est, in mano ai ribelli, dopo diversi giorni di relativa calma. Lo riferiscono l'Osservatorio siriano per i diritti umani e un funzionario dei ribelli. Quest'ultimo, Zakaria Malhifji del gruppo ribelle Fastaqim con base ad Aleppo, ha detto a Reuters che i raid aerei hanno colpito perlopiù il quartiere di Bustan al-Qasr. Fonti dei ribelli e l'Osservatorio riferiscono di vittime dovute agli attacchi aerei, ma non hanno fornito un bilancio.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

'Ndrangheta, 14 arresti: fermato anche sindaco Bova Marina

'Ndrangheta, 14 arresti: fermato anche sindaco Bova Marina

Maxi blitz dei carabinieri di Reggio Calabria

Papa avverte: Oggi mancano leader, ma l'Europa ne ha bisogno

Papa: Oggi mancano leader, ma l'Europa ne ha bisogno

Il Pontefice contro l'ipocrisia dei governi: "Diciamo 'Mai più guerra' ma intanto fabbrichiamo armi"

Istat, il 28,7% dei residenti in Italia è a rischio povertà

Istat, il 28,7% dei residenti in Italia è a rischio povertà

Cresce anche il divario tra le famiglie ricche e quelle povere

Saronno, collega dell'infermiera: Sono sotto choc

Saronno, collega dell'infermiera 'killer': Sono sotto choc

"Non ho mai sentito parlare del metodo Cazzaniga"