Martedì 09 Agosto 2016 - 10:15

Onu chiede tregua ad Aleppo: 2 milioni senza acqua e luce

Gli attacchi a ospedali e centri di assistenza non accennano a diminuire

Siria, Onu chiede tregua umanitaria ad Aleppo: 2 mln senza acqua e luce

Le Nazioni unite hanno chiesto una "pausa umanitaria" di 48 ore ad Aleppo, in Siria, per consentire di ripristinare le reti elettriche e garantire la fornitura d'acqua potabile, oltre che assistere la popolazione in difficoltà. Sono oltre 2 milioni i civili coinvolti dalla guerra soltanto nella zona di Aleppo; circa 275mila - spiega l'Ufficio per il coordinamento degli Affari umanitari dell'Onu - sono rimasti intrappolati nella zona est della città dall'inizio di luglio, quando è stata chiusa l'unica via di accesso all'area. Anche la parte ovest della città è isolata dal 6 agosto.

 

Il ginnasta Ahmad al-Sawas si allena tra le macerie di Aleppo

Gli attacchi a ospedali e centri di assistenza "non accennano a diminuire", dicono in una nota Yacoub El Hillo e Kevin Kennedy, rispettivamente ufficiale dell'Onu per gli aiuti umanitari in Siria e coordinatore regionale. L'acqua potabile che si trova nei serbatoi, inoltre, non è sufficiente a soddisfare i bisogni della popolazione. L'Onu ha quindi chiesto un cessate il fuoco di 48 ore per permettere di portare cibo e medicinali nella zona di Aleppo, e ripristinare la rete elettrica e quella idrica.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

AUT, 24. OSZE Ministerrat

Austria, accordo di governo: Kurz con estrema destra Strache

Il presidente austriaco ha dato luce verde alla formazione del nuovo governo con la coalizione tra il Partito popolare (Övp) e gli ultranazionalisti del Partito liberale (FpÖ)

L'aeroporto di Amsterdam circondato dai media e dalla curiosita' della gente dopo l'incidente aereo di ieri

Amsterdam uomo con coltello all'aeroporto. Colpito dalla polizia

La persona agitava l'arma contro le persone. Gli hanno sparato. Zona interdetta

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, 2 palestinesi morti e oltre 100 feriti nelle proteste

La prima "giornata della rabbia". Le vittime sono due uomini. Hamas invita ad assediare le ambasciate Usa nel mondo