Sabato 19 Novembre 2016 - 20:15

Siria, raid su ospedali Aleppo. Oms: Tutti fuori uso

La condanna degli Stati Uniti: "Attacchi orribili, non ci sono scuse per queste azioni efferate"

Siria, le rovine di Aleppo bombardata dai raid aerei

Ospedali fuori uso ad Aleppo est dopo pesanti bombardamenti. Le versioni in merito però sono diverse: la direzione sanitaria della città e l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) riferiscono che tutte le strutture sono fuori servizio, mentre l'Osservatorio siriano per i diritti umani fa sapere che alcune strutture sono ancora funzionanti ma molti residenti hanno paura a utilizzarle a causa dei bombardamenti. "Questa distruzione di infrastrutture essenziali per la vita lascia il popolo assediato, compresi tutti i bambini, gli anziani e le donne, senza alcuna struttura sanitaria che offra cure in grado di salvare vite evitando loro di morire", afferma la direzione sanitaria di Aleppo in una dichiarazione inviata a Reuters da un funzionario dell'opposizione. La rappresentante dell'Oms in Siria, inoltre, Elizabeth Hoff, ha riferito che un gruppo di agenzie umanitarie guidate dall'Onu che ha base in Turchia oltre il confine "ha confermato oggi che tutti gli ospedali di Aleppo est sono fuori servizio". Diverse le informazioni fornite dall'Osservatorio siriano per i diritti umani, secondo cui appunto ci sono ospedali ancora funzionanti, ma la gente non li utilizza per paura.

Loading the player...

La parte orientale di Aleppo è controllata dall'opposizione e assediata dall'esercito. Intensi raid aerei continuano a colpire Aleppo est da martedì, quando l'esercito siriano e i suoi alleati hanno ripreso le operazioni dopo una pausa durata settimane. Venerdì hanno lanciato attacchi di terra contro postazioni dell'opposizione. La tv di Stato siriana, martedì, ha riferito che l'aviazione aveva preso di mira "roccaforti e depositi di rifornimento di terroristi" ad Aleppo. Con il termine 'terroristi' il governo indica tutti i ribelli. La Russia, dal canto suo, sostiene di avere compiuto raid aerei solo in altre parti della Siria. Tanto Mosca quanto Damasco hanno negato di prendere di mira deliberatamente ospedali e altre infrastrutture civili durante la guerra, che è cominciata nel 2011 e alla quale si è aggiunta l'aviazione russa a settembre del 2015.

LA CONDANNA DEGLI STATI UNITI. Intanto gli Stati Uniti condannano i raid aerei e invitano la Russia a procedere a una de-escalation. "Gli Stati Uniti condannano nei termini più forti questi orribili attacchi contro infrastrutture mediche e lavoratori umanitari", afferma la consigliera per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, Susan Rice, aggiungendo che "non ci sono scuse per queste azioni efferate". Rice chiede anche "l'immediata cessazione dei bombardamenti".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pierre Moscovici

Referendum, Moscovici (Ue): Toccati da esito, ma l'Italia è solida.

Il ministro tedesco Schaeuble: "Non bisogna parlare di crisi euro, Italia continui su strada di Renzi"

Francia, Valls annuncerà oggi la candidatura alle presidenziali

Francia, Valls annuncerà oggi la candidatura alle presidenziali

Oggi alle 18.30 scende il campo il premier transalpino

Austria, proiezione: Vince Van der Bellen con 53,6%, Hofer al 46,4%

Austria, verde Van der Bellen è presidente. Hofer sconfitto

Si sono chiusi i seggi del ballottaggio. Vince l'ecologista sull'ultranazionalista

In miglia per ultimo saluto a Fidel, ceneri sepolte a Santiago

In migliaia per ultimo saluto a Fidel, ceneri sepolte a Santiago

Raul l'ha definito "il figlio più illustre di Cuba in questo secolo"