Domenica 17 Gennaio 2016 - 10:15

Siria, massacro Isis a Deir al-Zor: 300 morti, 400 civili rapiti

Strage dell'autoproclamato Stato islamico nell'area di confine con l'Iraq

Strage dell'Isis nell'area di confine con l'Iraq

I militanti dell'Isis hanno rapito circa 400 civili da una città che hanno attaccato ieri, nella provincia orientale della Siria di Deir al-Zor. Lo ha riferito la tv panaraba al-Mayadeen. I militanti hanno fatto irruzione nel villaggio di al Bughailiyeh uccidendo più di 280 persone, in maggioranza donne e bambini, e gettando i loro corpi nel fiume Eufrate, nella campagna di Deir al-Zor, vicino all'Iraq. Diversi kamikaze, ha riferito la tv, si sono fatti saltare in aria vicino a luoghi di governo. L'agenzia di stampa statale siriana, Sana, ha parlato di uccisioni di massa, con decine di persone massacrate. L'Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede nel Regno Unito, ha detto che i militanti dell'Isis si sono intrufolati nel villaggio uccidendo decine di forze governative.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Angela Merkel

Germania, Merkel da ragazza voleva aprire un ristorante

Fra le passioni di Merkel, ci sono la musica classica e la cucina

Ucciso scrittore giordano, cristiano: era accusato di vilipendio dell'Islam

Giordania, scrittore cristiano ucciso: era accusato di vilipendio Islam

Nahed Hattar era accusato per una vignetta condivisa sui social media ritenuta offensiva

Charlotte, centinaia in marcia per le vie della citta'

Charlotte, polizia pubblica video: ancora dubbi e proteste

Due video in cui si sentono gli spari e si vede Keith Scott cadere a terra non mostrano armi nelle sue mani. Polizia diffonde foto di pistola ritrovata