Domenica 17 Gennaio 2016 - 10:15

Siria, massacro Isis a Deir al-Zor: 300 morti, 400 civili rapiti

Strage dell'autoproclamato Stato islamico nell'area di confine con l'Iraq

Strage dell'Isis nell'area di confine con l'Iraq

I militanti dell'Isis hanno rapito circa 400 civili da una città che hanno attaccato ieri, nella provincia orientale della Siria di Deir al-Zor. Lo ha riferito la tv panaraba al-Mayadeen. I militanti hanno fatto irruzione nel villaggio di al Bughailiyeh uccidendo più di 280 persone, in maggioranza donne e bambini, e gettando i loro corpi nel fiume Eufrate, nella campagna di Deir al-Zor, vicino all'Iraq. Diversi kamikaze, ha riferito la tv, si sono fatti saltare in aria vicino a luoghi di governo. L'agenzia di stampa statale siriana, Sana, ha parlato di uccisioni di massa, con decine di persone massacrate. L'Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede nel Regno Unito, ha detto che i militanti dell'Isis si sono intrufolati nel villaggio uccidendo decine di forze governative.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Goteborg, scontri ad una marcia dell'estrema destra

Svezia, bomba esplode davanti a stazione della polizia

È accaduto a Helsingborg, nel sud della Svezia. Per il momento non sembrerebbero esserci vittime

Cina, Xi: "Pronti a diventare un grande Paese socialista moderno"

Cina, Xi: "Pronti a diventare un grande Paese socialista moderno"

E sull'economia annuncia: "Puntiamo ad avere tassi d'interesse e i tassi di cambio più basati sul mercato"

Nigeria, bombe a Abuja

Nigeria, liberato don Pallù. Alfano: "Sta bene"

Il sacerdote della diocesi di Roma era da tre anni in missione nel Paese africano. Gioisce la parrocchia di San Bartolomeo

Il direttore di Amazon Studios si dimette per accuse di molestie sessuali

Avrebbe inoltre ignorato le denunce di un'attrice su abusi sessuali che avrebbe subito da Weinstein