Venerdì 08 Aprile 2016 - 19:30

Siria, liberato grazie a Russia fotografo Usa rapito nel 2012

"Siamo riconoscenti per gli sforzi del governo russo" ha dichiarato il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Mark Toner

Il portavoce del dipartimento di Stato Usa, John Kirby

 Il governo siriano ha liberato il fotografo free lance americano Kevin Patrick Dawes, rapito nel 2012. Lo ha annunciato il Washinton Post. Anche il portavoce del dipartimento di Stato, John Kirby, in una nota ha riferito la liberazione di un cittadino Usa senza però fornire il nome. Dawes, 33 anni di San Diego, è stato rilasciato dopo molti mesi di negoziati. I dettagli del rilascio non sono ancora stati resi pubblici.

La Russia ha giocato un ruolo di primo piano nel rilascio del fotografo free lance statunitense da parte delle autorità siriane. Lo ha dichiarato il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Mark Toner. "Siamo riconoscenti per gli sforzi del governo russo che ha lavorato a favore di questo cittadino americano in Siria", ha spiegato Toner.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

11 settembre, Congresso boccia veto di Obama sulle cause a Riad

11 settembre, Congresso boccia veto di Obama sulle cause a Riad

La Camera dei Rappresentanti ha votato con 348 contrari al veto e 76 favorevoli,

Siria, Usa stanno valutando delle opzioni non diplomatiche

Siria, Usa stanno valutando delle opzioni non diplomatiche

La decisione dopo la fine del cessate il fuoco

Usa, spari in una scuola: due feriti, fermata una persona

Usa, spari in una scuola: tre feriti, fermato un adolescente

I colpi esplosi in una elementare della Carolina del Sud

Madonna e Katy Perry si spogliano a sostegno di Hillary Clinton

Nude sui social per sostenere la candidata democratica alla Casa Bianca