Venerdì 08 Aprile 2016 - 19:30

Siria, liberato grazie a Russia fotografo Usa rapito nel 2012

"Siamo riconoscenti per gli sforzi del governo russo" ha dichiarato il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Mark Toner

Il portavoce del dipartimento di Stato Usa, John Kirby

 Il governo siriano ha liberato il fotografo free lance americano Kevin Patrick Dawes, rapito nel 2012. Lo ha annunciato il Washinton Post. Anche il portavoce del dipartimento di Stato, John Kirby, in una nota ha riferito la liberazione di un cittadino Usa senza però fornire il nome. Dawes, 33 anni di San Diego, è stato rilasciato dopo molti mesi di negoziati. I dettagli del rilascio non sono ancora stati resi pubblici.

La Russia ha giocato un ruolo di primo piano nel rilascio del fotografo free lance statunitense da parte delle autorità siriane. Lo ha dichiarato il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Mark Toner. "Siamo riconoscenti per gli sforzi del governo russo che ha lavorato a favore di questo cittadino americano in Siria", ha spiegato Toner.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

AFGHANISTAN-UNREST-BLAST

Afghanistan, kamikaze contro scuola in zona sciita: almeno 37 morti

Sono per la maggior parte studenti. Nessun gruppo ha rivendicato la violenza

EGYPT-UNREST-CHURCH-ATTACK

Sudan, naufragio sul Nilo: muoiono 22 bambini e una donna

La barca è affondata a causa di un guasto al motore

La nave Aquarius torna in mare a Marsiglia

Aquarius attracca a Malta: migranti accolti anche dall'Italia

Dopo tre giorni di attesa in mare, la nave dell'Ong arriva al porto di La Valletta: dei 141 a bordo 67 sono minori non accompagnati

Israele, Benjamin Netanyahu in conferenza stampa

Distensione in Medioriente: Israele riapre passaggio merci verso Gaza

Segnale di temporaneo disgelo tra le parti in conflitto. Ma la tregua vera è ancora lontana