Martedì 29 Novembre 2016 - 14:30

Siria, appello di italiano rapito: Salvatemi dall'esecuzione

La Farnesina sta seguendo il caso: "Siamo in stretto contatto con i familiari"

Siria, italiano lancia appello: Rapito da 7 mesi, salvatemi dall'esecuzione

Un cittadino italiano, Sergio Zanotti, sarebbe stato rapito in Siria sette mesi fa e ora sarebbe ostaggio di un gruppo armato non identificato. Su YouTube circola un video in cui l'uomo, vestito con una tunica bianca, parlando in italiano, con alle spalle un uomo armato vestito di nero, lancia un appello al governo italiano. "Mi chiamo Sergio Zanotti, sono da sette mesi prigioniero in Siria. Prego il governo italiano di intervenire nei miei confronti, prima di una mia eventuale esecuzione", sono le sue parole. Zanotti è originario di Marone, nel bresciano. In paese, secondo quanto riferiscono suoi concittadini, era sparito da mesi ma non si sapeva dove potesse essere.

Fonti dell'unità di crisi della Farnesina fanno sapere che "le autorità italiane sono a conoscenza del video da alcuni giorni e stanno seguendo il caso". La Farnesina è in "stretto contatto con i familiari, l'ex moglie e tre figlie, e con le altre articolazioni competenti dello Stato italiano". 

 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Francia, ballottaggio tra Hamon e Valls alle primarie socialiste

Francia, ballottaggio tra Hamon e Valls alle primarie socialiste

Domenica prossima il voto decisivo per scegliere il candidato della sinistra alle presidenziali

Regeni, dall'Egitto ok a esperti italiani per esaminare video

Regeni, dall'Egitto ok a esperti italiani per esaminare video

I filmati sono stati girati nella metro del quartiere di Dokki, dove il ricercatore italiano viveva

Verona, bus ungherese prende fuoco su A4, i resti del mezzo

Bus in fiamme su A4, 16 morti: polizia ungherese apre indagini

Si stanno concentrando sulla verifica delle condizioni tecniche del bus al momento della partenza

Usa, Trump si riappacifica con Cia e dichiara guerra ai media

Trump si riappacifica con la Cia e dichiara guerra ai media

I giornalisti sono "tra gli esseri umani più disonesti della terra", ha commentato