Martedì 20 Giugno 2017 - 18:45

Siria, Guterres: Spero in de-escalation tra Usa e Russia

Alta tensione dopo l'abbattimento di un drone del regime di Assad

Siria, Guterres: Spero in de-escalation tra Stati Uniti e Russia

"Spero fortemente in una de-escalation della situazione" in Siria "perché questo genere di incidente può essere molto pericoloso in uno scenario di conflitto in cui sono così tanti gli attori ed è così complessa la situazione sul terreno". Così il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, commentando l'abbattimento di un drone del regime di Assad da parte degli Usa e l'innalzamento della tensione tra Washington e Mosca.

Ieri il ministero della Difesa russa ha annunciato di aver interrotto la cooperazione con gli Stati Uniti nell'ambito del memorandum per evitare incidenti nello spazio aereo siriano. Inoltre, il ministero ha avvertito che qualsiasi aereo o drone della coalizione internazionale a guida Usa sarà intercettato nello spazio aereo siriano a ovest dell'Eufrate sarà considerato "un obiettivo aereo" da parte della difesa russa.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Barcellona, il racconto di un italiano: "È stato terribile"

Alessio Stazi, un ragazzo italiano, era sulle Ramblas durante l'attentato e racconta su Facebook la paura e la rabbia

Roma, la photocall del film 'Tutte Lo Vogliono'

Attentato a Barcellona, il cordoglio delle celebrità. Incontrada: "Terrore nel mio cuore"

Non solo Vanessa Incontrada. Da Jennifer Lopez a Fedez, gli artisti inviano amore e preghiere alle vittime e le loro famiglie

Segretario della Lega Nord Matteo Salvini partecipa al presidio per la chiusura della moschea di via Cavalcanti

Attentato a Barcellona, le reazioni della politica italiana. Salvini: "Niente pietà per questi vermi"

Il pensiero dei politici italiani a Barcellona, dopo l'attentato sulle Ramblas

Barcellona, auto sulla folla sulla Rambla

Attentato a Barcellona, van contro folla sulle Ramblas. Almeno 13 morti e 100 feriti

Isis rivendica l'attacco. La Farnesina conferma che c'è il rischio che alcuni italiani siano coinvolti