Giovedì 29 Settembre 2016 - 22:00

Siria, Usa vicini a sospendere collaborazione con la Russia

Tensione massima dopo i raid su Aleppo dell'esercito siriano, sostenuto da Mosca. Damasco nega: Non bombardiamo i civili

Siria, gli Stati Uniti vicini a sospendere la collaborazione con la Russia

Gli Stati Uniti sono pronti a comunicare alla Russia la sospensione dell'impegno diplomatico congiunto sulla Siria, a seguito degli intensi attacchi dell'esercito di Damasco su Aleppo, sostenuti da Mosca. Lo ha riferito un funzionario americano, chiedendo l'anonimato. Ieri il segretario di Stato Usa, John Kerry, aveva minacciato l'omologo Sergei Lavrov di mettere fine alla collaborazione bilaterale se la Russia non avesse agito subito per far finire l'offensiva su Aleppo e per ripristinare un cessate il fuoco.

"Ciò che il regime del presidente siriano Bashar Assad e la Russia stanno facendo ad Aleppo è sconvolgente per le nostre anime", "non è solo seminare rovina in questo Paese ma anche creare più flussi di profughi, più radicalizzazione. Stanno facendo un regalo all'Isil e al Fronte Nusra, i gruppi che dicono di voler fermare", ha accusato l'ambasciatrice Usa alle Nazioni unite, Samantha Power. Alla sede Onu, il sottosegretario per gli Affari umanitari dell'Onu, Stephen O'Brien, ha chiesto ai 15 membri del Consiglio di sicurezza di smettere di "tollerare l'assoluta mancanza di rispetto per le più basilari misure di legge umanitaria internazionale". Mosca ha promesso di continuare l'offensiva in Siria, mentre gli Usa cercano una risposta più dura alla decisione russa di ignorare il processo di pace e sostengono la volontà di Assad di imporsi militarmente.

"Il governo siriano non bombarda i civili. Queste persone sono il nostro popolo. Non bombardiamo i civili, non uccidiamo i civili". L'ambasciatore siriano alle Nazioni unite, Bashar Jaafari, respinge le accuse rivolte al governo di Damasco: "Non bombardiamo i convogli umanitari. Non lo facciamo. Chi lo fa, sono i terroristi".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Manchester, morti due polacchi che risultavano dispersi

Manchester, morti due polacchi che risultavano dispersi

Lo ha reso noto il ministro degli esteri della Polonia Witold Waszczykowski

Manchester, governo alza livello allerta: timore altri attacchi. Attentatore è 23enne Salman Abedi, 22 i morti

Manchester, il governo alza allerta. Killer tornato da Libia

Lo Stato islamico rivendica. La cantante Ariana Grande sospende il tour / FOTO-VIDEO

Manchester, strage al concerto di Ariana Grande: 22 morti. Attentatore è 23enne Salman Abedi, britannico di origini libiche

Manchester, strage al concerto di Ariana Grande: 22 morti. Attentatore è 23enne Salman Abedi, britannico di origini libiche FOTO/VIDEO

Rivendicazione dello Stato Islamico. Kamikaze figlio di rifugiati fuggiti da Gheddafi. May alza livello di allerta: Rischio imminente. E la cantante sospende il tour /FOTO-VIDEO

Venezuela, confermata quinta vittima negli scontri a Barinas

Venezuela, confermata quinta vittima negli scontri a Barinas

Le proteste di ieri a Barinas, Stato del defunto presidente venezuelano Hugo Chavez, sono diventate violente e hanno avuto come conseguenza cinque persone morte, otto feriti e diversi negozi saccheggiati.