Giovedì 09 Novembre 2017 - 12:00

Siria, esercito e milizie Iraq: Albu Kamal liberata da Isis

L'irruzione nella maggiore roccaforte in mano allo Stato islamico

Siria, esercito siriano conquista Aleppo

Forze di sicurezza siriane con l'aiuto di milizie sciite irachene hanno fatto irruzione nella città di Albu Kamal, nella provincia siriana di Deir al Zor, al confine con l'Iraq e considerata l'ultima roccaforte dello Stato Islamico, liberandola completamente. Lo rende noto l'esercito in una nota. Nella città si sono registrati violenti scontri tra le truppe governative e i militanti.

Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani le forze di Damasco avrebbero preso il controllo di Albu Kamal stabilendo negoziati con i jihadisti per aprire corridoi che permettano la loro uscita verso altre zone della provincia. Albu Kamal è la maggiore roccaforte in mano all'Isis in Siria. È una città di frontiera che usano i militanti per inviare forniture militare agli estremisti in Iraq negli ultimi tre anni.

La caduta dell'ultimo baluardo jihadista nella provincia di Deir al-Zor, al confine tra Siria e Iraq, rappresenta "la fine del progetto dello Stato Islamico nella regione", ha dichiarato il comandante generale dell'esercito siriano.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Grecia fuori dal tunnel, stop all' austerity

Grecia, dalla troika a Tsipras: le tappe principali della crisi

Passo per passo, gli avvenimenti che hanno protato il Paese in ginocchio

Grecia fuori dal tunnel, stop all' austerity

Grecia fuori dal piano salvataggio coi segni di 8 anni di austerità

Le riforme economiche che hanno chiesto in cambio dei finanziamenti hanno portato il Paese quasi in ginocchio

 I Backstreet Boys in concerto a New York

Usa, paura al concerto dei Backstreet Boys. Crolla struttura: 14 fan feriti

Una forte tempesta ha rovesciato l'ingresso del posto che avrebbe dovuto ospitare il live della band a Thackerville, nell'Oklahoma

Migranti, nave Diciotti entra nel porto di Trapani

Nave Diciotti, Salvini: "O interviene l'Europa o riaccompagneremo i migranti in Libia"

Il ministro Toninelli sulla nave Diciotti con 177 persone a bordo attacca Malta: "Ancora inqualificabile. L'Ue si faccia avanti"