Sabato 31 Dicembre 2016 - 20:15

Siria, l'Onu appoggia la tregua promossa da Russia e Turchia

Nel 2016 i morti sono stati oltre 60mila

Siria, Consiglio Onu appoggia tregua promossa da Russia e Turchia

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite ha approvato all'unanimità una risoluzione che appoggia il cessate il fuoco in Siria, promosso da Russia e Turchia. I quindici membri hanno votato tutti a favore della misura, che sostiene gli sforzi verso nuovi negoziati, previsti a fine gennaio ad Astana, in Kazakistan. Il cessate il fuoco in Siria è in vigore dalle 24 italiane di giovedì 29 dicembre ed è stato accettato sia dall'esercito di Damasco, sia dai ribelli e dai gruppi dell'opposizione. Il presidente russo, Vladimir Putin, e l'omologo iraniano, Hassan Rohani, hanno intanto parlato al telefono e concordato di continuare a lavorare a stretto contatto per tentare di mettere fine alla guerra. Sono stati oltre 60mila i morti nel 2016, di cui 13.617 civili, secondo l'Osservatorio siriano dei diritti umani. L'ong afferma che il maggior numero di vittime è stato tra le file dei jihadisti, con 13.297 estremisti armati morti nei combattimenti. Nel quinto anno di guerra, sono morti 8.130 combattenti dell'opposizione armata, 6.685 soldati dell'esercito e 6.201 combattenti di gruppi paramilitari filo-governativi. Nel conteggio non sono incluse le decine di migliaia di persone che sono scomparse nei centri di detenzione del regime o durante l'irruzione delle forze armate leali a Damasco nelle zone controllate dai ribelli. Allo stesso modo, nemmeno le centinaia di prigionieri nelle mani delle forze regolari, delle fazioni ribelli e dello Stato islamico. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa sulla morte di Giulio Regeni

Regeni, bufera su governo dopo caso Nyt. Famiglia: Andremo al Cairo

Secondo Claudio Regeni e Paola Deffendi sarebbe sufficiente "un po' più di pressione sul governo egiziano" per fare chiarezza

Usa 2016, Donald Trump in campagna elettorale

Hope Hicks, nuova direttrice della comunicazione per Trump

Già nel 2016 era stata la portavoce della campagna elettorale di Donald Trump

AUT, Österreich bereitet Grenzkontrollen zu Italien vor

Migranti, Austria invierà 70 soldati al Brennero

I militari non verranno schierati, né saranno dispiegati carri armati: serviranno ad aiutare nei controlli

Nord Corea, Trump: Da Kim decisione saggia, alternativa era catastrofe

Corea, Trump: Decisione saggia di Kim, alternativa era catastrofe

Kim ha deciso di "osservare per un po'" il comportamento Usa prima di intraprendere la minacciata offensiva contro Guam