Sabato 31 Dicembre 2016 - 20:15

Siria, l'Onu appoggia la tregua promossa da Russia e Turchia

Nel 2016 i morti sono stati oltre 60mila

Siria, Consiglio Onu appoggia tregua promossa da Russia e Turchia

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite ha approvato all'unanimità una risoluzione che appoggia il cessate il fuoco in Siria, promosso da Russia e Turchia. I quindici membri hanno votato tutti a favore della misura, che sostiene gli sforzi verso nuovi negoziati, previsti a fine gennaio ad Astana, in Kazakistan. Il cessate il fuoco in Siria è in vigore dalle 24 italiane di giovedì 29 dicembre ed è stato accettato sia dall'esercito di Damasco, sia dai ribelli e dai gruppi dell'opposizione. Il presidente russo, Vladimir Putin, e l'omologo iraniano, Hassan Rohani, hanno intanto parlato al telefono e concordato di continuare a lavorare a stretto contatto per tentare di mettere fine alla guerra. Sono stati oltre 60mila i morti nel 2016, di cui 13.617 civili, secondo l'Osservatorio siriano dei diritti umani. L'ong afferma che il maggior numero di vittime è stato tra le file dei jihadisti, con 13.297 estremisti armati morti nei combattimenti. Nel quinto anno di guerra, sono morti 8.130 combattenti dell'opposizione armata, 6.685 soldati dell'esercito e 6.201 combattenti di gruppi paramilitari filo-governativi. Nel conteggio non sono incluse le decine di migliaia di persone che sono scomparse nei centri di detenzione del regime o durante l'irruzione delle forze armate leali a Damasco nelle zone controllate dai ribelli. Allo stesso modo, nemmeno le centinaia di prigionieri nelle mani delle forze regolari, delle fazioni ribelli e dello Stato islamico. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont è a Copenaghen: rischia l'arresto

La procura spagnola chiede mandato arresto Ue per l'ex governatore

Germania, Spd in congresso straordinario a Bonn

Germania, da Spd sì a coalizione con Merkel. Schulz: "Abbiamo lottato per maggioranza"

Luce verde ai negoziati formali per formare una Grosse Koalition con i conservatori: 362 favorevoli e 279 contrari

Iraq, ondata di autobombe a Baghdad

Cittadina tedesca affiliata all'Isis condannata a morte in Iraq

È la prima volta che il Paese emette una sentenza di questo tipo nei confronti di una donna europea

Papa Francesco in Perù

Pedofilia, O'Malley critica il Papa: "Addolora sua difesa di Barros"

Il cardinale di Boston presidente della commissione della Santa sede contro gli abusi sui minori prende le distanze da Bergoglio