Venerdì 31 Luglio 2015 - 14:00

Siracusa,appropriazione indebita: denunciato ex presidente Cassa edile

IMG

Siracusa, 31 lug. (LaPresse) - L'ex presidente dell'Ente scuola Cassa edile di Siracusa, Paolo Pizzo, è stato denunciato perché accusato di essersi appropriato, in modo indebito, di somme di denaro per un importo di circa 450 mila euro. La guardia di finanza di Siracusa ha sequestrato beni mobili ed immobili riconducibili ai familiari di Pizzo. Le indagini, coordinate dal procuratore capo della Repubblica, Francesco Paolo Giordano, e dirette dal sostituto procuratore della Repubblica, Antonio Nicastro, sono state condotte dalla compagnia di Siracusa.

In base a quanto sarebbe emerso dalle indagini, l'ex presidente della Cassa edile siracusana avrebbe procurato a se stesso e ai propri familiari un ingente vantaggio patrimoniale, inserendo la firma falsa del vice presidente sulle distinte di richiesta per l'emissione degli assegni circolari (visto che la doppia firma costituiva condizione necessaria per operare sul conto corrente dell'ente). Pizzo è accusato di aver prelevato delle somme dal conto corrente intestato all'Ente scuola edile siracusana, sottraendole a favore di alcune società riconducibili ai propri familiari. I finanzieri, in un ulteriore sviluppo investigativo, hanno passato al setaccio i conti correnti dell'ente, ricostruito i flussi di denaro illecitamente prelevato, accertato l'esistenza di ulteriori soggetti, a cui l'ex presidente della Cassa edile di Siracusa aveva trasferito gli ingenti proventi illeciti. In pratica, 'ripuliva' le somme e le riciclava per destinarle ad attività economico-finanziarie e per acquisire beni mobili ed immobili.

Per le ipotesi previste dal reato di riciclaggio sono stati indagati anche la figlia e il genero di Pizzo. I due avrebbero accettato e incassato sui loro conti correnti delle somme di provenienza illecita, sulle quali sarebbe mancato un titolo giustificativo. Il profitto illecito, conseguito e reimpiegato dall'ex presidente della Cassa edile di Siracusa, è stato quantificato dalle fiamme gialle in una somma pari a circa 450mila euro. La compagnia di Siracusa ha provveduto al sequestro di beni mobili, immobili e conti correnti degli indagati.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

IL PRELIEVO AL BANCOMAT

La crisi spaventa: il denaro non circola, 38 miliardi di riserve in più

Unimpresa: "I cittadini accumulano per timore di nuove tasse, le imprese non investono perché non hanno fiducia nel futuro"

Belgio, insetti da mangiare

Insetti a tavola dal 1 gennaio, più di 1 italiano su 2 è contrario

La maggior parte dei nuovi prodotti proviene da Paesi come la Cina o la Thailandia da anni ai vertici delle classifiche per numero di allarmi alimentari

Maltempo ponte della Liberazione - Nebbia al Passo del Tonale

Nuvole e temperature in calo: il meteo del 21 e del 22 ottobre

Le previsioni per sabato e domenica: il freddo inizia ad arrivare

A customer walks out of a KFC restaurant in Shanghai

Kfc e la lotta alla fame: dona il pollo fritto ai poveri

Il fast food, in collaborazione col Banco Aliminetare, è il primo a non buttare le eccedenze