Giovedì 27 Luglio 2017 - 14:30

Siccità, perquisizioni in Acea. Indagato il presidente di Ato 2

I Carabinieri del Noe hanno sequestrato la documentazione relativa alla captazione di acqua dal bacino lacustre

Acea - Presentazione del nuovo logo

Una perquisizione è stata disposta dalla Procura di Civitavecchia presso gli uffici di Acea Ato 2 Spa in piazzale Ostiense a Roma sulla questione della crisi idrica del lago di Bracciano. Lo comunicano in una nota i carabinieri del Noe (Nucleo Operativo Ecologico), a cui sono delegate le indagini. Un avviso di garanzia è stato notificatoal presidente  Paolo Saccani per inquinamento ambientale. Secondo quanto si apprende, le indagini sono nate sugli esposti presentati nelle scorse settimane, a partire da quell dei comitati cittadini di Bracciano e Martignano. 

"Con riferimento alla criticità ambientale che sta interessando il lago di Bracciano, - si legge - oggetto negli ultimi giorni di enfasi mediatica, sono state presentate più denunce alla Procura della Repubblica di Civitavecchia che ha delegato le indagini ai Noe di Roma disponendo la contestuale esecuzione di una perquisizione locale, previa notifica di avviso di garanzia per inquinamento ambientale, presso gli uffici di Acea Ato 2 Spa. Sequestrati documentazione relativa alla captazione di acqua dal bacino lacustre" 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Anziano restituisce borsa con 2mila euro: "Ho fatto una cosa normale"

"Quando ho visto tutti quei soldi, mi sono spaventato", racconta il 72enne

Villa Borghese, dove si suppone sia stata stuprata una donna tedesca

Roma, arrestato stupratore di villa Borghese: violentò clochard tedesca

Pochi giorni dopo aveva violentato, picchiato e legato anche un'altra donna

Marcia per la sicurezza organizzata da Forna Nuova a Tiburtino III

Forza Nuova rinuncia alla marcia su Roma del 28 ottobre

La manifestazione era stata vietata dalla questura

Prima udienza del processo Mafia Capitale.

Mafia capitale, i giudici: "Nessuna mafiosità autonoma o derivata"

Le motivazioni della sentenza che condannò Carminati a 20 anni e Buzzi a 19 per l'inchiesta Mondo di mezzo