Domenica 27 Agosto 2017 - 23:15

Serie A, Zielinski-Mertens-Rog: Napoli rimonta Atalanta, 3-1

A nulla è valso il gol di Cristante nella prima frazione

SSC Napoli vs Atalanta Bergamasca Calcio

Nel segno di Zielinski, Mertens e Rog. Sono loro infatti a trascinare gli azzurri nella vittoria in rimonta 3-1 contro l'Atalanta di Gasperini, nel posticipo delle 20.45 valido per la seconda giornata della Serie A Tim. A nulla è valso il gol di Cristante nella prima frazione, bravo a spizzare di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo del Papu Gomez.

Parte meglio il Napoli nei primi minuti di gioco, ma è l'Atalanta a sbloccare il risultato al minuto 15: calcio d'angolo di Gomez e colpo di testa di Bryan Cristante che sorprende Reina e compagni per il vantaggio dei nerazzurri. Il Napoli incassa il colpo e si disunisce, colpa anche della forma fisica non ottimale di alcuni suoi uomini simbolo come Hamsik e Insigne; dall'altro lato, invece, è brava a far girare la palla in maniera veloce e precisa, in un copione già visto lo scorso anno nella vittoria firmata dalla doppietta di Caldara. Al 33° il Napoli ha la grande occasione del pareggio: grande azione sulla sinistra di Ghoulam, cross che taglia tutta la difesa e giunge a Callejon, che però svirgola il pallone e non riesce a spingerlo in rete. Due minuti dopo è invece Ilicic a impegnare Reina con un bel tiro da fuori, parato dallo spagnolo in calcio d'angolo. Prima del fischio finale ci provano prima Hateboer per i bergamaschi e poi Hamsik per gli azzurri, ma senza successo, con la prima frazione che si chiude sul punteggio di 0-1.
 

Nessun cambio per il Napoli, mentre Gasperini inserisce a sorpresa il recuperato De Roon al posto di Petagna, lasciando i soli Ilicic e Gomez a dialogare in attacco. Ed è proprio Ilicic a sfiorare il gol al 50° con un diagonale di sinistro, fuori di poco alla sinistra di Reina. Poi al minuto 56' la svolta: calcio d'angolo per il Napoli, palla che arriva al limite dell'area di rigore a ZIelinski che stoppa il pallone e fa partire un destro imparabile su cui Berisha non può nulla: è 1-1. A questo punto il Napoli non si ferma più e nel giro di 3 minuti segna anche il gol del vantaggio, con una splendida azione corale che porta all'assist di Insigne per Dries Mertens, che insacca da pochi passi e fa 70 gol in maglia azzurra. Ora la squadra di Sarri sembra un'altra squadra rispetto al primo tempo, merito anche degli ingressi di Diawara e soprattutto Allan in mediana, bravi a rivitalizzare una squadra che sembrava spenta. Il sigillo finale lo mette il subentrato Rog, che finalizza di sinistro un'altra grande azione degli azzurri, su assist del solito Callejon. E' 3-1, risultato che resisterà fino al 90°.

Vittoria importantissima per Mertens e compagni, contro un avversario che lo aveva messo in grande difficoltà per tutta la prima frazione di gioco. Tra i migliori in campo inseriamo Ghoulam, (stantuffo sulla fascia sinistra), Zielinski (la cui magia apre la rimonta azzurra) e Allan, il cui ingresso ha cambiato il volto del centrocampo azzurro. Con questi tre punti il Napoli sale ora in vetta alla classifica (in compagnia di Juventus, Inter, Milan e Sampdoria), in attesa del prossimo impegno di campionato fuori casa contro il Bologna, dopo la sosta per le nazionali.

Scritto da 
  • Vincenzo Guarcello
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FBL-ITA-SERIE A-JUVENTUS-NAPOLI

Sarri verso il Chelsea. E vuole portarsi Koulibaly

Dopo la firma di Ancelotti l'allenatore del Napoli sul piede di partenza. Sul Golfo potrebbe arrivare David Luiz

FILES-FBL-ITA-COACH-ANCELOTTI

Ancelotti è ufficialmente il nuovo allenatore del Napoli: incarico fino al 2021

Contratto firmato per tre stagioni. E De Laurentis saluta Sarri su Twitter: "Con te prestigio ed emozioni"

Ancelotti al Napoli, incontro con De Laurentiis: accordo a un passo

Previsto un contratto biennale con opzione per il terzo anno da 6,5 milioni di euro

Napoli vs Crotone - Serie A 2017-2018

Shock in casa Napoli, Hamsik pronto a lasciare: "Ho dato tutto, forse è tempo che il mio percorso finisca"

Il capitano azzurro vicino all'addio dopo 11 anni. "Deluso per lo scudetto non vinto. Grazie ai tifosi. Vorrei provare qualcosa di nuovo". Sarebbe diretto in Cina